La comunicazione del gatto: come interpretarla?

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Osservare un gatto è una bellissima esperienza in quanto in alcuni casi si riescono a percepire le loro sensazioni nei nostri confronti e del mondo che li circonda. Il più delle volte capita però di non capire cosa vogliano comunicarci e questo risulta leggermente frustrante perché vorremmo interagire con loro ogni momento. In questa guida spiegherò come capire la comunicazione del gatto e soprattutto come interpretarla, per cogliere ogni segnale del nostro amico a quattro zampe.

25

Osservare la coda

Se un gatto ci si avvicina con la coda ritta, vuole comunincarci che è felice di vederci e ispiriamo fiducia, quindi basterebbe fare sue coccole per remderlo ancora più contento. Se capita di avvicinarsi ad un bel gattone, indotti dalla sua coda che si agita come fosse quella di un cane, convinti che essa rappresenti un canale di accesso spensierato e gioviale, ci imbatteremo di certo nella reazione più inaspettata che potessimo attenderci: il felino si pone in atteggiamento difensivo se non aggressivo. In questo caaso occorre lasciar perdere le coccole almeno per il momento.

35

Ascoltare le fusa

Il gatto fa le cosiddette fusa: sonorità dolcissime effuse dal suo corpo ed associate a movimenti fluidi delle zampe anteriori, che tanto somigliano all'atto di "impastare" o di "pigiare"! Questa è la famosissima danza del latte, un ricordo ancestrale che il gatto collega alla sua mamma e, nello specifico, al momento dell'allattamento: quando, per favorire la fuoriuscita del latte materno, le zampe dei cuccioli devono pigiare le sue mammelle. La cosa straordinaria è che la pratica di questa danza, che il gatto adulto trasferisce generalmente su persone o cose (come coperte o maglioni), viene posta in essere anche da gatti che non hanno avuto con la madre il benché minimo contatto: è, quindi, un istinto primordiale legato alla sua stessa natura!

Continua la lettura
45

Riconoscere i segnali

Esistono altri modi con cui il gatto comunica: miagola quando vuole esprimere vocalmente la sua presenza od un saluto o la richiesta di un attenzione; "soffia", assumendo una tipica espressione aggressiva, quando, invece, stia dimostrando il suo più profondo dissenso verso qualcuno o qualcosa; dorme a pancia all'aria (ma questo è tipico anche dei cani) quando dimostra il suo completo abbandono ed il suo totale affidamento alla persona od alla situazione che sta vivendo; si rannicchia puntando in alto la parte posteriore del suo corpo e contraendo quella anteriore verso il basso quando sta per attaccare qualcosa o semplicemente scattare, per gioco, in un sobbalzo; gratta e spesso distrugge superfici come cartoni, divani, letti o tende per "farsi le unghie", sgranchirsi, cioè, gli artigli quando sono indolenziti.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Osservare bene la postura e gli atteggiamenti di un gatto prima di avvicinarci a lui.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

10 modi per rendere felice il tuo gatto

Il gatto, animale di antica tradizione domestica, spessissimo ormai è un membro della famiglia a tutti gli effetti. Di qualunque razza sia, ci regala la sua compagnia, le sue fusa, il suo affetto, la sua vicinanza intelligente ed indipendente. Se sei...
Cani

Come addestrare un cane ad obbedire

Eccolo lì, il nostro bel cucciolotto, appena arrivato. Ma quel bellissimo animaletto si potrebbe trasformare nel nostro peggiore incubo se non verrà educato in maniera corretta. Addestrare un cane ad obbedire è un processo lungo che richiede molta...
Gatti

Come insegnare al gatto a dare la zampa

I gatti sono delle creature abitudinarie e territoriali e qualsiasi cambiamento che vada ad influire sulla loro vita quotidiana, può trasformarsi in una vera e propria fonte di stress. Alcuni eventi giornalieri devono rispettare i loro orari, in modo...
Gatti

Come fare un massaggio rilassante al gatto

Nonostante i comuni pregiudizi, i gatti amano il contatto con il padrone e le coccole, e sono in grado di dimostrare affetto quanto i cani, anche se ovviamente in maniera diversa. Può essere dunque una buona idea imparare a fare un massaggio rilassante...
Gatti

Come addestrare un gatto facendolo divertire

Riuscire ad addestrare un gatto può rivelarsi un compito molto impegnativo e di certo, richiede una buona dose di pazienza e di tenacia da parte dell'addestratore. Malgrado infatti si tratti di un animale molto intelligente non sempre si ottiene il massimo...
Cani

Come farsi riconoscere capo branco dal proprio cane

Avere un animale domestico è sempre un piacere, specie se si tratta di un cane, che ha la grande capacità di arricchirci la vita in vari modi.Ma i cani sono animali da branco indi per cui necessitano di un capo branco che gli detti le regole della vita...
Cani

Le 5 migliori razze di cani per chi lavora tutto il giorno

Il cane, si sa, è il miglior amico dell'uomo. Con lui possiamo sempre giocare e rilassarci dopo una lunga giornata di stress. Infatti, dopo aver lavorato tutto il giorno è sempre piacevole trovare un amico giocherellone con cui rilassarsi un po'. Purtroppo...
Gatti

10 motivi per avere un gatto nella nostra vita

Decidere di andare a vivere da soli o con il proprio compagno è sempre un passo molto importante da fare. Si è indipendenti ma si condividono gli spazi. Ma quando arriva il momento di rientrare dal lavoro stanchi spesso non c'è nessuno ad accoglierci....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.