I 5 mammiferi più velenosi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nel mondo animale, sia predatori che prede utilizzano dei veleni per fronteggiare il nemico. Questo accade sopratutto tra le specie ovipare e tra gli insetti. È molto raro che un mammifero possa adoperare un veleno, ma questo non è impossibile. Esistono in natura diverse specie di mammiferi molto velenosi, a cui bisogna fare attenzione. Questa guida si propone appunto di elencarvi i 5 mammiferi più velenosi.

26

Ornitorinco

L'ornitorinco è uno degli animali più strani e curiosi di tutto il Pianeta. È un mammifero semi acquatico e fa parte della specie dei monotremi. Il maschio dell'ornitorinco utilizza un potente veleno come arma di difesa. Questo è situato sulla parte posteriore delle zampe, che inietta nel nemico. Per il suo veleno non esiste ancora un antidoto, quindi occorre stare molto attenti. La nota positiva è che non è mortale, anche se è in grado di menomare seriamente chi viene attaccato.

36

Lori Lento

Il lori lento della Sonda è un primate strepsirrino. Nonostante il suo viso molto carino, con dei grandi occhioni marroni, questo mammifero è in grado di sferrare dei morsi molto velenosi. Il liquido velenoso proviene dai gomiti e l'animale è in grado di portarlo alla bocca attraverso la saliva. La madre dei cuccioli fa in modo di difenderli spalmando questo veleno sulle loro bocche, così che questi possano contrattaccare i nemici.

Continua la lettura
46

Blarina

In natura esistono varie specie di Blarina, a seconda della posizione geografica. Tutte le blarina hanno però in comune il morso velenoso. Questo veleno è in grado di immobilizzare le prede, come topi e arvicole. Nonostante sia un predatore, si nutre anche di foglie.

56

Toporagno d'acqua

In toporagno d'acqua, diffuso sopratutto in Europa e in Asia, fa parte della famiglia dei Soricidi. Nonostante le sue dimensioni molto ridotte e il raggio visivo molto limitato, i toporagni sono dei predatori molto pericolosi, anche per animali più grandi. Infatti il loro morso velenoso è in grado di immobilizzare civette, ermellini, serpenti e anche alcuni tipi di pesce.

66

Moffetta

La famiglia delle Mephitidae, meglio conosciute come Moffette, sono degli animali molto famosi, sopratutto grazie ai cartoni animati. Hanno la fama di essere maleodoranti e grazie a questa proprietà, allontanare i nemici. Pochi sanno che questi mammiferi secernono una sostanza che, oltre ad essere maleodorante, è anche tossica. Inoltre occorre sapere che questa arma di difesa non è molto efficiente. Infatti una volta utilizzata, occorrono circa 10 giorni per ricaricarsi. Per cui le moffette non la usano molto spesso, ma solo in situazioni di pericolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come riconoscere una vipera e come comportarsi in caso di avvelenamento

I serpenti nella maggior parte dei casi sono velenosi e si possono suddividere in due principali grandi categorie, per cui imparare, a distinguerli e soprattutto a capire se ci troviamo in pericolo o meno, è importante sapere che ad esempio i colubri,...
Rettili e Anfibi

Come comportarsi in caso di un morso della vipera

Durante avventurose escursioni lungo sentieri di montagna è possibile imbattersi in una vipera, temibile rettile reso riconoscibile dalla caratteristica testa larga e triangolare che, nascosta tra la fitta vegetazione, può improvvisamente mordere gli...
Altri Mammiferi

5 mammiferi australiani da vedere e dove trovarli

Quando si parla di animali australiani, si pensa inevitabilmente al koala e ai canguri. Nonostante si tratti delle specie maggiormente diffuse in Australia, non bisogna dimenticare che il continente presenta una fauna tra le più ricche e strane al mondo....
Invertebrati e Insetti

Gli insetti più pericolosi del mondo

Generalmente alcuni insetti come lo scorpione incutono terrore solo a vederli in foto. Da sempre gli insetti sono protagonisti di film avventurosi e horror per due motivi. Il primo è che solitamente strisciano e sono silenziosi per cui sono temuti dall'essere...
Altri Mammiferi

I 10 animali più pericolosi del mondo

Delle specie solitamente ritenute tranquille, apparentemente amichevoli, in realtà possono essere letali, qualora fossero provocati dall'uomo. Tra cui 10 animali che non ti aspetteresti mai di trovare in questa guida, più pericolosi del mondo. Come,...
Altri Mammiferi

I 5 mammiferi più pericolosi

I mammiferi soprattutto i carnivori sono tra gli animali più maestosi e pericolosi dell'intera fauna terrestre. Le loro fauci con denti aguzzi e i loro artigli affilati sono il terrore delle loro prede, frutto del continuo perfezionamento dell'evoluzione...
Altri Mammiferi

Le caratteristiche principali dei mammiferi

I mammiferi sono la classe tassonomica a cui appartiene l'uomo, caratterizzata principalmente dalla capacità di allattare la prole. Le dimensioni dei mammiferi variano notevolmente; si passa da piccoli animali di pochi centimetri ai trenta metri delle...
Altri Mammiferi

I 10 mammiferi più piccoli del mondo

Il mondo degli animali è davvero affascinante e ricco di esemplari dalle diverse caratteristiche. La classe dei mammiferi, ad esempio, comprende una vasta gamma di specie animali. I mammiferi possono essere di grandi o piccole dimensioni. Questi ultimi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.