5 consigli sul cane Corso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il cane Corso appartiene ad una razza tipicamente italiana, ed è un esemplare che richiede dei trattamenti particolari. Per cominciare è piuttosto grosso, con un peso che può arrivare fino a 120 chili, e viene allevato per la caccia e come cane da guardia. Il cane Corso ha una testa enorme, un corpo rettangolare molto pesante, e un cappotto corto di colore nero, grigio o rosso. In riferimento a ciò, ecco una lista con 5 consigli sul cane Corso.

26

Coccolare poco il cane

Il cane Corso non ha bisogno di un leader che lo possa guidare, e non è necessaria la forza o la crudeltà per allevarlo; infatti, ama la sua famiglia, ma tuttavia non è esigente in termini di attenzione o contatto fisico, per cui conviene coccolarlo poco.

36

Addestrare il cane quando è cucciolo

Addestrare il cane Corso quando è ancora cucciolo, è molto importante poiché
è ancora in una dimensione gestibile, ed in grado quindi di apprendere velocemente, con il vantaggio che dopo aver eseguito gli ordini lo si può far giocare e mangiare, cosa che invece da adulto risulta più difficile.

Continua la lettura
46

Portare il cane a fare lunghe passeggiate

Il cane Corso ha bisogno di molta attività fisica, per cui è importante portarlo a fare giornalmente delle lunghe passeggiate. Il consiglio è di programmare almeno un chilometro e mezzo al giorno, in aggiunta ai 20 minuti di formazione pratica. In tal modo, egli si sentirà appagato e pronto ad obbedire alle lezioni impartitegli.

56

Evitare che dia la caccia ad animali dei vicini

Evitare che dia la caccia ad animali dei vicini è molto importante, quindi bisogna fargli capire da subito che non deve inseguire e uccidere gatti o cani di piccola taglia, specie se appartenenti ai vicini. Il cane Corso ha infatti un carattere territoriale, quindi ha bisogno di un adeguato addestramento in merito all’aggressività nei confronti dei suoli simili, e il consiglio è di tenerlo in una recinzione solida, alta almeno un metro e mezzo. L'animale come del resto tutti i cuccioli, possono fare un sacco di danni specie ai vicini, masticando magari tutto ciò che trovano.

66

Spazzolare il pelo periodicamente

Spazzolare il pelo del cane Corso periodicamente è molto importante, poiché ha un mantello liscio e perde anche molti peli. Questa operazione deve essere fatta almeno una volta alla settimana, e serve quindi per rimuovere i peli morti e mantenere la pelle sana. Pulire le orecchie e tagliare le unghie così come fargli il bagno, è un'altra buona abitudine compresa una corretta alimentazione che non è specifica, ma conviene sempre documentarsi su ciò che gli fa bene e su quello che invece gli possa nuocere alla salute specie quando diventa adulto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

5 consigli per nutrire un cane adulto

Il cane che ci fa compagnia riempiendo la nostra vita con la sua presenza, è per molti di noi il migliore e fedele amico, un membro della nostra famiglia; e come tale viene trattato in casa. Ma relativamente alla sua alimentazione, è bene ricordare...
Altri Mammiferi

Tutto sulle orche

L'orca è uno splendido esemplare appartenente al regno del mare. In questa guida conoscerete tutto ciò che c'è di più saliente da sapere sulle orche; oltre ad evidenziare le sue caratteristiche morfologiche, scopriremo le sue abitudini, e anche alcune...
Invertebrati e Insetti

Come Riconoscere Ed Evitare Il Contatto Con La Processionaria

Nonostante il nome richiami alla mente sensazioni di altro genere, la processionaria è un bruco che può rivelarsi abbastanza pericoloso per l'uomo e per i suoi amici a quattro zampe: basta toccarlo per avere fastidiose reazioni. Questo lepidottero...
Animali da Compagnia

10 cose da fare quando in casa arriva un gatto

L'arrivo di un gatto in casa è un'importante novità per i nuovi padroni, ma anche e soprattutto per il gattino stesso. Sono necessari dei cambiamenti nelle abitudini di tutti i giorni, che considerano le esigenze del nuovo arrivato. Bisogna ridurre...
Altri Mammiferi

Come riconoscere un potamocero

Il potamocero è un mammifero che appartiene alla famiglia dei suini che vive prevalentemente nelle zone orientali e meridionali dell'Africa. Questi esemplari popolano praterie, boschi fluviali, paludi, canneti e le aree semi-aride e si suddividono in...
Altri Mammiferi

Caratteristiche dello zibellino

Piccolo mammifero terrestre appartenente alla famiglia dei mustelidi, lo zibellino vanta, fra le sue caratteristiche principali, la bellezza della pelliccia costituita da una folta lanugine e di lunghi peli rigidi e lucenti. Una peculiarità che è costata...
Cani

Come addestrare un setter inglese

Il cane è sicuramente uno dei migliori amici dell'uomo, ma se decidiamo di adottarne uno per farlo vivere con noi, dovremo sempre ricordarci che è un animale e che ha bisogno di un adeguato addestramento per poter vivere senza alcun problema a contatto...
Altri Mammiferi

Gli elefanti asiatici: caratteristiche

Rispetto all'età preistorica, oggi sulla terra, gli elefanti asiatici sono gli animali più grossi che esistano già da diverse generazioni. Gli esemplari africani hanno caratteristiche dimensionali superiori rispetto a quelli indiani. Quest'ultimi sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.