5 errori da evitare nella pulizia del cincillà

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Ultimamente nel nostro paese si scelgono come animali di compagnia non più solo cani e gatti. Da qualche tempo infatti sono i piccoli roditori ad avere la meglio: porcellini d'india, topolini e anche cincillà vanno per la maggiore, perché hanno bisogno di poche cure ma sanno regalare affetto e situazioni divertenti. Qualche piccola accortezza non è mai troppa con questi animali, per fargli condurre una vita sana in un ambiente salubre. In questa breve guida proporremo un vademecum sui 5 errori da evitare nella pulizia del cincillà.  

27

Fornire al cincillà una sabbia non specifica

Il primo errore che dobbiamo evitare se possediamo un cincillà è quello di fornirgli della sabbia non specifica per i piccoli roditori. La sabbia infatti è uno dei mezzi preferiti dai cincillà per la pulizia del pelo e del mantello e loro amano molto rotolarvisi dentro per pulirsi da soli. Non dobbiamo però commettere l'errore di utilizzare sabbia per canarini o per gatti, ma scegliere solo quella apposita per cincillà.

37

Utilizzare del talco

Il secondo errore che dobbiamo evitare nella pulizia del cincillà è quello di utilizzare del talco sul loro mantello. I cincillà sono animali molto puliti e passano molte ore del giorno a leccarsi il pelo o rotolarsi nella loro sabbia, cosa che gli consente di eliminare le untuosità del mantello. Il talco potrebbe provocargli irritazioni o problemi di respirazione, quindi evitiamolo categoricamente.

Continua la lettura
47

Lavare il cincillà con acqua

Il terzo errore da evitare nella pulizia del cincillà è quello di immergerlo nell'acqua o utilizzare l'acqua per rimuovere sporcizia dal pelo. Questi piccoli roditori non vanno molto d'accordo con l'acqua e potremmo rischiare di farli scappare per tutta casa, con moltissime difficoltà per riprenderli.

57

Utilizzare detergenti non specifici

Anche l'utilizzo di detergenti per la pulizia del cincillà è da sconsigliare categoricamente. Al massimo possiamo pulirli con un prodotto secco, ma solo se consigliato dal nostro veterinario di fiducia. Questi animali sono molto delicati e qualsiasi corpo estraneo come un detergente potrebbe essere tossico o addirittura letale per la loro salute.

67

Fornigli la sabbia troppo raramente

L'ultimo errore da evitare nella pulizia del cincillà è quello di fornirgli la sabbia per la pulizia troppo raramente. I cincillà amano molto rotolarsi nella sabbia pulita per pulirsi e lo fanno anche una o due volte al giorno. L'ideale sarebbe somministrargli la ciotolina con la sabbia pulita a giorni alterni, ma se vediamo che il loro pelo si unge o si sporca molto, possiamo anche mettergli la sabbia tutti i giorni. La sabbia serve per asciugare l'umidità del loro mantello e rimuovere le impurità della loro cute.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella pulizia del gatto

Quando si parla di pulizia del gatto, ci si riferisce non solo all'igiene personale del gatto ma, anche a quello del luogo in cui dorme e della lettiera. Ricordiamoci che il gatto è un animale autosufficiente, e che provvede quotidianamente alla sua...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella pulizia del cavallo

Una delle operazioni più importanti da compiere, se si possiede un cavallo, o se ne cavalca uno, è la sua corretta pulizia. La cura del cavallo, detta, con termine anglosassone, grooming, serve non solo a rimuovere la sporcizia che potrebbe essersi...
Cura dell'Animale

Cincillà: i cibi da evitare

Il cincillà è un roditore dalle dimensioni simili a quelle di un grande scoiattolo, originario del sud America, ma ormai diffuso in tutto il mondo come animale da compagnia. Appartiene alla famiglia dei roditori, ed è conosciuto principalmente per...
Cura dell'Animale

La pulizia della gabbia per uccelli

La pulizia della gabbia per uccelli è molto importante. Qualsiasi volatile è presente nella nostra gabbia, la pulizia quotidiana è d'obbligo. La manutenzione che viene fatta alla gabbia, è semplicemente, una questione d'igiene sia per noi, sia per...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella cura delle galline

Se abbiamo un piccolo pollaio ed intendiamo allevare con cura le galline, ci sono alcuni importanti accorgimenti da prendere per evitare di commettere errori che si ripercuotono sulla loro salute, e non ci consentono più di ottenere le tanto attese uova...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella cura del coniglio

In Italia, al terzo posto tra gli animali domestici più diffusi, dopo cane e gatto, si trova il coniglio. È proprio così: sono in molti tra i nostri connazionali a scegliere questo buffo animaletto, che appartiene alla famiglia dei leporidi, come animale...
Cura dell'Animale

La cura del toporagno: 5 errori da evitare

Il toporagno è una specie di topolino con la "proboscide". È davvero molto piccolo, pare addirittura sia il più piccolo mammifero esistente. Può essere lungo, infatti, da 2 a massimo 15 cm e pesare dai 2 ai 100 grammi. Si tratta di un animaletto selvatico,...
Cura dell'Animale

Come pulire le orecchie al cane

Prendersi cura del nostro cane è un dovere a cui non possiamo sottrarci per il benessere del nostro amico a quattro zampe. Oltre all'alimentazione, alla cura ed igiene del pelo, dei denti, ecc., tra le diverse attenzioni che prestiamo al nostro cane,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.