Le principali specie di anfibi presenti in Italia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Al contrario di ciò che si pensa, in Italia esistono una varietà notevole di anfibi. Grazie anche al territorio alquanto favorevole per questi particolari animali sospesi tra la terra ferma e l'acqua, i quali possono vivere e riprodursi in totale tranquillità. Nella lista che segui infatti, andremo ad elencare le principali specie di anfibi presenti sul terreno italiano.

26

Raganella italiana

Come da nome, la raganella italiana è un anfibio presente per la maggior parte in Sardegna, in Liguria e in alcune zone della Puglia. Presenta un corpo tondeggiante ed è di colore verde smeraldo. Non raggiunge la lunghezza massima di 5 cm. La raganella italiana si ciba principalmente di insetti e il suo habitat naturale sono cespugli, alberi o luoghi umidi (Ad esempio la riva di un lago di montagna). Per difendersi dai predatori, la raganella è solita mimetizzarsi grazie, appunto, al suo colore.

36

Rospo comune

Un altro anfibio che si può trovare facilmente in Italia è, senza dubbio, il rospo comune. Il suo aspetto è caratterizzato da delle macchie scure bordate di nero lungo il dorso. Come per la raganella, anche il rospo comune si ciba di insetti e di molluschi. Di solito, preferisce l'oscurità alla luce del sole, quindi è più facile trovarne alcuni di sera tardi invece che di mattina. I luoghi che preferisce sono giardini e piccoli stagni.

Continua la lettura
46

Salamandra pezzata

La salamandra pezzata la si può trovare nelle zone centrali d'Italia. Anche in Europa è presente questo anfibio dalla colorazione davvero particolare. Il suo corpo infatti, è completamente nero ed ha macchie gialle molto evidenti, con la quale la salamandra fa fatica a mimetizzarsi. Adora le zone montuose e i ruscelli. Tuttavia, quando arriva il tempo di riprodursi, la salamandra pezzata preferisce rimanere sulla terra ferma dove depone le sue uova.

56

Tritone

Molto presente in Italia il Tritone, o Triturus, è un noto anfibio che vive principalmente in acqua. Si nutre anch'esso di insetti e invertebrati. La sua grandezza raggiunge al massimo i 6,5 centimetri, mentre il colore della sua pelle è grigio scuro. Le loro uova vengono deposte su del fogliame a contatto con l'acqua.

66

Rana toro

La rana toro è uno degli anfibi più grossi che possiamo trovare in Italia. Le sue dimensioni infatti, variano dai 15 ai 20 cm di lunghezza. Anche se il suo aspetto è simile ad una comunissima rana, la sua bocca è più ampia e con essa riesce a catturare un maggior numero di insetti. Durante la fase di fecondazione, la rana toro maschio si attacca alle zampe posteriori della femmina così da aiutarla a fecondare le uova. Le sue origini sono americane.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Anfibi: gestione in cattività

Al giorno d'oggi, sono in aumento le persone che "adottano" come animali domestici gli anfibi e li tengono in cattività all'interno della propria abitazione o del proprio giardino. Gli anfibi costituiscono una classe animale, che racchiude al suo interno...
Rettili e Anfibi

Come si muovono e respirano gli anfibi

Gli anfibi sono affascinanti creature del mondo animale vertebrato, molto legate all'acqua.Si narra che siano stati i primi vertebrati a colonizzare l'ambiente terrestre. Il loro nome è ''amphibia'' (doppia vita)La loro caratteristica è la pelle umidiccia,...
Rettili e Anfibi

Come allevare rane e rospi

Gli anfibi appartengono ad una specie animale molto legata all'acqua ed è in questo luogo che avviene la loro riproduzione: l'etimologia della parola, "anfi" che significa doppio e "bio" vita, testimonia che il ciclo vitale degli anfibi prevede una fase...
Rettili e Anfibi

Caratteristiche principali degli anfibi

Gli anfibi sono divisi in numerose specie e comprendono anche rane, rospi e anuri. I rospi si differiscono dalle rane perché possiedono una pelle più asciutta e verrucosa e la maggior parte di essi vive sulla terra ferma. Le specie viventi sono circa...
Rettili e Anfibi

Come Allevare L'hymenochirus

L'hymenochirus è una piccola rana proveniente dall'Africa centrale, dove vive sempre in acqua e, si allonta da essa solamente se si sente minacciata da qualcosa. L'animale si può allevare facilmente anche in casa, ma risulta essere necessario avere...
Rettili e Anfibi

Come prendersi cura di una rana

La scelta tra gli animali domestici che decidiamo di avere in casa, può essere diversa al solito gatto, cane, pesciolino colorato o uccelli esotici; se infatti siamo alla ricerca di una compagnia un po' più particolare potremo optare per un anfibio....
Rettili e Anfibi

Come allevare la raaganella litoria ceerulea

Tra le varie specie di raganelle, la Litoria Cerulea è sicuramente la più interessante. Non solo per le elevate dimensioni (tra le più grandi della sua specie), ma anche perché è divertente e facile da allevare. Questo tipo di raganella “vive”...
Rettili e Anfibi

Come Allevare L'Axolotl

L'Axolotl è un anfibio acquatico molto caratteristico, il cui nome scientifico è Ambystoma mexicanum, ed è una salamandra che vive in Messico, esclusivamente nel lago Xolchimico. La sua caratteristica principale è che inizia la sua vita come animale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.