Guida ai principali animali onnivori

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli animali hanno conquistato il dominio del pianeta grazie all'adattabilità del comportamento e alle notevoli capacità di movimento. A secondo del cibo di cui si nutrono, essi si classificano in tre grandi gruppi: carnivori, erbivori e onnivori. Mentre coloro che appartengono ai primi due gruppi si cibano rispettivamente solamente di carne e di vegetali, gli onnivori si cibano di alimenti di entrambe le tipologie. Vediamo, nella guida che segue, in cosa consistono le principali specie che appartengono a quest'ultima categoria.

26

Occorrente

  • Appunti
36

I mammiferi vanno in letargo

Fra i mammiferi, i principali onnivori sono le volpi e gli orsi. Questi ultimi si nutrono prevalentemente di salmoni e piccoli animali, ma mangiano anche bacche, frutta e verdure, come cicoria, carote e germogli. La loro dieta varia durante l'anno: nella fase precedente al letargo accumulano scorte di grasso che gli serviranno durante l'inverno; nella fase di risveglio si nutrono di piante erbacee e di carcasse di animali morti. Lepri, conigli, roditori, ricci, insetti, uccelli e lombrichi risultano essere il pasto preferito delle volpi, le quali, tuttavia integrano la loro dieta con frutta e bacche, soprattutto durante la stagione più calda.

46

Il topo mangia un po' di tutto: dai cereali alla frutta

Sebbene la sua alimentazione preveda prevalentemente frutta, ortaggi, radici e cereali, anche il suino viene considerato un mammifero onnivoro, questo perché mangia piccole quantità di carne, in particolar modo negli allevamenti e nelle fattorie. Tra i mammiferi roditori ad avere un'alimentazione che comprende cibi di diversa natura è da annoverare il topo. Infatti, oltre al tipico formaggio, è solito mangiare un po' di tutto: dai cereali alla frutta, dalle verdure alla carne, soprattutto larve e insetti. Nella categoria dei marsupiali il principale onnivoro è l'opossum che si nutre di foglie e bacche degli alberi, spogliando questi della loro corteccia e provocandone danni considerevoli.

Continua la lettura
56

La blatta è anche conosciuta con il nome di scarafaggio

Anche fra i pesci sono inoltre presenti alcune specie che si nutrono sia di animali che di piante. Tipiche sono la carpa e la tinca, che si cibano di un po' di tutto e, fra i crostacei, alcune specie di gamberi e di granchi. Nella categoria degli uccelli sono onnivori i volatili, appartenenti alla famiglia dei corvidi e a quella dei passeriformi, i polli e i cigni. Infine, nella categoria degli insetti sono collocati alcuni onnivori per eccellenza, come la blatta e il grillo. La blatta è anche conosciuta con il nome di scarafaggio, è un animale molto vorace ed è diffusa in tutto il mondo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

I mammiferi più pericolosi al mondo

Il mondo animale è pieno di meravigliose creature, ma non tutte sono docili e sicure per l'essere umano. In realtà, più di 3/4 dei circa 5000 mammiferi esistenti, sono più piccoli dell'uomo. Altri invece sono impiegati come animali da lavoro e come...
Rettili e Anfibi

Invertebrati: ambiente di vita e nutrizione

La parola "Invertebrati", coniata alla fine del XVIII secolo dal naturalista e zoologo Jean-Baptiste de Lamarck, indica tutti gli animali sprovvisti di colonna vertebrale e che non sono in grado di svilupparla. Se diamo uno sguardo all'etimologia della...
Altri Mammiferi

L'allevamento del petauro dello zucchero

Il petauro dello zucchero è un piccolo mammifero marsupiale australiano della famiglia dei Petauri. Viene denominato anche "scoiattolo volante", per via della sua particolare caratteristica: è capace di spiccare lunghi salti e di planare per mezzo di...
Pesci

Acquario: come scegliere i pesci d'acqua dolce

Gli animali acquatici vivono in un ambiente ben preciso, l'acqua. Tuttavia non tutte le tipologie di acque sono uguali, di conseguenza le specie sviluppatesi in una determinata zona, in acqua salata o dolce, differiscono di molto, e spesso possono risultare...
Altri Mammiferi

Tutto sul grizzly

Il grizzly è una varietà nordamericana di orso bruno. Dall'aspetto minaccioso è prettamente solitario, ad eccezione dei cuccioli e delle femmine. In estate, si raduna in gruppi nei principali luoghi di pesca, per banchettare con i salmoni. Grande predatore...
Rettili e Anfibi

Tutto sul ramarro

Il ramarro è un rettile appartenente alla famiglia delle Lacertidae. In natura se ne distinguono due specie: quella orientale e quella occidentale. Naturalmente, se avete un forte interesse nei confronti di questo specifico animale, dovrete anche conoscere...
Volatili

Come riconoscere un gallo

Il gallo è sicuramente la figura di spicco nel pollaio; questo animale canta alle prime luci dell'alba per annunciare il nuovo giorno. Esso si riconosce facilmente, anche se agli occhi delle persone inesperte può sembrare identico alla gallina. In realtà...
Cura dell'Animale

5 regole d'oro per la cura delle galline

Se abbiamo a disposizione un bel giardino, dotato della giusta ampiezza o se magari abitiamo in campagna, l'allevamento e la cura delle galline possono rappresentare un'idea intrigante, sia se siamo interessati alla produzione di uova, sia se lo facciamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.