Gli animali sui mezzi pubblici: regole e divieti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Cani, gatti e uccellini non mancano nelle case degli italiani. Pare infatti di essere davvero un popolo amante degli animali; lo dimostrano i sondaggi, lo ufficializza la recente ordinanza ad opera del ministro Brambilla, sottoscritta con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani. Le novità normative riconoscono sempre più libertà e dignità ai piccoli amici che, nonostante la loro diffusione e popolarità, finora non erano ammessi nei luoghi pubblici, tranne qualora esplicitamente consentito. Grazie all'ordinanza, invece, finalmente ogni padrone potrà accedere ai luoghi aperti al pubblico, nei pubblici esercizi e sui mezzi di trasporto, senza separarsi dal caro amico peloso. Vediamo nel dettaglio proprio le regole e i divieti per l’accesso ai mezzi pubblici.

26

Occorrente

  • Voi, il vostro amico peloso, un po' di buon senso e ordinanza alla mano (nel caso a qualcuno venga in mente di contestare)
36

Metteteli dentro il trasportino

Sempre parlando degli amici felini, va ricordato che prima di salire su un mezzo pubblico, essi vanno collocati negli appositi trasportini, ovvero delle gabbiette che devono avere i bordi rigorosamente stondati onde evitare di danneggiare involontariamente nel trasporto gli altri passeggeri. Per i viaggi in aereo la cosa si complica, perché ovviamente si esce dal nostro Paese e ogni popolo si sa, nonostante l'UE cerchi dare delle direttive comuni, ha le sue regole, pertanto si consiglia di rivolgersi al call center della compagnia aerea interessata.

46

Accertatevi della taglia del vostro animale

Per quanto riguarda Alitalia, la distinzione è innanzitutto tra animali di piccola taglia, che possono viaggiare come bagaglio a mano, in appositi contenitori in cui dovranno restare per tutta la durata del viaggio, pagando un supplemento, e animali di grossa taglia che sono purtroppo ammessi solo nella stiva, anche se adeguatamente pressurizzata. In entrambi i casi è necessaria una preventiva prenotazione. Anche in questo caso per i cani guida non valgono le restrizioni illustrate e il viaggio è gratis.

Continua la lettura
56

Munitevi di guinzaglio e museruola

Anche sui treni vige la regola di un solo animale per persona ma, mentre cani, gatti e altri animali di piccola taglia viaggiano gratuitamente, a patto di essere trasportati in appositi contenitori, i cani di grossa taglia possono essere ammessi solo se muniti di guinzaglio e museruola e pagando un ticket pari al 50% del costo del biglietto di seconda classe. Importante, sempre per i cani più grossi, è avere con sé il certificato di iscrizione all'Anagrafe Canina del proprio Comune di residenza e il libretto sanitario, perché in caso di controllo, se sprovvisti, potreste essere multati e invitati a scendere dal mezzo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Anche se le regole sono più o meno le stesse per tutto il Paese, meglio leggersi anche l'ordinanza del Sindaco della vostra città.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come portare un cane al mare

I cani amano, come molti altri animali, divagarsi, uscendo dal contesto abitativo in cui vivono. Passeggiare lungamente, recarsi in posti nuovi, girovagare all'aria aperta, sia nelle giornate di sole estive che in quelle invernali, sono situazioni che...
Cani

Regole per portare il cane in spiaggia

In una periodo come quello estivo non è una novità purtroppo, sentire al telegiornale o leggere sui quotidiani l'aumento esponenziale degli abbandoni dei cani per strada. Si tratta di una cattiva realtà, attuata da gente ignorante e senza scrupoli,...
Cani

I 10 errori più comuni che gli uomini commettono con i loro cani

Nascere come buoni padroni di un cane non è mai così scontato. Anche il padrone più affettuoso e premuroso, nel rapporto con il proprio cane, commette spesso degli errori che vanno corretti nel più breve tempo possibile. Come stabilire una buona relazione...
Gatti

I cibi da non servire al proprio gatto

Il gatto, assieme al cane, è sicuramente l'animale domestico più diffuso al mondo. In origine usato esclusivamente per mantenere i topi distanti dalle abitazioni, è entrato pienamente a far parte della vita dell'uomo, divenendo un ottimo animale da...
Gatti

Come preparare il gatto per un’esposizione felina

Preparare il gatto per un'esposizione felina può essere un'esperienza divertente ma bisogna seguire alcune regole. Per questo è importante informarsi bene sul regolamento previsto dalla singola Federazione o Associazione che organizza l'esposizione....
Volatili

Come allontanare le arvicole

Ogni mattino il tuo orticello sembra aver passato una tempesta nella notte? I semi che hai appena piantato sono spariti nel nulla? I tuoi alberi da frutto disseccano uno dopo l'altro? Niente paura! È tutta colpa delle arvicole. Le arvicole sono roditori...
Gatti

Tutto sul Norvegese delle Foreste

Il gatto delle foreste norvegesi, detto anche: "Norsk Skogkatt" è una antica razza di gatti originaria dei paesi scandinavi. La storia del gatto delle foreste norvegesi è ricca di leggende legate al popolo dei Vichinghi. Si narra, infatti, che questo...
Cani

Tutto sull'Ainu-Ken

A volte sapere di che razza è il proprio cane è utilissimo. Quando infatti assume comportamenti strani, l'ideale è cercare in rete se è normale o anomalo. Una delle più prestigiose razze di cani presenti in giro, è sicuramente l'Ainu-Ken. Si narra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.