Tutto sull'orca marina

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'orca marina (Orcinus Orca) è un mammifero che, come si può facilmente intuire dal nome, abita le acque di mari ed oceani. Appartiene alla famiglia dei Delfinoidi. Si tratta di animali dalle dimensioni imponenti in quanto, a seconda del sesso dell' individuo, possono raggiungere un peso che va dalle 7 alle 10 tonnellate per una lunghezza che varia dai 5 ai 9 metri.
Un biologo canadese, Bigg, a seguito degli studi fatti su questi mammiferi, è riuscito a definire ed a distinguerne ben 10 tipologie diverse che presentavano differenze in termini di dimensioni e di spina dorsale. Andiamo ora subito a vedere tutto quello che c'è da sapere sull'orca marina.

24

Si tratta di animali molto longevi in quanto la loro vita media è stimata essere attorno ai 50 anni (anche se siamo a conoscenza di individui che hanno raggiunto gli 80 anni). Nonostante le dimensioni e l'aspetto importante e massiccio le orche sono dotate di un'ottima muscolatura che permette loro di muoversi in modo veloce ed abbastanza agile in quanto possono raggiungere anche i 55 chilometri orari.
Il loro habitat ideale è rappresentato dai mari freddi (come quello nella zona artica) ma alcuni esemplari si spingono anche in prossimità delle coste ed arrivano alle foci dei fiumi.

34

L'orca è un animale famoso per il fatto di vivere in branco. Questo ha una composizione singolare in quanto è formato da solamente un individuo maschi adulto. Il resto del gruppo, infatti, è rappresentato da tutti esemplari di sesso femminile ed, eventualmente cuccioli (una gravidanza generalmente comprende un solo cucciolo ed arriva a temine dopo circa 18 mesi). Nel dettaglio dunque è presente solamente un maschio d'orca, una femmina con i suoi eventuali cuccioli e altre orche di sesso femminile in età adulta ed avanzata ormai sterili.
Anche nella caccia il branco coopera all'azione. Le prede principali sono rappresentate da: pesci, giovani esemplari di balene, foche e leoni marini. Il tutto è ovviamente reso possibile dai loro denti resistenti e molto lunghi (circa 10 centimetri).

Continua la lettura
44

Il modo di comunicare delle orche è del tutto particolare tanto che sembrano essere stati riconosciuti anche dei "dialetti" differenti da un gruppo all'altro.
Lo scambio di informazioni avviene attraverso suoni. Questi mammiferi presentano, infatti, nella parte superiore della testa, all'altezza della fronte, un organo peculiare che ha un funzionamento simile ad un sonar. Se un animale, o più in generale un oggetto, viene investito dalle onde sonore rimanda una specie di eco che permette alle orche di identificare la posizione di un probabile ostacolo e quindi di evitarlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

I 5 mammiferi più pericolosi

I mammiferi soprattutto i carnivori sono tra gli animali più maestosi e pericolosi dell'intera fauna terrestre. Le loro fauci con denti aguzzi e i loro artigli affilati sono il terrore delle loro prede, frutto del continuo perfezionamento dell'evoluzione...
Volatili

Tutto sugli uccelli: i pinguini

Quando si pensa alla fauna antartica, i pinguini sono spesso i primi animali che vengono in mente. Infatti, queste creature leggiadre, divertenti ed eleganti sono considerate da molti come la specie firma del sud polare. Lo sapevate che molte specie di...
Altri Mammiferi

Gli animali più grandi del mondo

Osservando con accuratezza il pianeta Terra, potremo renderci conto con facilità quanto sia popolato da creature bizzarre di vario tipo, forme e dimensioni. Dal più grande predatore, al più simpatico e piccolo erbivoro, fino ad arrivare ai nostri animali...
Altri Mammiferi

Guida ai mammiferi marini

Il nostro pianeta è abitato da una vasta serie di specie e sottospecie di animali, tra questi vi sono i mammiferi marini. A loro volta questa grande famiglia è composta da altre sottofamiglie con caratteristiche differenti le une dalle altre, ognuna...
Pesci

Come scegliere le piante marine per acquario

In questa guida vedremo come scegliere le piante marine più adatte per un acquario. Per abbellire ed arricchire un ambiente sottomarino artificiale. Per mantenerne mantenerne inalterato l'equilibrio bio-chimico. Ed anche per gestire le cose al meglio,...
Pesci

Come allestire un acquario con acqua marina

Se siete fan dei pesci esotici e degli acquari dovreste considerare l'eventualità di installare un acquario di acqua marina. Il piacere che otterrete a vedere i vostri pesci preferiti nuotare nella vasca vale veramente la pena di lanciarsi in questo...
Rettili e Anfibi

Come assistere le tartarughe durante e dopo la nascita

Quando un animale viene alla luce esiste sempre un pericolo non soltanto per il cucciolo, ma anche per la madre che lo da al mondo. Nel seguente breve articolo vediamo insieme come bisogna assistere le tartarughe durante e dopo la nascita. Scopriremo...
Cura dell'Animale

Gli animali a rischio estinzione

Il WWF, che tutti noi sappiamo essere la sigla del World Wide Fund, dopo una attenta e costante analisi, ha pubblicato un elenco di otto animali più a rischio di estinzione nei prossimi anni, causato dal cambiamento climatico che caratterizza il globo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.