5 regole d'oro per educare il cane

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Adottare un cane significa prendersene cura 365 giorni l'anno. I cani sono degli esseri viventi e come tali hanno bisogno di attenzioni. Naturalmente l'educazione fa parte delle cure e delle attenzioni che dovreste riservare al vostro amico peloso. Un cane educato è sicuramente più gestibile se si va in luoghi pubblici e riesce ad interagire in modo migliore anche con voi. I cani per canto loro, se non rispondono alle vostre richieste, non sono maleducati, semplicemente non comprendono i ruoli e non vi vedono come una figura di riferimento. La stessa cosa accade con i bambini: se non fate capire loro che devono ascoltarvi e devono fidarsi dei vostri consigli, faranno quello che vogliono, anche cosa potenzialmente pericolose.
La stessa cosa accade con i cani. Allora come educarli? Semplicissimo, seguendo le 5 regole d'oro che vi illustreremo di seguito.

26

Eseguire esercizi con il proprio cane

La prima regola d'oro che vogliamo consigliarvi è quella di svolgere quotidianamente delle attività o degli esercizi insieme al vostro cucciolo. Questi miglioreranno il vostro rapporto e sicuramente faranno si che si instauri una relazione basata sulla complicità e sulla fiducia. Ad esempio portatelo ogni giorno al parco e giocate con un bastone. Lanciatelo e fatevelo riportare.

36

Ignorare i comportamenti sbagliati

Come detto in precedenza, i cani sono come dei bambini. Molto spesso fanno delle monellerie solo per attirare le vostre attenzioni. Di conseguenza se si renderanno conto che un loro comportamento vi fa arrabbiare, potrebbero prenderlo come un gioco e continueranno a ripeterlo. Se invece farete finta di nulla e ignorerete le loro azioni sbagliate, lui si stancherà di ripeterle.

Continua la lettura
46

Usare premi e ricompense

Il cane si sentirà sicuramente invogliato a comportarsi bene, se a seguito di un comando riceverà un premio come crocchette, bocconcini di carne, biscotti o un osso. Collegherà così la sua azione alla ricompensa e di conseguenza ogni qual volta gli richiederete di fare una determinata cosa lui la farà se sa che dopo riceverà un premio.

56

Evitare i comandi incoerenti

Naturalmente il cane, perché capisca quale sia l'atteggiamento giusto da assumere deve ricevere dei comandi coerenti. Se ad esempio decide di mettersi sul divano, ma voi magari l'avete appena ripulito e non volete che ci salga, fate in modo che non ci salga mai e non solo quella volta. Non potete lasciarlo salire alcune volte e altre pretendere che lui sappia che non deve.

66

Non punire fisicamente il cane

Sicuramente saprete già che le punizioni fisiche non funzionano, anzi se possibile peggiorano le cose. Queste renderanno ancora più aggressivo il vostro cane che risponderà con violenza alla violenza subita. Quindi bisogna adottare dei metodo gentili per far capire al cane che non deve più fare una determinata cosa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come educare il cane a rispondere al suo nome

Avere un cane è davvero bello: il cane è, senza dubbio, il migliore amico dell'uomo, il suo più caro ed affettuoso compagno di giochi, avventure e coccole. Uno degli aspetti più divertenti e soddisfacenti dell'avere un cane, però, è proprio quello...
Cani

Addestramento pinscher: i comandi

Noi tutti sappiamo che il cane è un animale molto intelligente, capace di apprendere e di memorizzare velocemente i segnali di affetto e di comando che provengono dall'uomo. Come vedremo nel corso di questa guida, esistono una serie di regole che se...
Cani

Consigli per educare un cucciolo

Un cucciolo di cane è davvero impegnativo, può essere considerato un po’ come un bambino. Ha bisogno di cure e attenzioni costanti e di una buona educazione fin dal principio. Prima di adottare un cucciolo o un cane in generale, valutate bene di avere...
Cani

5 regole d’oro per educare un cucciolo

L'arrivo di un cucciolo nel nucleo familiare è un momento di grande gioia: un nuovo membro della famiglia, capace di amare incondizionatamente, è destinato a cambiare tutti gli equilibri della casa e dei suoi abitanti. Adottare un cagnolino, un gattino...
Cani

Come educare il cane con 5 comandi fondamentali

Il cane è un animale eccezionale; chi lo sceglie come amico sceglie di costruire una amicizia solida e profonda, dalle mille soddisfazioni. Ma pur sempre di animale si tratta, specialmente perché il comportamento del cane dipende molto dal suo istinto;...
Gatti

5 segreti per educare i gatti

Il gatto è sempre più apprezzato e scelto come animale domestico da tante famiglie di tutto il mondo; il suo intuito, il suo caldo abbraccio peloso e la sua intelligenza ne fanno un compagno di vita affettuoso, curioso ed indipendente. L'istinto intraprendente...
Gatti

Come educare il gatto a rispondere al suo nome

Se desideriamo adottare un animale per farlo vivere con noi nella nostra abitazione, prima di farlo dovremo essere sicuri di poterci sempre prendere cura di lui garantendogli sempre tutto il cibo e le cure di cui ha bisogno, oltre a dedicargli quotidianamente...
Cani

Come educare correttamente un cane

Il cane, è sicuramente l'animale domestico per eccellenza. Definito come il migliore amico dell'uomo, riesce facilmente ad interagire con l'essere umano riuscendo a capirlo ed a farsi capire. Discendendo dal lupo, il cane, per indole naturale, necessita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.