Le piante velenose per le tartarughe

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Accudire un animale non è mai semplice: ogni specie necessita di un certo tipo di attenzione ed anche di un certo tipo di alimentazione. Vi sono alimenti che è bene non somministrare ad alcuni animali da compagnia, in quanto potrebbero risultare tossici e fatali per loro. Ad esempio è bene che evitiate i dolci per cani e gatti, ed anche alcuni tipi di verdure e piante. Nel caso delle piante e delle verdure, dovrete sapere che ce ne sono alcune molto pericolose e nocive soprattutto per animali quali le tartarughe. Seppur esse siano molto longeve, dovrete fare attenzione a ciò che potrebbero mangiare, anche accidentalmente. Ma quali sono le piante più pericolose per le tartarughe? Ed è proprio di questo che vi parlerò in questa lista, nello specifico vi elencherò le piante velenose per le tartarughe.

26

L'agrifoglio

L'agrifoglio è una pianta molto comune in parecchi giardini dato che viene sfruttata per creare delle siepi. Si tratta anche della pianta tipica del natale, date le sue piccole bacche rosse ed anche le sue foglie dalla forma aguzza. Questa banale pianta rientra nella categoria delle piante velenose per le tartarughe: sono pericolose sia le foglie che le sue bacche, dunque dovrete evitare di tenerla in casa o nel vostro giardino.

36

L'avocado

L'avocado è un tipico frutto esotico, che da un po' di tempo ha fatto capolino anche sulle nostre tavole e nei nostri giardini. Si tratta di un frutto che assomiglia vagamente ad una pera verde (per via della sua forma) e che al suo interno è giallo con un grosso nocciolo al centro. Anche questo frutto, con annesso nocciolo e relativa pianta, rientrano tra le piante velenose per le tartarughe.

Continua la lettura
46

Le ciliegie

Le ciliegie sono un frutto tipico dell'estate e molto amato. Come tutti ben saprete sono piccole e rosse, mentre la pianta da cui nasce presenta foglie di un verde chiaro e dalla forma affusolata. Dovrete prestare attenzione qualora la vostra tartaruga giri libera per casa o per il giardino, in quanto le ciliegie (il frutto, i semi ed anche le foglie dell'albero) rientrano nella categoria delle piante velenose per questo animale.

56

I funghi

I funghi sono molto comuni per chi vive in montagna, dato che è proprio lì che proliferano, ai piedi degli alberi. Vengono sfruttati molto in cucina per creare sia dei primi piatti che dei secondi, e sono tipici della stagione autunno/inverno. Ne esistono di moltissime varietà diverse, di cui alcune sono velenose anche per l'uomo. Anche i funghi rientrano nella categoria delle piante velenose per le tartarughe.

66

La mela

La mela è un frutto tipico dell'autunno/inverno che possiede delle proprietà benefiche per l'essere umano. Non a caso tutti voi conoscerete il famoso detto "una mela al giorno toglie il medico di torno". Lo stesso detto non vale, però, per le tartarughe: anche la mela (sia il frutto che le foglie, ed anche i semi) sono pericolosi per esse, in quanto velenosi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Le piante velenose per i gatti

Se il vostro micio, oltre ad essere un pantofolaio che cerca posticini in cui dormire indisturbato, è un brillante e coraggioso esploratore ed entra in contatto con le piante del terrazzo o, addirittura, è libero di sgattaiolare nel giardino, prestate...
Rettili e Anfibi

Tartarughe: classificazione e anatomia

Le tartarughe, questi rettili così diffusi in tutto il nostro pianeta, hanno una storia davvero antica. Si considera che la loro presenza risalga all'incirca a 220 milioni di anni fa, nel periodo del tardo Triassico. Le tartarughe riuscirono a sopravvivere,...
Rettili e Anfibi

Come prendersi cura delle tartarughe di acqua dolce

Le tartarughe sono degli animali abbastanza belli e riescono in un certo senso anche ad essere affascinanti. Se si amano questi animali si possono comprare delle piccole tartarughe di acqua dolce. Se si decide di acquistare le tartarughe bisogna garantire...
Rettili e Anfibi

5 modi per proteggere le tartarughe dal caldo

Le tartarughe, essendo rettili, sono creature eteroterme, il che significa che la loro temperatura corporea è la stessa dell'ambiente in cui vivono. Esse non sono, a differenza dei mammiferi, dotate di strutture che permettono di regolare il calore del...
Rettili e Anfibi

Il letargo nelle tartarughe mediterranee

Se siete degli appassionati di tartarughe o se possedete delle tartarughe mediterranee e vorreste capire un po' di più dei meccanismi che regolano il loro stile di vita, questa guida fa al caso vostro. Le tartarughe mediterranee sono tra le specie di...
Gatti

Come organizzare una casa a prova di gatto

I gatti sono dei teneri e silenziosi compagni di vita di molti esseri umani. La curiosità e la giocosità sono parte del fascino di un gatto, ma questa tendenza ad esplorare ogni singolo angolo può spesso trasformarsi in una delle cause di infortuni....
Rettili e Anfibi

Come far accoppiare le tartarughe

Fra tutti gli animali che decidiamo di rendere compagni della nostra vita, i rettili sono quelli più complessi da allevare in cattività. Ad ogni modo è possibile ridurre al minimo i problemi e raggiungere degli ottimi risultati. Qui di seguito vi parleremo...
Rettili e Anfibi

10 consigli per allevare tartarughe

Le tartarughe sono animali molto affascinanti e dall'aspetto preistorico. In effetti le tartarughe sono un po' preistoriche, ed hanno la straordinaria capacità di vivere per molti e molti anni, diventando centenarie. Si tratta dunque di un animale longevo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.