Guida ai pesci d'acquario

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se avete intenzione di allestire un acquario tropicale, è importante valutare bene le dimensioni della vasca e soprattutto sapere in anticipo quali tipi di pesci intendete inserire nel contesto. Tali considerazioni sono fondamentali, in quanto le varie specie di esemplari prediligono un habitat specifico. In riferimento a ciò, ecco una guida dettagliata ai pesci d'acquario.

24

I Neon

La maggior parte dei pesci tropicali provengono dal Centro America e soprattutto dall'Amazzonia, e quasi tutti vivono in un habitat ricco di vegetazione, e soprattutto con acqua dolce avente un Ph decisamente acido che oscilla tra 6,5 e 7,00. Premesso ciò, possiamo dunque scegliere i vari esemplari come ad esempio i Neon, gli Scalari ed i Black Molly. In riferimento ai primi, è importante sottolineare che si presentano con un corpo bicolore (rosso e blu), prediligono un habitat non troppo luminoso, crescono fino a 5 centimetri di lunghezza ed amano vivere in gruppi di almeno dieci esemplari.

34

Gli Scalari

Un altro pesce molto comune ma davvero bello sia per colori che per forma, è sicuramente quello appartenente alla cosiddetta famiglia degli Scalari. La denominazione deriva dal fatto che la loro forma parte tondeggiante dalla testa, e si sviluppa come un triangolo verso metà corpo, per poi restringersi in prossimità della pinna. Il colore in genere è argenteo, con delle striature perpendicolari nere o grigie. Gli scalari tra l'altro amano vivere in coppia, provengono dall'Amazzonia e per la loro elegante nuotata vengono definiti "pesci angelo". La bellezza di questi esemplari, richiede però particolari accortezze soprattutto in termini di pulizia, in quanto sono piuttosto delicati e quindi di fondamentale importanza è la cura del Ph dell'acqua, che non deve in nessun caso superare i 6,5 di acidità.

Continua la lettura
44

I Black Molly

Avere a disposizione un acquario tropicale ricco di colori e di vegetazione, è importante sia per un fattore ambientale tale da costituire un micro habitat naturale che per quello puramente estetico, in cui i colori dei pesci creano degli straordinari effetti cromatici con le piante acquatiche. Per completare un acquario che soddisfi i suddetti requisiti, un terzo pesce che vale sicuramente la pena di allevare è il cosiddetto Black Molly. Si tratta infatti di un esemplare che è originario del Centro America, cresce fino a 15 centimetri di lunghezza, è di colore nero ed ama cibi vegetali il che significa alimentarlo con dei composti liofilizzati vendibili nei centri di acquariologia. Infine è importante sottolineare che i Black Molly sopravvivono bene in un acquario che non supera i 7,5 gradi di acidità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come Allevare E Far Riprodurre Il Black Molly

Il Black Molly è un grazioso pesciolino che appartiene alla famiglia delle Pecilidi, una specie che, incredibile ma vero, non esiste in natura. Essa è stata creata con sapienti selezioni facendo accoppiare esemplari della stessa famiglia, seguendo le...
Pesci

I principali pesci marini per acquario

Prendersi cura del proprio acquario potrebbe non essere affatto semplice. Ciò significa non solo eseguire la giusta manutenzione, ma informarsi al meglio anche sulla tipologia di pesci da poter inserire al suo interno. Infatti, integrare dei nuovi pesci...
Pesci

Guida ai più bei pesci tropicali

I pesci tropicali sono molto diversi tra loro e mentre alcuni sono aggressivi, altri hanno invece un'indole più tranquilla. Inoltre, ognuno ha delle esigenze particolari che devono essere considerate, prima di trasferirli in un acquario. A tale proposito,...
Pesci

Acquario: come scegliere i pesci d'acqua dolce

Gli animali acquatici vivono in un ambiente ben preciso, l'acqua. Tuttavia non tutte le tipologie di acque sono uguali, di conseguenza le specie sviluppatesi in una determinata zona, in acqua salata o dolce, differiscono di molto, e spesso possono risultare...
Pesci

10 passi per allestire un acquario d’acqua dolce

Se intendiamo allestire un acquario di acqua dolce, è importante sapere che ci sono delle regole ben precise da seguire, per ottenere un ecosistema tale da favorire la sopravvivenza di pesci e piante. A tale proposito ecco una lista in cui in 10 passi,...
Pesci

Come allevare una coppia di scalari

Con le loro pinne ventrali filamentose e l'alternanza di bande nere sul corpo argenteo, gli scalari sono una delle specie ittiche d'acqua dolcevita più diffuse negli acquari di tutto il mondo. In questa guida vedremo, nello specifico come allevare una...
Pesci

Come scegliere i pesci per un acquario marino

Quando allestiamo un acquario marino, possiamo scegliere tra quello tropicale e mediterraneo. Entrambi offrono la possibilità di allevare ed ammirare alcuni tra i più belli e colorati pesci del mondo. Tenendo conto dei costi di importazione di quelli...
Pesci

Come abbassare il pH in acquario

Il ph regola l'acidità o la basicità dell'acqua. Tra i vari interventi di manutenzione ordinaria, controlla periodicamente questo valore, per evitare danni a pesci e piante tropicali o marine. In genere, in un acquario d'acqua dolce l'acidità non deve...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.