Pappagallo Calopsitte: caratteristiche e cura

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il Pappagallo Calopsitte consiste in un genere di taglia medio-piccolo, con una forma allungata ed una colorazione grigio scuro su tutto quanto il corpo. La testa ed il ciuffo sono gialli, con due macchie di un bel rosso acceso, che si trovano sulle guance. Nella femmina la colorazione è meno appariscente rispetto al maschio, oltre a presentare delle striature gialle nel sotto-coda. Rappresenta, sicuramente, uno dei pappagalli più mansueti e socievoli che esistono. Infatti, anche se viene allevato da neonato in modo artificiale, tende ugualmente a dimostrare una certa confidenza nei confronti del proprietario, nonostante il trascorrere degli anni. Se siete interessati a questo tipo di argomento, potete leggere le caratteristiche e la cura da attuare con il Pappagallo Calopsitte. In pratica, verranno fornite le principali informazioni su questo volatile, nella maniera più chiara e comprensibile possibile.

25

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • voliera ampia
35

Quali sono le differenze tra i maschi e le femmine

Le dimensioni del Calopsitte variano dai trenta ai trentadue centimetri. Il capo presenta il tipico ciuffo, che parte dalla fronte e si erge verso l'alto, rimanente ritto e fermo, e conferendogli un'aria buffa e particolarmente simpatica. Naturalmente, le caratteristiche del Calopsitte sono differenti tra l'esemplare maschile e quello femminile. Ad esempio, i colori di altre parti del corpo variano tra i maschi e le femmine. I primi presentano il ciuffo giallo, mentre le seconde hanno una colorazione tendente al grigio. Inoltre la coda degli esemplari maschili è grigia, mentre quella del genere femminile è bordata di giallo. Possono tranquillamente vivere all'aria aperta, e sono molto resistenti, anche se devono avere un lato della voliera coperta, in modo tale da potersi riparare al vento e all'aria fredda.

45

Il Calopsitte ama stare in coppia ed in compagnia

Generalmente il Calopsitte non riesce a parlare, anche se facilmente impara ad emettere dei fischietti. Ha molto bisogno di compagnia, e sarebbe opportuno tenerlo in coppia, dal momento che la solitudine lo fa soffrire particolarmente. Un altro importante accorgimento sarebbe quello di collocare la voliera in una zona dell'abitazione non isolata, in quanto tendono ad affezionarsi molto rapidamente. Parliamo, pertanto, di una specie abbastanza socievole. Se si trova allo stato naturale, la femmina di questo pappagallo depone da cinque a sette uova, per poi covarle per diciotto giorni, aiutata dal maschio. Questo avviene dopo la stagione delle piogge.

Continua la lettura
55

Deve essere idratato ed alimentato adeguatamente

Il Calopsitte può diventare un animale da compagnia nel vero senso della parola. Sin dalla nascita si dovrà porre particolare attenzione ad imbeccarlo a mano, cosa che non dovrebbe riuscire difficile perché si tratta di un animale socievolissimo, come abbiamo già ribadito nel passo precedente. Inoltre, si abitua velocemente alla presenza umana, della quale non potrà più fare a meno. Anche per questo motivo è preferibile collocarlo in zone dell'abitazioni non isolate. Esistono dei mangimi appositi che devono essere mescolati con dell'acqua ben riscaldata, e la consistenza della miscela andrà resa più densa man mano che il pappagallo tenderà a crescere. Una volta cresciuto, gli si potrà somministrare la frutta e la verdura fresca, oltre ai vari semi, in modo tale da fornirgli un'alimentazione varia e bilanciata. Da non dimenticare, per concludere, che è buona regola fornirgli tanta acqua fresca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Pappagallo Cacatua: caratteristiche e cura

Molti tendono ad avere un animale domestico, solitamente gatti o cani, ma in tanti hanno una vera e propria passione per i volatili. Questi ultimi ...
Volatili

Come allevare i calopsite

I calopsite sono graziosi pappagallini appartenenti alla famiglia dei cacatua. Socievoli e colorati, allietano le giornate con il loro canto. Di piccole dimensioni (raramente superano ...
Volatili

Come far riprodurre in cattività una coppia di cocorite

La cocorita o pappagallino ondulato (Mellopsittacus undulatus), è il pappagallo più comunemente venduto in tutto il mondo come uccello domestico. Si tratta di un pappagallo ...
Volatili

Come allevare i parrocchetti

La schiusa delle uova e la nascita dei piccoli sono il momento più bello e più emozionante che la passione per i pappagalli possa dare ...
Volatili

Pappagallo Cenerino: caratteristiche e cura

Tra gli animali domestici più amati, i pappagalli occupano una posizione rilevante. Si tratta di una specie di uccelli molto socievoli che riesce ad interagire ...
Volatili

Come insegnare al pappagallo a parlare

I pappagalli sono stupendi e intelligenti uccelli che hanno un folto piumaggio colorato ed il becco ricurvo. Si muovono in modo molto aggraziato, quasi come ...
Volatili

Le specie di pappagalli parlanti

I pappagalli appartengono all'ordine Psittaciformi. Si differenziano in circa 353 specie distribuite in America centrale e meridionale, Asia, Africa, Australia e Oceania. I pappagalli ...
Volatili

Come prendersi cura di un pappagallo

Gli animali da compagnia sono molti; tra essi il cane, il gatto ed il coniglio. La maggior parte delle persone sceglie di avere in casa ...
Volatili

Pappagallo Ara: caratteristiche e cura

Il Pappagallo Ara è un volatile regale, dal piumaggio meraviglioso e dal portamento fiero. Nonostante sia un animale più adatto a vivere in cattività, non ...
Volatili

Come Riconoscere il sesso del pappagallo cenerino

Le specie di uccelli sono molte, e forse anche voi avete in casa qualche uccellino, e vi sarete certamente chiesti di che sesso sia o ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.