5 regole d'oro per la cura delle quaglie

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi decide di allevare quaglie (attività alla quale è stato assegnato il nome di Coturnicoltura) lo fa solitamente per avere a disposizione le uova che, oltre ad avere un sapore invitante, presentano ottimi valori dal punto di vista alimentare. In particolare, a farle preferire alle più comuni uova di gallina è il fatto di avere un valore del colesterolo particolarmente basso (circa lo 0,7% contro il 7% delle uova di gallina). Per tale motivo, la pratica di allevare quaglie si è diffusa notevolmente, non solo a livello domestico. Se possibile, evitare di crescere le quaglie rinchiuse in gabbia; poterle allevare in fattoria, invece, rappresenta il modo ideale per garantire loro una vita più lunga. Nella presente guida, a tal proposito, verranno indicate 5 regole d'oro da seguire per la cura delle quaglie.

26

Scegliere il rifugio ideale per favorire la deposizione delle uova

Le quaglie sono solite deporre uova in qualunque periodo dell'anno. Cercare di garantire loro un riparo adeguato, oltre a separare gli esemplari maschi dalle femmine. Questo, però, non significa dover disporre i due gruppi lontani tra loro in quanto le femmine, ascoltando il canto dei maschi, vengono stimolate a deporre un maggior numero di uova. Come rifugio può essere scelto un capannone, purché disponga di un'entrata in grado di assicurare luce sufficiente; in particolare, le quaglie dovrebbero avere la possibilità di ricevere la luce del mattino. Grazie a questi accorgimenti, le quaglie potranno deporre una quantità pari a circa 300 uova.

36

Somministrare la giusta alimentazione

Se si vogliono ottenere ottimi risultati da un allevamento di quaglie è opportuno curare in modo particolare l'alimentazione. Quest'ultima, infatti, deve essere assolutamente completa e, soprattutto, bilanciata. Ad esempio, quando si decide di nutrire le quaglie con del mais, aggiungere a quest'ultimo degli ingredienti che apportino proteine come, ad esempio, la farina di soia (o, in alternativa, di girasole). Per garantire la giusta percentuale sia di calcio che di fosforo mescolare al cibo dei grani di farina d'osso (oppure di conchiglia).

Continua la lettura
46

Curare l'igiene dello spazio che ospita le quaglie

Come per qualsiasi altro allevamento, anche quello delle quaglie richiede delle regole in materia di igiene. È molto importante cambiare l'acqua quotidianamente, in modo che si presenti sempre pulita e fresca; quando si procede al cambio dell'acqua è opportuno anche disinfettare lo stesso abbeveratoio. Ricordarsi, inoltre, di verificare la ventilazione della zona, che dovrà essere adeguata ma senza che siano presenti delle correnti d'aria.

56

Assicurare una temperatura adeguata

Chi alleva quaglie deve farlo in modo che, nonostante crescano in cattività, possano beneficiare delle migliori condizioni possibili. Trattandosi di uccelli migratori, in natura sono soliti abbandonare una zona quando quest'ultima si rivela particolarmente fredda. Pertanto, è opportuno decidere di aprire un allevamento solamente nel caso in cui ci si trovi ad abitare in una zona temperata, oppure calda.

66

Verificare le condizioni del becco con regolarità

Nel tenere costantemente monitorata la salute delle quaglie è importante non tralasciare l'esame del becco. Considerando che le quaglie dovrebbero avere costantemente a disposizione il cibo, proprio il becco potrebbe essere soggetto a problemi dovuti ai batteri. Cercare di lavarlo periodicamente utilizzando una soluzione a base di sodio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

5 alimenti da non dare alle quaglie

Se intendiamo allevare delle quaglie per garantirci delle uova giornaliere che si rivelano molto più nutrienti di quelle di gallina, è importante che l'alimentazione sia adeguata, evitando soprattutto di somministrargli cibi non adatti, oppure elaborarli...
Volatili

Come nutrire le quaglie

Allevare le quaglie è abbastanza semplice, e può essere anche produttivo: da questi animali si possono ricavare grandi quantità di uova e di carne. In una voliera abbastanza grande infatti possono entrare sino a 20 esemplari, di cui 15 femmine, e la...
Cani

Come migliorare il sistema immunitario di un cane

Il sistema immunitario di un cane entra in azione ogni volta che il suo organismo riconosce qualcosa che minaccia la sua salute. Se il sistema immunitario di questo animale è abbastanza forte, le cellule si difendono, tendono a combattere ed a contrastare...
Rettili e Anfibi

Come allevare insetti da pasto per rettili

Gli insetti vivi, in particolare i grilli, sono l'elemento principale nell'alimentazione dei rettili. È possibile acquistare grilli vivi nei negozi specializzati, ma allevare e crescere da soli i propri insetti è ancora meglio, perché curandoli e alimentandoli...
Volatili

10 consigli per allevare canarini

I canarini sono uccelli meravigliosi da tenere in casa perché sono facili da curare e possono essere relativamente contenuti da soli. Tuttavia, una cosa sui canarini non è del tutto semplice nonché l'allevamento. I canarini da allevamento richiedono...
Cura dell'Animale

Come allevare un'oca

Tra i tanti animali da cortile che potreste scegliere, l'oca è sicuramente uno dei più facili da allevare. Allevare un'oca infatti non richiede particolari conoscenze o attrezzature specifiche. A differenza di animali da cortile come polli o galline,...
Invertebrati e Insetti

Come allevare un ragno australiano

Esistono circa 40.000 specie di ragno australiano diverse conosciute e le loro abitudini di allevamento non sono tutte uguali. Alcuni rituali di accoppiamento si concludono nella violenza, mentre altri concludono con il maschio e la femmina che continuano...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le coccinelle

Il termine coccinella deriva dal greco "Kòkkinos" o latino "Coccinus", che significa "rosso scarlatto". È proprio da tale caratteristica che deriva il nome di tali insetti. Fin dall'antichità sono considerate simbolo di buon auspicio, reputazione dovuta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.