Guida ai principali pesci del Mediterraneo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I fondali marini vengono popolati da diverse specie di pesci. Pur differenti in dimensioni, colore e caratteristiche, convivono insieme in un perfetto equilibrio naturale. Questo mondo sconfinato affascina grandi e piccini. Non bisogna andare troppo lontano per osservarne alcune varietà interessantissime. Dall'acciuga, all'anguilla, al calamaro ed al capone, il Mediterraneo pullula di pesci, offrendo alle nostre tavole sapori e colori diversi. In questa guida analizzeremo i principali, limitandoci solo a tre ed alle loro caratteristiche.

27

Occorrente

  • Un boccaglio
  • Una maschera
37

Sardine

Il Mar Mediterraneo si caratterizza per le sue acque pressoché limpide e dalle miti temperature. Gli abissi vengono popolati da un'ampia varietà di pesci. Tra i principali si collocano le sardine. Appartengono alla categoria del pesce azzurro, molto comune nelle nostre tavole. Si prestano a diverse ricette ed alla marinatura. In questo caso, per ottenere risultati ottimali, lasciali marinare per due o tre orette. Le dimensioni delle sardine non superano i 20 centimetri ed hanno una corporatura piuttosto sottile. Presentano, inoltre, un dorso lucido dal colore azzurro tendente al verde.

47

Naselli

Il Nasello, pesce di taglia media, popola prepotentemente le acque del Mediterraneo. Si distingue dagli altri pesci per il corpo allungato e compresso. La testa è lunga e la bocca grande dalle mascelle pronunciate. I denti interni sono mobili. Le pinne dorsali sono diverse. La prima è triangolare; la seconda è lunga e con la parte posteriore molto alta. Il dorso e le pinne sono di colore grigio, mente il ventre è bianco ed i fianchi argentati. Questi pesci, tipici del Mediterraneo, raggiungono una lunghezza di quasi 50 centimetri. Possono arrivare anche a 110 centimetri. Le femmine crescono molto rapidamente.

Continua la lettura
57

Tonni

Il Tonno, pesce di taglia grande, appartiene alla famiglia dei Tunnidi. Anch'esso popola il Mediterraneo e si contraddistingue dagli altri perché l'unico a sangue caldo. Il corpo robusto, fusiforme e leggermente compresso, viene coperto da piccole squame (più grandi nella parte anteriore e più piccole verso la coda). Le pinne pettorali sono molto corte. In genere, il dorso è blu scuro, i fianchi e le pinne sono invece grigi. Le pinnule sono gialle e diventano molto più intense nella stagione riproduttiva, sopratutto nelle femmine. Può tranquillamente raggiungere i 300 centimetri e pesare anche 700 chili. Rientra tra i pesci del Mediterraneo particolarmente longevi. Può vivere fino a 20 anni. Semigrasso, 100 grammi di prodotto apportano 158 calorie.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le acque del Mediterraneo ospitano un'ampia varietà di pesci. Per conoscere i restanti, consultare gli appositi elenchi rintracciabili su internet
  • Per osservare pesci interessanti non devi per forza recarti ai tropici. Basta una delle nostre spiagge, un boccaglio ed una maschera
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

I 5 pesci più strani in assoluto

Il mare è forse l'ecosistema che racchiude in sé le specie animali più strane in assoluto. Forse le grandi profondità sono i luoghi che nascondono il maggiore numero di specie dagli aspetti inusuali e apparentemente paurosi. In realtà, le loro forme...
Pesci

Come scegliere i pesci per un acquario marino

Quando allestiamo un acquario marino, possiamo scegliere tra quello tropicale e mediterraneo. Entrambi offrono la possibilità di allevare ed ammirare alcuni tra i più belli e colorati pesci del mondo. Tenendo conto dei costi di importazione di quelli...
Pesci

Come riconoscere un riccio marino commestibile

Sulla spiaggia, sarà capitato di vedere qualche sub appena fuoriuscito dall'acqua. Ed a volte, ancora munito di maschera e pinne, reca con sé una cassetta colma della sua pesca. Il mare è generoso e, fra tutti i suoi prodotti, quella cassetta potrebbe...
Pesci

Come Distinguere Una Murena Da Un'Anguilla

In questa guida vedremo come distinguere una murena da un'anguilla. Vedremo tutte le caratteristiche della murena in modo tale da riuscire a distinguerla da un'anguilla in maniera netta e sicura. Ovviamente questi due differenti anguilliformi hanno strutture...
Pesci

I principali pesci del mar Adriatico

I mari che bagnano l'Italia sono molto pescosi, e tra questi troviamo l'Adriatico che alla pari del Mediterraneo centrale e meridionale, vanta anch'esso una vasta varietà di pesci che sono molto prolifici, tra i più pescati e cucinati. In riferimento...
Pesci

Come riconoscere l'ombrina

L'ombrina è uno tra i pesci più apprezzati dalle famiglie italiane: è una specialità di pesce molto gustosa e ricercata che si presta a diversi piatti e cotture. È facilmente reperibile nei mercati, trovandosi anche congelata o di allevamento. Ma...
Cani

Come prendersi cura di un cane con la lesmaniosi

Con il periodo estivo e le imminenti vacanze al mare, anche dei nostri quadrupedi, si ripresenta puntuale il terrore della Leishmaniosi. La Leishmaniosi è una grave malattia infettiva che può colpire i cani e marginalmente l’uomo. Purtroppo è presente...
Pesci

Come riconoscere il cefalo comune

Quando si acquista del pesce per una deliziosa cenetta romantica o per un pranzo tra amici bisogna informarsi su ciò che si sta per prendere. Il cefalo comune, noto anche come muggine, è un pesce apprezzato per la prelibatezza delle proprie carni e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.