Portare il proprio animale all'estero: consigli e permessi

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Può capitare di dover intraprendere un viaggio e andare all'estero, per un'occasione di relax con tutta la famiglia e vorremmo portare il nostro animale domestico con noi. Ci fa certamente onore, perché avere un animaletto significa prendersene cura sempre, anche nei omenti di svago. Che si tratti di un criceto, di un gatto o di un cane. Portarlo con noi sempre è sicuramente una scelta responsabile che farà felice sia noi che il nostro animale. Molto tempo fa, secondo le norme UE nessuno poteva portare più di cinque animali attraverso i confini dei paesi membri. Ora, invece, è possibile portarli, se siamo in grado di dimostrare che sono diretti ad un evento, come gare o mostre. Ecco come portare il proprio animale all'estero: consigli e permessi da richiedere.

24

Richiedi il passaporto

Portare il proprio animale all'estero è un atto responsabile, ma significa anche prendersi delle responsabilità. E significa anche intraprendere una procedura abbastanza lunga. Dobbiamo fare la richiesta con molto anticipo (circa 7 mesi). La prima cosa da è identificare il Paese in cui vogliamo andare e distinguere se è nella Comunità Europea, se è un paese Extra alla Comunità Europea o se è un Paese tra Gran Bretagna - Irlanda - Svezia - Malta. In base alla destinazione, infatti, riscontreremo diverse procedure da sostenere. Se la destinazione del viaggio è un Paese della Comunità Europea (ad esclusione di Gran Bretagna, Irlanda, Svezia e Malta) è necessario possedere il passaporto per il nostro animale, che viene rilasciato dall'azienda sanitaria locale sotto richiesta del proprietario. Ma attenzione: il vostro amico deve essere registrato all'anagrafe canina e deve essere in regola con le vaccinazioni antirabbica.

34

Eseguiamo un'antiparassitaria

Per portare con noi in vacanza il nostro animale all'estero ricordiamoci di metterlo al sicuro da eventuali malattie. La vaccinazione antirabbica viene eseguita dopo il terzo mese di vita dell'animale, quindi se il nostro animale è un cucciolo, valutiamo bene la situazione ed eventualmente contattiamo il consolato in italia della nazione in cui effettueremo il soggiorno e chiediamo informazioni sugli obblighi sanitari del posto. Si consiglia comunque un trattamento antiparassitario ad ampio spettro, che permetterà all'animale di intraprendere un viaggio senza il rischio di essere attaccato da parassiti.

Continua la lettura
44

Contatta l'ambasciata

Nel caso in cui vogliamo portare il nostro amico animale in Gran Bretagna, Svezia, Irlanda e Malta, è necessario comunque che l'animale sia in possesso del passaporto comunitario e che sia identificabile esclusivamente con il microchip sottocutaneo (se è registrato all'anagrafe canina con il solo tatuaggio non è sufficiente). Se la destinazione del viaggio è un Paese non facente parte della Comunità Europea, infatti, le condizioni sanitarie da rispettare sono stabilite direttamente dal Paese stesso in cui ci si reca e quindi dovremmo informarci bene sulle norme da seguire. Ma non è necessario recarci sul posto per farlo. Basta rivolgerci alla sede italiana della relativa ambasciata. Ogni Paese ne ha una. Serve anche a questo. Potrete benissimo chiedere e seguire le indicazioni che vi daranno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come iscrivere il cane ad una esposizione canina ufficiale

La natura ha dotato il pianeta di moltissime razze di animali, ognuna con la propria particolarità e caratteristica, ma l'animale entrato nel cuore e nelle case della maggior parte delle persone è certamente il cane. La bellezza e il portamento di alcune...
Gatti

Come iscrivere il proprio gatto all'anagrafe felina

Essere i padroni di animali da compagnia comporta diverse responsabilità. Adottare un amico a 4 zampe è un serio impegno da non sottovalutare. L'amore e l'affetto per questi compagni non è sufficiente per garantire il loro benessere. Sarà nostro dovere...
Cani

Come creare un allevamento di cani

Se si nutre una grande passione per la razza canina e si desidera creare un allevamento di cani, anche come attività commerciale, l’idea di improvvisarsi allevatori non è errata. Infatti, una simile attività non è solo complessa, richiedendo una...
Cani

Come allevare cani di razza

I cani si sa, sono i migliori amici dell'uomo, ma sono anche degli esseri viventi e come tali devono essere educati. Non tutti infatti riescono ad essere dei buoni padroni e ad insegnare al proprio cane la maniera migliore di comportarsi, soprattutto...
Animali da Compagnia

Come fare il passaporto per il tuo animale

Sono arrivate le tanto sospirate vacanze e hai deciso di realizzare un viaggio oltreoceano e ti poni il problema di dove lasciare il tuo amico animale, cercando frettolosamente pensioni o amici che possano occuparsene durante la tua assenza. Ecco come...
Cani

Organizzare una mostra canina amatoriale

In questa guida provvederò a dare tutte le indicazioni utili su come organizzare nel migliore dei modi una mostra canina amatoriale. Si tratta senza dubbio di una procedura piuttosto complessa, ma con un po' di impegno e buona volontà, sarà possibile...
Cani

Come sapere se un cane ha il microchip

Fin dall'antichità l'animale domestico per eccellenza è il cane - i suoi resti fossili in uno stanziamento umano sono stati rinvenuti in una tomba e risalgono a 11.000- 12.000 anni fa-, fedele compagno di vita sempre attento alle nostre esigenze non...
Cani

Microchip per cani: cos'è e come funziona

Cos'è e come funziona un microchip per cani? Iniziamo subito con il dire che, prima del microchip, per l'identificazione degli animali veniva usato il "tatuaggio". Tale pratica presentava però diversi svantaggi tra cui lo scolorimento nel tempo, l'applicazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.