Guida all’acquisto di una tartaruga

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La tartaruga è diventata già da un po' di anni l'animale domestico preferito di molte persone. Grazie alla sua mansuetudine e alla totale innocuità verso l'uomo, infatti, questo rettile è riuscito a conquistarsi le preferenze di molti amanti degli animali, che sono sempre più lieti di ospitarli nelle loro case. L'acquisto di una tartaruga come animale domestico può essere divertente ed emozionante non solo per i bambini, ma anche per tutti gli adulti; ad ogni modo, la scelta deve essere fatta valutando attentamente una serie di fattori, in modo tale da consentire all'animale di vivere in modo sano e a lungo. A questo proposito, con i passaggi seguenti vi daremo una breve guida all'acquisto di una tartaruga.

24

Scegliere la vaschetta

Cominciamo subito col dire che esistono diverse specie acquatiche e varie sottospecie di tartarughe che crescono in diverse dimensioni e come tali necessitano di un habitat adeguato. In genere, il corpo adulto di una tartaruga in cattività non dovrebbe occupare più di un quarto della lunghezza della vasca. Una tartaruga acquatica ha bisogno di una vasca piuttosto profonda per essere in grado di nuotare e immergersi nella minima quantità di acqua, che è quella sufficiente per ricoprire l'intero guscio. Solamente mettendo in pratica queste accortezze si garantirà un ambiente sano all'animale.

34

Sistemare l'ambiente

Le specie acquatiche più comuni hanno bisogno anche di una zona fuori dall'acqua. Creare quindi una rampa con della ghiaia o sabbia è molto importante per allevare una tartaruga; in alternativa, anche un pezzo di polistirolo rappresenta una valida alternativa, nonchè un buon galleggiante. Anche la dimensione è un aspetto da tenere in considerazione, in quanto è correlato con il problema dello spazio disponibile; alcune delle specie semi-acquatiche ed acquatiche si trovano comunemente in commercio presso negozi specializzati, altre invece, come le tartarughe che vivono nel fango e nel muschio, rimangono abbastanza piccole dal punto di vista delle dimensioni. Conoscere questi fattori aiuterà sicuramente nell'effettuare la scelta corretta.

Continua la lettura
44

Scegliere la tartaruga

Il colore delle tartarughe dalle orecchie rosse è tipicamente nero, con esplosioni di verde brillante, sporadiche macchie sulle orecchie e delle marcature giallastre lungo tutto il guscio. Le tartarughe da muschio sono invece di colore scuro con una striscia gialla sulla testa, mentre quelle di fango sono più leggere e con dei colori più blandi. Il consiglio è sicuramente quello di evitare di acquistare quelle che possono diventare molto grandi. Alcuni esemplari di femmine, infatti, possono crescere fino a 2 metri di lunghezza e possono essere molto pesanti ed aggressive: tendono ad infliggere de morsi abbastanza dolorosi; inoltre, ovviamente, necessitano di un ambiente piuttosto ampio per poter crescere. Quando si decide di visitare un centro per l’acquariologia o un terrario di allevamento di tartarughe, al momento di scegliere quella giusta è importante individuare anche lo stato di salute e conoscere le principali patologie a cui può andare incontro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

10 consigli per allevare tartarughe

Le tartarughe sono animali molto affascinanti e dall'aspetto preistorico. In effetti le tartarughe sono un po' preistoriche, ed hanno la straordinaria capacità di vivere per molti e molti anni, diventando centenarie. Si tratta dunque di un animale longevo,...
Rettili e Anfibi

Principali malattie delle tartarughe acquatiche

Le tartarughe acquatiche si distinguono per la loro longevità e robustezza. In cattività, non vale lo stesso, infatti l'85% delle malattie è causato da un'alterazione dell'habitat naturale o da una cattiva alimentazione. È importante, per la prevenzione...
Rettili e Anfibi

Come distinguere il sesso delle tartarughe

Le tartarughe sono animali appartenenti alla specie dei rettili e come tutti gli animali a sangue freddo, trascorrono le prime ore del giorno ad immagazzinare calore per poter riscaldare il proprio corpo ed attivare il proprio metabolismo. Strano a dirsi,...
Cura dell'Animale

Come comportarsi durante il letargo delle tartarughe

Le tartarughe, seguendo l'esempio di altri animali che vivono in ambienti temperati, durante la stagione invernale devono ritirarsi in letargo per non rischiare di avere, successivamente, problemi legati al metabolismo. Con l'arrivo della primavera riprenderanno...
Rettili e Anfibi

Come allevare una tartaruga

Anfibi e rettili stanno sostituendo nelle case di molti italiani cani e gatti. La motivazione è piuttosto semplice: questi animali sono più semplici da gestire, non richiedono passeggiatine al parco, non sporcano, non perdono pelo e per alcuni sono...
Rettili e Anfibi

Come nutrire una piccola tartaruga

Certamente non potete aspettarvi che le piccol diventate poi adulte vi portino il giornale o facciano la fusa, ma sono animali che riconoscono chi si prende cura di loro e le nutre, le acquatiche poi sono dei veri "motoscafo" quando lo individuano anche...
Rettili e Anfibi

Come prendersi cura di una tartaruga di terra

Le tartarughe sono diffuse in tutto il mondo, limitatamente alle zone calde o temperate. Quella più comune in Italia è la tartaruga di Herman, lunga sino a 30 cm e pesante anche 2 Kg, caratterizzata dal carapace molto convesso. Al contrario di quanto...
Rettili e Anfibi

Come pulire il carapace della tartaruga dal calcare

Le tartarughe sono degli animali molto belli, ma anche molto delicati. Tra i vari tipi di tartarughe, quelle d'acqua dolce presentano una particolare necessità: la pulizia del carapace dal calcare. Sono molto soggette a questo tipo di problema, in quanto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.