5 consigli per nutrire un cane adulto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il cane che ci fa compagnia riempiendo la nostra vita con la sua presenza, è per molti di noi il migliore e fedele amico, un membro della nostra famiglia; e come tale viene trattato in casa. Ma relativamente alla sua alimentazione, è bene ricordare che il cane discende dal lupo e che le sue origini sono pertanto di animale carnivoro. È stata la vicinanza con l'uomo a renderlo onnivoro. Per tale ragione ci sono delle regole da seguire per nutrirlo, fermo restando che bisognerà comunque concordare con il veterinario qual è la corretta alimentazione, a seconda del tipo di cane e delle sue esigenze. Infatti, ad esempio, un cane da caccia non va nutrito allo stesso modo di un cane da appartamento, poiché quest'ultimo fa meno movimento. E ad un cucciolo non bisogna dare la stessa alimentazione di un cane già cresciuto, per via delle dimensioni e del diverso metabolismo. Vediamo dunque nella fattispecie, qui di seguito, 5 consigli per nutrire un cane adulto.

26

Usare l'alimentazione casalinga

Quando si parla di alimentazione casalinga per il cane, si intende del cibo preparato in casa esclusivamente per lui. Se scegliamo questo tipo di alimentazione per il nostro cane, dobbiamo tenere conto che, generalmente, un cane adulto deve nutrirsi di 30/40 g di cibo umido per ogni chilo del suo peso al giorno, e che il totale all'incirca ottenuto deve essere suddiviso in: 40% di pasta oppure di riso, 40% di carne ed il 20% di verdure. Si può optare per questo tipo di alimentazione purché gli ingredienti siano di qualità e che vengano cucinati nel modo corretto: la carne dovrà essere bollita o cotta ai ferri e senza condimento; la pasta e il riso dovranno cuocere molto e le verdure dovranno essere carote o zucchine bollite. In questo modo si eviteranno i conservanti e sarà un tipo di cibo che risulterà molto gradito al nostro cane.

36

Usare l'alimentazione commerciale

Se invece intendiamo avvalerci dell'alimentazione commerciale per il nostro amico, ci dovremo orientare verso l'acquisto di croccantini e scatolette. In tal caso, bisognerà valutare bene il tipo di marca da scegliere, rivolgendo la nostra attenzione verso quelle case produttrici di alimenti per cani che usano materie prime di alta qualità. Per quanto riguarda le quantità, se decidiamo di acquistare le scatolette dovremo razionarle secondo la regola dei 30-40 grammi per ogni chilogrammo di peso. Se invece utilizziamo i croccantini, essendo questi privi di acqua, il suddetto quantitativo andrà diviso per tre: 100 g di croccantini infatti equivalgono a circa 300 g di alimentazione casalinga o di scatolette.

Continua la lettura
46

Cibi da evitare

Riconducendoci a quanto già esaminato in precedenza, ovvero che bisogna tenere in alta considerazione il metabolismo del cane, divenuto onnivoro solo perché a contatto con l'uomo, sono molti i cibi da evitare: gli avanzi della tavola, i sughi, il ragù, i fritti, il cioccolato, i legumi, le ossa, i dolci, i funghi, le patate, le cipolle, l'aglio e gli alcolici. Il tutto perché è già stato dimostrato ampiamente che tali cibi non sono adatti all'alimentazione del cane, in quanto provocano disturbi (come la flatulenza per i legumi) e nei casi più gravi anche malattie, come il diabete, in caso di assunzione di dolci.

56

Evitare di lasciare la ciotola sempre piena

Evitando di lasciare il cibo continuamente a disposizione del cane lo educheremo a delle giuste regole, per abituarlo a comprendere che non ha il controllo sul cibo e che ci sono degli orari da rispettare, evitando i fuori pasto. Se il nostro cane non consuma il cibo entro un quarto d'ora circa, sarà bene toglier via la ciotola per ripresentarla al pasto successivo, non facendogli mai mancare comunque la ciotola dell'acqua, sempre colma e fresca.

66

Somministrare più pasti al giorno

Per non dar luogo a problematiche di dilatazione o torsione dello stomaco, oppure a problemi di iper produzione di succhi gastrici, è consigliabile non far passare troppo tempo fra un pasto e l'altro. Infatti 24 ore sono troppe, ma anche 12 non vanno bene. Sarà preferibile dunque somministrare almeno tre pasti al giorno, rispettando comunque scrupolosamente le dosi totali giornaliere consigliate, il tutto sotto la sorveglianza ed il controllo del veterinario, per garantire al nostro cane, con amore e cura, la migliore nutrizione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come sollevare un cane adulto

I cani e generalmente tutti gli animali, hanno una struttura corporea differente dagli esseri umani, quindi cambia la struttura ossea, la posizione delle articolazioni, muscoli ecc. Per sollevare un animale bisogna tenere conto della loro conformazione...
Cani

Come richiedere il Pedigree per un cane adulto

Il pediigree è un documento all'interno del quale vengono riportati gli ascendenti sia paterni che materni di un animale. Questo documento è generalmente rilasciato dagli allevatori di animali all'acquirente, per riuscire a dimostrare la genealogia...
Cani

Come nutrire correttamente un cane

All'interno della presente guida, ci porremo come fine quello di spiegarvi in pochi passi come poter nutrire correttamente un cane, una tematica davvero interessante. Non perdiamo assolutamente del tempo utile, e cominciamo con l'argomentazione su questo...
Cani

Come nutrire un cane che non mangia

Talvolta può capitare che il cane non mangia e mostra una forma di inappetenza verso il cibo. Ciò può destare la preoccupazione del padrone, abituato a vederlo consumare il pasto con tanto piacere e golosità. È necessario innanzitutto individuare...
Cani

Come nutrire un cane durante la gravidanza e l'allattamento

Ho scoperto da poco che la mia "migliore amica" è in attesa, sto parlando della mia piccola Betty la mia fidata cagnolina. L' arrivo di un nuovo cucciolo è sempre motivo di grande gioia, non vedo l'ora di avere un piccolo scodinzolino da coccolare....
Cani

Consigli per capire la corretta quantià di cibo per un cucciolo di cane

Allevare e curare un dolce cucciolo di cane può rivelarsi un'esperienza davvero toccante, emozionante, tenera ed anche molto istruttiva. Il padrone di un cucciolo di cane, che si tratti di un adulto responsabile oppure di un bambino alle prese con il...
Cani

5 consigli sul cane Corso

Il cane Corso appartiene ad una razza tipicamente italiana, ed è un esemplare che richiede dei trattamenti particolari. Per cominciare è piuttosto grosso, con un peso che può arrivare fino a 120 chili, e viene allevato per la caccia e come cane da...
Cani

10 consigli per un cane stressato

È facile riconoscere un cane stressato osservando i suoi comportamenti. I sintomi più comuni sono nervosismo, atteggiamenti anomali che di solito non ha, inappetenza o caduta del pelo. Se il tuo cane è stressato puoi adottare delle misure per farlo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.