5 alimenti da non dare al pappagallo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La maggior parte delle persone e, soprattutto chi non ha mai posseduto un pappagallo, spesso tende a sottovalutare l'importanza della sua alimentazione. È proprio fornendo una dieta corretta e bilanciata al nostro pappagallo, che possiamo garantirgli una vita lunga, felice e sana. Semi e mangimi vanno benissimo ma, aggiungiamo che questi animali, hanno bisogno di molto di più per vivere a lungo. In natura infatti, mangiano un complesso mix di tutti gli alimenti che il loro habitat offre: foglie, corteccia, frutta, noci, semi, cereali e germogli. Senza dubbio, i pappagalli che vivono nelle nostre case hanno le stesse esigenze alimentari. Per non commettere errori, seguiamo attentamente i suggerimenti di questa guida per conoscere quali sono i 5 alimenti da non dare al pappagallo.

26

Tuttavia è bene sapere che ci sono molti alimenti che possono essere nocivi o addirittura fatali per il nostro uccello. Il primo alimento da evitare è il cioccolato, che può causare danni anche molto gravi all'apparato digerente del proprio pennuto. L'avvelenamento da cioccolata inizia con diarrea e vomito, fino a progredire colpendo il sistema nervoso, con conseguenze anche gravi, come convulsioni ad esempio. Il secondo cibo da evitare è l'avocado, e con lui tutte le preparazioni che lo contengono, come il guacamole ad esempio. Questo delizioso frutto, contiene infatti un olio che provoca il rilascio di una tossina che si rivela tossica e dannosa per i pappagalli. I segni evidenti da danni causati da questo frutto comportano letargia, anoressia, difficoltà respiratorie e in casi gravi può portare anche alla morte.

36

Le cipolle sono il terzo alimento da tenere lontano dal nostro pennuto. Che siano cotte, crude o disidratate, contengono composti di zolfo, in quantità minime e sicure per gli esseri umani, ma dannose per i pappagalli. Possono infatti causare irritazioni della bocca e dell'apparato digerente, ulcere e anemie. La stessa cosa vale per l'aglio, che ha alcune caratteristiche simili. Il quarto cibo dannoso per il nostro uccello è rappresentato dai funghi. Questo vale soprattutto per i funghi crudi, che possono causare gravi problemi digestivi e nelle forme di avvelenamento più grave provocano insufficienza epatica. Come quinto e ultimo consiglio sugli alimenti da evitare, ricordiamo che, i noccioli di ciliegie, albicocche, pesche e prugne e i semi di mela e pomodoro, sono potenzialmente dannosi e velenosi, soprattutto per alcune specie.

Continua la lettura
46

Aggiungiamo che è sconsigliabile dare ai propri animali cibi che contengono sale, grassi, caffeina, cibi precotti, alcolici e fritti. Cerchiamo allora di correggere eventuali errori e consultiamo il veterinario in caso di dubbio o necessità. Esistono moltissime specie diverse di pappagalli, ognuna con esigenze nutritive particolari. Questi sono principi generali da rispettare, teniamo però presente che non tutte le tipologie di pappagalli reagiscono allo stesso modo.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordiamo di cambiare l'acqua tutti i giorni per evitare malattie e infezioni
  • Per qualunque dubbio è bene rivolgersi al proprio veterinario
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

5 alimenti da non dare alle anatre

Le anatre sono simpatici animali da tenere in un giardino o da andare ad osservare al parco e sono molto versatili in fatto di cibo. Sono ghiotte soprattutto di granaglie e verdura fresca, ma mangiano anche molto altro, motivo per cui risultano spesso...
Volatili

5 alimenti da non dare al canarino

Se abbiamo appena acquistato una coppia di canarini, è importante alimentarli in modo corretto; infatti, ci sono tantissimi cibi naturali che sono di facile reperibilità, ognuno con una specifica funzione, oltre a quelli misti (semi), acquistabili...
Volatili

Come prendersi cura di un pappagallo

Gli animali da compagnia sono molti; tra essi il cane, il gatto ed il coniglio. La maggior parte delle persone sceglie di avere in casa uno di questi animali, ma ci sono anche alcuni che preferiscono avere un acquario colmo di pesci oppure un altro genere...
Volatili

Come conquistare la fiducia di un pappagallo

Se il vostro pappagallo ha paura, non si avvicina o non sale sul dito e non sapete assolutamente come fare per risolvere questo problema, non dovrete preoccuparvi: come ogni animale, anche i pappagalli hanno bisogno di tempo e specialmente di comprendere...
Volatili

Come ritrovare un pappagallo smarrito

Chi possiede un animale domestico può incorrere nella spiacevole situazione di perdere il proprio amico e non sapere come fare per ritrovarlo. Certo che se a smarrirsi è un cane o un gatto le cose che si possono fare sono tante, ma cosa fare a scappare...
Volatili

Pappagallo Amazzone: caratteristiche e cura

Se in un centro di ornitologia acquistiamo un Pappagallo Amazzone, è importante conoscere a fondo le sue caratteristiche, e soprattutto la cura necessaria affinché possa vivere tranquillamente nell'ambiente domestico. A tale proposito nei passi successivi...
Volatili

Come curare la congiuntivite al pappagallo

Le nostre case accolgono diversi tipi di animali domestici, che sono entrati, ormai da anni, a far parte della famiglia, considerati a pieno titolo amici e componenti del nucleo. C' è chi sceglie un cane, ritenendolo il più fedele tra gli amici a quattro...
Volatili

Come Riconoscere il sesso del pappagallo cenerino

Le specie di uccelli sono molte, e forse anche voi avete in casa qualche uccellino, e vi sarete certamente chiesti di che sesso sia o come si può riconoscere. Purtroppo in molti, come per il pappagallo cenerino, non è possibile riconoscerlo. Il pappagallo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.