5 segnali che il tuo gatto sta invecchiando

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con le dovute cure e le giuste precauzioni, anche i gatti possono vivere molto tempo. La vita media è stimata attorno ai quindici anni, ma la razza, lo stile di vita, l'alimentazione e in generale il contesto di vita possono influire notevolmente su tale media matematica. Le nostre abitudini e stili di vita spesso si devono un po' adattare alla presenza di questi felini, ma fortunatamente il gatto è un animale addomesticato e quindi perfettamente adeguato alla convivenza con l'uomo.
Qualche problema, però, potrebbe insorgere nel momento in cui il felino comincia a invecchiare: perde agilità ed elasticità, cambia alimentazione, ecc. In questo caso è necessario rivolgere al nostro gatto qualche attenzione in più, perché potrebbe non essere più completamente autosufficiente come lo è stato per parecchi anni. Proprio per questo è fondamentale riuscire a cogliere tutti quei segnali che preannunciano che il nostro gatto sta invecchiando. Vediamone i principali 5 insieme.

26

Incontinenza

Una delle prime cose che si insegna al proprio gatto è quella di fare i "bisognini" nei posto giusto. Quando i gatti invecchiano, invece, molto spesso tendono a urinare dove capita, senza più considerare le vecchie e interiorizzate regole. All'origine di tale situazione non c'è un atteggiamento ribelle, bensì un'incapacità di controllare la muscolatura uretrale (adibita all'evacuazione).

36

Alterazione cognitiva

Parallelamente alla demenza senile umana, i gatti invecchiando presentano delle alterazioni o disfunzioni cognitive che si manifestano principalmente con: lo squilibrio del ritmo veglia-sonno (il gatto vagabonda nottetempo in giro per la casa miagolando), disorientamento spaziale (il gatto non percepisce più in modo esatto le distanze fra gli oggetti), o ancora cambio di personalità (indifferenza, solitudine).

Continua la lettura
46

Aggressività

Avanzando con l'età i gatti vanno incontro a problemi fisici e mentali come l'artrite o la riduzione delle capacità visive e mnemoniche. Tutto questo confluisce nel tipico atteggiamento aggressivo e irascibile del felino anziano, che si manifesta sia nei confronti delle persone sia con altri gatti.

56

Pasti saltuari e discontinui

Un gatto giovane e sano mangia in modo costante e regolare come normalmente fanno le persone, e perciò è importante controllare il proprio gatto durante i suoi pasti per scoprire se sta invecchiando davvero. Se consuma il suo pasto solo fuori orario e/o tralasciandone buona parte è ragionevole pensare che stia cominciando a invecchiare. Attenzione, però: potrebbe anche essere semplicemente abituato a mangiare da qualche altra parte mentre voi lo ignorate completamente, oppure potrebbe detestare quello che gli servite da mangiare.

66

Mantello e denti

Altri segnali che potrebbero indicare che il proprio gatto sta invecchiando possono essere il mantello debole, rado e ruvido, oppure la caduta o l'indebolimento dei denti o degli artigli. A seguito di tali avvenimenti il felino si sentirà ovviamente più fragile e vulnerabile, motivo per cui potrebbe cominciare a rimanere in casa per tutto il giorno, cercando solo posti caldi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come capire che il tuo cane sta invecchiando

Ogni amante degli animali vive il momento dell'invecchiamento del suo cane con grosso dispiacere. È normale che sia così e si prova la stessa cosa verso tutti gli esseri viventi. Se il tuo amico a quattro zampe gode di perfetta salute è difficile che...
Cani

5 segnali dell’invecchiamento del tuo cane

Come le persone anche i cani cambiano mentre invecchiano. Solo i padroni, che gli sono vicini e li conoscono meglio si potranno rendere conto di questi cambiamenti dovuti all'età. Ad una certa età il tuo cane sarà meno attivo e quindi potrà necessitare...
Cani

Consigli per la cura dei cani anziani

Il cane si sa è il miglior amico dell'uomo, ci prendiamo cura di lui e lui si prende cura di noi. Spesso adottiamo i nostri amici a quattro zampe quando sono ancora cuccioli, giocare con loro educarli e vederli crescere riempie le nostre giornate con...
Cani

5 consigli per gestire la vecchiaia del cane

La speranza di vita media di un cane è di 8 anni. Questa aspettativa è pero fortemente influenzata da fattori quali la razza, la taglia e lo stile di vita condotto dall'animale nel corso della sua esistenza. Oggi, grazie ai progressi della Scienza e...
Cani

Come accudire un cane anziano

I cani rappresentano, tra gli animali domestici, i migliori amici dell'uomo. Si tratta di animali estremamente affettuosi, leali e giocosi ed accompagnano il padrone in tutto l'arco della sua vita. Purtroppo però i cani hanno un'aspettativa di vita piuttosto...
Volatili

Come allevare i parrocchetti

La schiusa delle uova e la nascita dei piccoli sono il momento più bello e più emozionante che la passione per i pappagalli possa dare. Per la loro riproduzione e per il loro allevamento occorre tenere conto di alcuni accorgimenti, sia in tema di alimentazione...
Gatti

Gatto: i segnali della coda

Per questi eleganti felini ogni movimento e ogni posizione del corpo indica qualcosa, una delle parti più importanti nel gatto è la coda. I gatti per comunicare utilizzano un linguaggio loro tutto particolare fatto di suoni, gesti, umori, atteggiamenti...
Animali da Compagnia

Cani e gatti: riconoscere i segnali di un maltrattamento

Tutti coloro che amano abbastanza gli animali, in quanto ne hanno uno a cui sono molto legati, sono in grado di comprendere pienamente il loro stato d'animo, sapendo riconoscere anche quando sono gioiosi, oppure se sono particolarmente taciturni e tendenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.