Gatti: guida ai parassiti e agli insetti pericolosi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

I gatti sono dei bellissimi ed adorabili animali di compagnia. Al giorno d'oggi sono molte le famiglie che decidono di adottare un gatto, e le motivazione che le portano a questa importante scelta sono tantissime. Per prima cosa, il gatto rappresenta un animale abbastanza intelligente, affettuoso, indipendente, libero, orgoglioso e, molto spesso, ruffiano. Chi ha un gatto conosce benissimo che, accarezzando il suo pelo, i livelli di stress si abbassano in modo considerevole. Il micio rappresenta anche un ottimo elemento per la ormai diffusissima pet therapy. È anche vero che il gatto tende a non fare le feste una volta rientrati a casa, ed alcune volte si offende e tiene il muso per diverse giornate. Tuttavia, è altrettanto vero che, quando viene preso in braccia, riesce, con le sue fusa, a fare dimenticare tutto quanto. Se si possiede un gatto in casa, è necessario nutrirlo in modo corretto, e curarlo nella maniera adeguata. Questa guida, che si occupa dei parassiti e degli insetti pericolosi per i gatti, tratta degli eventuali problemi di salute del gatto, cercando di spiegare come saperli riconoscere e come agire di conseguenza.

27

Occorrente

  • visita dal veterinario
37

Innanzitutto, è buona regola sapere che i parassiti del gatto possono essere di due differenti tipologie, ossia interni ed esterni. Quelli esterni sono rappresentati dalle Pulci, dalle Zecche, dai Pidocchi, dalla Rogna, dagli Acari delle orecchie ed dai funghi che provocano le micosi e la Tigna. Se le micosi sono generate dai funghi (tra cui citiamo il Microsporum canis e T. Mentagrophytes), la Rogna e gli Acari delle orecchie sono stati infettivi provocati dagli acari. La Rogna più comune è quella Notoedrica. Questa forma di patologia è molto contagiosa, inoltre provoca del forte prurito, la perdita del pelo e la formazione di croste. Tra l forme di Rogna, sono anche da annoverare quella Demodex e la Sarcoptica. La Rogna Otoedrica, invece, è una malattia generata dagli acari, i quali normalmente vivono nel canale auricolare dell'animale e si nutrono del cerume. Questa forma patologica porta all'otite ed è una malattia altamente contagiosa ed insidiosa.

47

Le Pulci, le Zecche ed i Pidocchi sono quegli insetti che si annidano nel manto del gatto, e si nutrono tramite il suo sangue. Le Pulci e le Zecche possono trasmettersi anche all'uomo, mentre i Pidocchi del gatto (ossia i Felicola subrostratus) non vengono passati all'essere umano. Per eliminare il problema dei Pidocchi esistono, in commercio, diversi prodotti antiparassitari generici. Per le Pulci e per le Zecche esistono dei prodotti spray appositi, oppure degli spot-on che devono essere somministrati regolarmente, seguendo le indicazioni del proprio veterinario di fiducia.

Continua la lettura
57

I parassiti interni sono gli Anchilostomi, gli Ascaridi, la Giardia, la Tenia, i Coccidi ed il Toxoplasma gondii. Quasi tutti i gatti che vivono all'aria aperta possono essere contagiati da queste specie di agenti parassitari. Fanno eccezione esclusivamente quei gatti cresciuti in casa, sotto una campana di vetro protettiva. Alcuni parassiti sono molto rinomati e pericolosi, tra cui il Toxoplasma (che è un parassita intracellulare), il quale può anche trasmettersi dal gatto all'uomo. Specialmente nel caso delle donne incinte, la Toxoplasmosi può provocare degli importanti danni a carico del feto. In definitiva, la gravità dei danni è direttamente proporzionale al periodo della gestazione. Anche i Coccidi rappresentano dei Protozoi che hanno dimensioni microscopiche. L'Isospora felis, invece, provoca forti attacchi di diarrea, anche accompagnata a sangue e può essere estremamente debilitante per il piccolo felino.

67

Gli Ascaridi sono dei parassiti molto comuni nel gatto. In alcuni casi l'infezione provocata dagli Ascaridi può anche essere asintomatica. In altri casi, invece, si riscontrano sintomi come un gonfiore addominale, un dimagrimento, la diarrea ed il rachitismo. Molto spesso i gatti infetti da Ascaridi presentano il manto opaco e secco. Gli Anchilostomi rappresentano, invece, dei piccolissimi vermi, comunemente presenti nell'intestino dei gatti. Sono anche gli unici endoparassiti che si nutrono di sangue. Gli Anchilostomi determinano una sintomatologia aspecifica ed a volte subdola. Quando sono pochi, il gatto rimane in salute, senza manifestare i segni di malattia. Quando, invece, sono tanti, possono provocare polmoniti, diarrea con sangue e muco, e stato anemico. La Giardia rappresenta un Protozoo intestinale molto comune, che provoca diarrea. Viste le sue dimensioni, è molto difficile da diagnosticare, facendo un esame delle feci al microscopio. La Tenia più comune nel gatto è la Dipylidium Caninum, che rappresenta un verme piatto. Nel caso in cui dovesse colpire i gatti molto giovani, può provocare delle malformazioni. Tra l'altro, produce anche un fastidioso prurito anale ed il manto opaco.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • evitate i trattamenti fai da te
  • ascoltate i consigli del vostro veterinario di fiducia

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

I 10 cibi più pericolosi per i gatti

Tra gli animali d'appartamento più comuni ci sono i gatti,  i quali possiedono un resistentissimo sistema digerente. Essendo ottimi predatori, sono capaci di digerire carne cruda e detriti di ossa. Anche la formazione della dentatura è composta da...
Gatti

Come far sverminare il gatto

Quando si adotta un gatto appena nato o già piuttosto grande, bisogna innanzitutto sverminarlo. Questo serve per tutelare l'igiene e il benessere fisico del gatto, ma anche per garantire la sicurezza e la pulizia dell'ambiente casalingo dove verrà ospitato...
Cura dell'Animale

Come eliminare i pidocchi dagli uccelli

Anche gli animali, come gli esseri umani, possono soffrire di malattie e disturbi di vario genere. Molti di noi godono della compagnia di animali domestici. Cani e gatti sono certamente in cima alle preferenze per chiunque adotti un nuovo amico. Pertanto...
Animali da Compagnia

Le più comuni patologie del cane

Il cane è un animale generalmente molto forte e resistente, ma anche lui può ammalarsi in modo più o meno grave. Per fortuna molte malattie vengono scongiurate dai vaccini, ma a volte non basta. Alcune patologie purtroppo colpiscono ugualmente i nostri...
Gatti

Come eliminare le pulci dal gatto con rimedi naturali

I nostri amici a quattro zampe, specialmente quelli che vivono molto tempo fuori casa come i gatti, incorrono spesso in un problema fastidioso, quello delle pulci. Le pulci sono piccoli parassiti che possono insediarsi sul pelo del gatto, provocando prurito,...
Cani

Come capire se il cane ha i vermi

Avere un cucciolo di cane in casa, oltre ad essere un elemento di gioia per l'intera famiglia, rappresenta anche un impegno non indifferente. L'animale, infatti, non deve essere considerato unicamente un compagno di giochi, ma un essere vivente che necessita...
Gatti

Come eliminare le pulci sui gatti

Se abbiamo dei gatti è importante sapere che specie se amano uscire fuori dalla casa, possono incorrere nelle pulci. Se ciò accade diventa abbastanza difficile gestire la situazione, per cui è opportuno intervenire con dei prodotti adeguati atti a...
Animali da Compagnia

Come fare se un cucciolo ha i vermi

La maggior parte dei cuccioli appena nati hanno almeno un paio di vermi che gli vengono trasmessi dalla loro mamma mentre sono nel suo grembo, o attraverso il suo latte durante il periodo dell'allattamento. Siccome i cuccioli spesso non mostrano alcun...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.