Le caratteristiche della iena

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Chi ama viaggiare lo sa, scoprire nuovi posti affascinanti è certamente un'esperienza da vivere almeno una volta nella propria esistenza. A secondo di quali luoghi vengono visitati, specialmente quando ci si allontana dai centri abitati, può comportare l'incontro con animali poco conosciuti, come ad esempio la iena. Questo animale, per niente o quasi presente nel territorio italiano, per noi è un animale incognito. Qualora lo vedessimo, certamente avremmo un momento di stupore. Divoratrice notturna di carcasse e occasionale cacciatrice carnivora, presenta anche lati dolci e materni, specie con i propri cuccioli. A partire dal 2011, è entrata purtroppo a far parte delle specie in pericolo di estinzione. Per saperne di più, seguite i cari passi di questa guida, in cui vi saranno spiegato alcune delle caratteristiche tipiche della iena.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Spirito di osservazione
  • Attenzione
37

Le iene possono vivere in zone molto aride, perché sono capaci di sopravvivere con piccole quantità di acqua. La loro predilezione per i meloni fa sì che alcuni agricoltori le uccidano, nonostante il loro status di protezione. Il continente nel quale sono numerose è sicuramente quello africano, e più precisamente nella zona meridionale. La iena vive solitamente in piccoli clan che variano da cinque a dieci esemplari composto da un singolo maschio alfa e diverse femmine subordinate, oltre a cuccioli e sub-adulti. Essi segnano la loro presenza con l'urina, che riesce a marcare il territorio da 300 km fino a 480 km. È una abilissima cacciatrice che si procura il cibo autonomamente fin da piccola.

47


La iena di muove essenzialmente nelle ore più fresche della giornata. Questo rende più facile il reperimento delle carcasse. È ghiotta di insetti, uova, lucertole, roditori e uccelli. Il maschio alfa del clan, così come i suoi fratelli, si può accoppiare solo con una femmina dello stesso branco. Protegge la sua compagna e la aiuta a nutrire i cuccioli nei primi mesi di vita. Le altre femmine possono supportare la madre ad allattare i piccoli, se il suo latte non dovesse bastare. I giovani adulti sono molto protettivi nei confronti dei loro compagni, specie nelle situazioni di pericolo, e sono pronti a dare la loro stessa vita. Tutta la comunità è impegnata ad assicurare loro cibo fino a quando non saranno in grado di procurarselo da soli.

57

Guarda il video

Continua la lettura

Approfondimento

Tutto sulla pantera
67

La iena comunica attraverso ringhi, vagiti simili ad un piagnucolio, con un caratteristico timbro gutturale che sembra una risata stridula. Usa molto spesso il linguaggio del corpo: l'abbassamento delle orecchie, la camminata veloce, il digrignare dei denti e il drizzare della criniera sono tutti segnali che hanno un ruolo preciso nella comunicazione tra i membri del clan. I giovani raggiungono la maturità dai 15 ai 30 mesi, ma tendono a rimanere in famiglia più a lungo per sfruttare l'approvvigionamento comunitario del cibo. Le iene hanno un tasso di mortalità relativamente basso se confrontato con quello di altri carnivori: non supera infatti i 10-12 anni. La causa principale di morte è l'incapacità di cacciare, questo perché i loro denti diventano sempre più usurati.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • State attenti a non avventurarvi nei luoghi che predilige la iena nelle ore fresche della giornata.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Tutto sul grizzly

Il grizzly è una varietà nordamericana di orso bruno. Dall'aspetto minaccioso è prettamente solitario, ad eccezione dei cuccioli e delle femmine. In estate, si ...
Altri Mammiferi

Come allevare i topi

Esistono diversi motivi per allevare i topi come animali domestici, ma qualunque sia la ragione, vi sono delle regole specifiche da rispettare per ottenere un ...
Altri Mammiferi

Tutto sul puma

Il puma, chiamata anche coguaro o leone di montagna, è un mammifero fortemente territoriale e solitario. Pochi animali sono inclini ad errori di identificazione come ...
Altri Mammiferi

Tutto sull'alce

L'alce ("alces alces") è un mammifero tipico delle zone polari appartenente alla famiglia dei cervidi che si distingue per la prominenza dei palchi dei ...
Gatti

Allevare i gatti di razza: consigli e strategie

Allevare i gatti di razza è un impegno non semplice: occorrono, oltre alla passione ed all'amore per il mondo felino, anche dei particolari accorgimenti ...
Altri Mammiferi

Tutto sulle orche

L'orca è uno splendido esemplare appartenente al regno del mare. In questa guida conoscerete tutto ciò che c'è di più saliente da sapere ...
Cura dell'Animale

5 animali da vedere in Namibia

La Namibia è uno fra i paesi africani più affascinanti: per anni parte del Sudafrica, è stato dichiarato indipendente da circa 25 e continua a ...
Altri Mammiferi

Tutto sul leopardo

Il leopardo rappresenta senza dubbio una delle specie animali più affascinanti che ci siano. Questo animale appartiene alla famiglia dei Felidi e naturalmente si può ...
Gatti

Tutto sul Soriano

Il gatto è un mammifero appartenente alla famiglia Felidi dell'ordine carnivori: è un ottimo animale di compagnia, grazioso, dolce e tenero, molto giocherellone e ...
Cani

Tutto sul boerboel

Il Boerboel è una razza canina non riconosciuta dalla Fédération cynologique internationale e per questo non dovrebbe essere catalogato all'interno di uno dei gruppi ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.