5 consigli per alimentare un cane denutrito

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La denutrizione o malnutrizione del cane è una condizione causata dalla mancanza totale o parziale dei nutrienti corretti nella sua dieta. Un cane può risultare malnutrito se segue un'alimentazione povera di sostanze nutritive importanti per il suo benessere, ma i casi più gravi di denutrizione sono causati dall'assoluta mancanza di cibo. In questi casi, occorre prestare molta attenzione per consentire all'animale di recuperare le forze e, infine, raggiungere un peso sano. Ecco 5 consigli per alimentare un cane denutrito.

27

Fai visitare il cane dal veterinario

Il primo passo da compiere per recuperare la salute di un cane denutrito è quello di portarlo dal veterinario. Il veterinario visiterà il cane per accertarsi che la denutrizione non sia dovuta ad un'infestazione da parassiti o altre cause cliniche. Se non sono presenti particolari problemi di salute, stabilirà il peso forma del tuo cane e prescriverà una dieta corretta per riportare il sistema digestivo a lavorare in buona salute. È anche importante accertarsi che non ci sia traccia di sangue nel vomito o nelle feci.

37

Somministra cibo per cuccioli

Per alimentare un cane denutrito bisogna seguire una dieta ricca di grassi e e con un basso contenuto di carboidrati, solitamente il “puppy” per i cuccioli o dei croccantini specifici per la crescita vanno bene perché apportano nutrienti e sono facilmente digeribili. Nelle situazioni più serie è preferibile utilizzare un tipo di pappa “morbida” per facilitare l'ingresso e la digestione del cibo.

Continua la lettura
47

Somministra integratori vitaminici

L'introduzione di integratori vitaminici aiuterà il cane denutrito a ripristinare le forze. Omega-3, omega-6, amminoacidi, arginina e glutammina sono preziosi alleati per la salute del tuo cane. Ovviamente, prima di intraprendere qualunque somministrazione di vitamine, consulta il tuo veterinario di fiducia o informati bene tramite internet.

57

Fraziona la pappa in più pasti al giorno

Quando un cane è denutrito, il suo sistema digestivo non è abituato a gestire grandi quantità di cibo. Per alimentarlo, suddividi la pappa in più pasti al giorno; così facendo, non sovraccaricherai l'apparato digerente e consentirai al tuo cane di mangiare poco a poco quantità sempre maggiori di cibo senza avvertire malessere.

67

Consentigli di riprendere a nutrirsi con i suoi ritmi

È difficile che un cane denutrito non si lanci a capofitto su una ciotola ma, se questo non dovesse accadere, non forzarlo. Se hai già escluso eventuali cause cliniche, porta pazienza ed attendi che il cane recuperi gradualmente la voglia di mangiare, potrebbe succedere che inizialmente mangi solo una parte del cibo che gli metti a disposizione. In questo caso togli la ciotola appena noti che non ha più fame e rimettila a sua disposizione durante l'orario del pasto successivo.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come riabilitare il cane dopo un'intossicazione alimentare

Gli amanti degli animali e chi possiede un cane devono sapere che numerosi sono gli imprevisti che possono interessare i nostri animali domestici, come un'intossicazione alimentare. Esistono due tipologie di intossicazioni alimentari: intossicazione alimentare...
Cani

Come scoprire un'allergia alimentare del cane

Le allergie alimentari sono un fastidio in continua ascesa tra la popolazione mondiale. Non tutti gli esseri umani, per quanto onnivori, sono tolleranti ad ogni nutriente. Individuare un'intolleranza alimentare richiede tempo ed osservazione. Spesso è...
Cani

Come alimentare un cane anziano

Ogni cane invecchia in età differente, in relazionr alla razza, taglia e stile di vita. Generalmente la vecchiaia comincia a 6 anni per i cani di taglia grande ed a 9 anni per le piccole taglie. È il padrone che nota quando il cane comincia ad invecchiare...
Cani

Consigli per capire la corretta quantià di cibo per un cucciolo di cane

Allevare e curare un dolce cucciolo di cane può rivelarsi un'esperienza davvero toccante, emozionante, tenera ed anche molto istruttiva. Il padrone di un cucciolo di cane, che si tratti di un adulto responsabile oppure di un bambino alle prese con il...
Cani

10 consigli per una corretta alimentazione del cane

Ultimamente sta andando di moda il fatto di stare attenti all'alimentazione del proprio cucciolo di cane. Di questi tempi duri, poi, è normale se capita che il vostro animale domestico avverte dei fastidi al proprio stomaco a causa di cibi scadenti o...
Cani

10 consigli per un cane stressato

È facile riconoscere un cane stressato osservando i suoi comportamenti. I sintomi più comuni sono nervosismo, atteggiamenti anomali che di solito non ha, inappetenza o caduta del pelo. Se il tuo cane è stressato puoi adottare delle misure per farlo...
Cani

5 consigli per tenere un cane in appartamento

Per avere un cane c'è bisogno di cura, amore, attenzioni e pazienza. Se ci son questi requisiti non si può farsi fermare dal fatto di non avere un giardino o un terrazzo ampio. Molto spesso, infatti, si rinuncia a prendere un cane perché si vive in...
Cani

Gelosia del cane: consigli e tecniche

I cani e gli esseri umani hanno diversi tratti comportamentali in comune. Una caratteristica facilmente riconoscibile è la gelosia. Alcuni cani infatti, possono diventare estremamente possessivi nei confronti dei loro proprietari. Questo comportamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.