5 consigli per lavare un gatto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lavare un gatto può rivelarsi un'impresa non semplice. L'acqua irrita particolarmente i felini, li innervosisce e li impaurisce. Di norma, sono animali molto puliti. Dedicano quotidianamente parecchio tempo all'igiene personale. La lingua ruvida elimina efficacemente detriti e sporcizia, mantenendo il mantello sempre lucido ed inodore. In alcuni casi specifici, però, un bagnetto è indispensabile per eliminare untuosità oppure possibili veleni. Per evitare inutili stress emotivi al tuo gatto, procedi con molta attenzione, calma e pazienza. Eccoti 5 pratici consigli.

26

Organizza in anticipo il bagnetto

Il gatto ha un pessimo rapporto con l'acqua. Per evitare reazioni inaspettate, organizza in anticipo il bagnetto. Disponi quindi tutto l'occorrente (una spazzola, qualche asciugamano e detergenti neutri specifici) a portata di mano. Per lavarlo più agevolmente, fatti aiutare da un amico oppure un familiare. Mentre l'aiutante terrà il micio, tu potrai insaponarlo ed al tempo stesso rassicurarlo.

36

Spazzola il pelo

Prima di lavare il tuo gatto, spazzola il pelo adeguatamente. Questa pratica, effettuata quotidianamente, elimina il sottopelo ed i fastidiosi nodi. Aiuta il tuo micio ad eliminare detriti e sporcizia varia. Inoltre, stimola e distribuisce uniformemente lo strato lipidico su tutta la pelle con funzione protettiva. Il bagnetto non rappresenta un pericolo per il gatto, a patto che utilizzi prodotti delicati.

Continua la lettura
46

Utilizza l'acqua tiepida

Rassicura il tuo gatto con voce tranquilla e suadente. Trasmettigli calma e serenità. Movimenti troppo bruschi, potrebbero spaventarlo. Scegli dove lavare il tuo micio, tra il lavandino, una bacinella oppure la vasca da bagno e riempine giusto il fondo. Quindi, utilizza l'acqua tiepida per ridurre lo stress e spiacevoli infreddature. La temperatura ideale si aggira sui 38°, pari a quella corporea del gatto.

56

Impiega prodotti specifici

Con molta delicatezza, immergi il gatto nell'acqua. Non puntare il getto direttamente sulla testa per non spaventarlo. Con il doccino al minimo, ammorbidisci il pelo e procedi all'insaponamento. Per lavare il mantello, impiega prodotti specifici e neutri. Un detergente comune potrebbe rivelarsi troppo aggressivo per la pelle del micio. Risciacqua con acqua tiepida, eliminando tutti i residui dello shampoo.

66

Utilizza l'asciugacapelli

Con un asciugamano caldo, tampona il pelo. Se il tuo gatto lo sopporta, utilizza l'asciugacapelli. Non indirizzare il phon direttamente sugli occhi o il musetto per non spaventarlo. Parti dal petto, per arrivare alle zampe anteriori, al collo e così via. Procedi in senso contrario del pelo. Alla fine, premialo con tante coccole o i suoi bocconcini preferiti. Lavare un gatto richiede anche dei compromessi!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Gatti: come mantenere il pelo lucido

Quanto i gatti possano essere eleganti con loro andatura ed il loro passo felpato, possono saperlo solo i padroni che li tengono nella propria casa e ne osservano tutti i comportamenti e le posture. Anche il pelo del nostro micio, lungo o corto che sia,...
Gatti

10 consigli per scegliere la sabbia per la lettiera del gatto

Tu che sei amante dei gatti, sai quanto sia importante per loro poter fare i propri bisogni in un luogo tranquillo, pulito e comodo. Non è un aspetto da sottovalutare per il proprio micio. Ci sono della accortezze per far vivere meglio te ed il tuo cucciolo....
Gatti

Come eliminare le pulci dal gatto con rimedi naturali

I nostri amici a quattro zampe, specialmente quelli che vivono molto tempo fuori casa come i gatti, incorrono spesso in un problema fastidioso, quello delle pulci. Le pulci sono piccoli parassiti che possono insediarsi sul pelo del gatto, provocando prurito,...
Gatti

Come prendersi cura del pelo del gatto

In questo articolo vedremo oggi come prendersi cura del pelo del gatto. Esso è veramente molto importante, in quanto ha il compito di proteggere l'animale dall'umidità, dal freddo e dagli sbalzi della temperatura. Perciò, è fondamentale prendersi...
Gatti

Come insegnare al gatto a non salire sul letto

Ecco una guida, molto interessante, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado di imparare come insegnare al proprio gatto a non salire sul letto, in modo tale da far rispettare questo ordine e farlo eseguire alla lettera. Quando si ha un gatto in...
Gatti

Come preparare il gatto per un’esposizione felina

Preparare il gatto per un'esposizione felina può essere un'esperienza divertente ma bisogna seguire alcune regole. Per questo è importante informarsi bene sul regolamento previsto dalla singola Federazione o Associazione che organizza l'esposizione....
Gatti

Come addestrare il gatto all'uso della lettiera

Quando si accoglie un cucciolo di gatto nella propria casa è fondamentale che abbia la sua lettiera a disposizione, poiché il gatto è un animale che per natura ama fare i bisogni nella lettiera in maniera del tutto istintiva. Infatti, nella maggior...
Gatti

10 suggerimenti per la cura del gatto

I gatti meritano tante accortezze, proprio come se fossero dei bambini. È necessario trasmettere loro tutto l'amore di cui hanno bisogno e le dovute cure. È importante, che questo avvenga sin dall'inizio, quando il gattino è ancora piccolo, in modo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.