7 cose da sapere sui cammelli

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il cammello, noto per le sue due gobbe, molte volte viene scambiato per il suo parente più prossimo, il dromedario, che ne ha invece una sola. Tutti siamo incuriositi da questo gigante del deserto, diventato nei paesi asiatici una grande attrattiva turistica. Ma quali curiosità nasconde questa meraviglia della natura? Vediamo 7 cose da sapere sui cammelli.

28

L'habitat

È diffuso in Asia centrale ed a nord dell'Himalaya. Sono ormai pochi gli esemplari che vivono allo stato selvatico, per lo più in Mongolia e nel deserto del Gobi, nelle regioni più aride e steppose. La maggior parte sono animali domestici, utilizzati come animali da trasporto, ma anche per ottenere la carne, la lana, il latte ed il grasso.In Italia venne introdotto come animale da soma dai Romani, ma ad oggi lo possiamo ammirare solamente in zoo e circhi.

38

La morfologia

Il cammello selvatico appare più alto e snello rispetto agli esemplari addomesticati. Sono alti circa un metro e mezzo, lunghi 2-3 metri, ed arrivano a pesare 450-500kg. Sulle ginocchia e sul ventre presentano dei cuscinetti callosi che gli permettono di non ferirsi quando si inginocchiano per riposarsi. Anche sotto i piedi presentano dei cuscinetti piatti che gli permettono di non sprofondare nella sabbia schiacciati dal loro peso. Le loro narici e la bocca si chiudono completamente all'occorrenza (durante le tempeste di sabbia), mentre gli occhi sono protetti da folte ciglia. Il loro mantello è lungo durante i periodi più freddi, per poi cadere e rimanere più corto nei periodi più caldi.

Continua la lettura
48

Le gobbe

I cammelli hanno due gobbe, a differenza del loro parente arabo, il dromedario, che ne ha una sola. È molto diffusa la credenza che al loro interno questi animali contengano acqua per i periodi di siccità, ma è completamente sbagliata. Il ruolo delle gobbe è quello di fungere da importantissima riserva energetica, in quanto al loro interno accumulano grasso, arrivando a pesare anche 35kg l'una. Il grasso di riserva viene utilizzato nei periodi di scarsità di cibo e, man mano che le riserve di grasso diminuiscono, le gobbe tendono letteralmente ad afflosciarsi.

58

L'acqua

Il cammello si è adattato a vivere in zone caratterizzate da climi torridi e riescono a sopravvivere per lunghi periodi anche senza abbeverarsi. Dopo un lungo periodo di siccità, appena arrivano ad un'oasi riescono ad assumere anche 110 litri di acqua in circa 10 min, andandola ad immagazzinare in due sacche che si trovano nello stomaco. Al loro interno riescono a conservare circa 60 litri d'acqua.

68

La dispersione dei liquidi

I cammelli vivono gran parte della loro vita sotto il sole, affrontando temperature che vanno dai 30°C ai 50°C. Essendo degli animali a sangue caldo hanno la necessità di mantenere una temperatura corporea costante, e lo fa attraverso la traspirazione. La sudorazione del cammello avviene diversamente rispetto agli altri mammiferi, infatti l'acqua viene persa uniformemente da tutti i tessuti del loro corpo, piuttosto che sottrarsi alla componente plasmatica del sangue. Inoltre, iniziano a sudare solo dopo che la loro temperatura corporea avrà raggiunto i 40°C.

78

L'alimentazione

È un animale erbivoro, capace di adattarsi in condizioni estreme. Si nutrono principalmente di arbusti spinosi e salati, ma in assenza di cibo possono mangiare anche ossa di altri animali, pelle ed addirittura la carne. Essendo ruminanti ingeriscono il cibo senza masticarlo completamente, per poi rigurgitarlo in bocca e rimasticarlo con tranquillità. Riescono a sopravvivere senza nutrirsi e senza bere per un'intera settimana sotto il sole cocente.

88

La riproduzione

Il periodo riproduttivo è in autunno. La maturità sessuale viene raggiunta a 3-6 anni. Dopo l'accoppiamento la gravidanza dura 13 mesi. I cuccioli pesano alla nascita circa 36 kg, e dopo poche ore dalla nascita saranno già in grado di camminare. La madre li allatta per un anno e mezzo, ed appena i cuccioli avranno raggiunto la maturità sessuale la lasceranno. In cattività questi animali arrivano a vivere 30-35 anni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

5 curiosità sui delfini

I delfini sono animali stupefacenti per la grande intelligenza di cui sono dotati. Il loro mondo affascina da secoli studiosi, ricercatori e semplici appassionati. Ma ancora non tutti conoscono alcune caratteristiche di questi meravigliosi animali, così...
Altri Mammiferi

Tutto sui delfini

I delfini sono dei mammiferi marini appartenenti al gruppo dei cetacei. I più noti sono i delfini comuni ed il tursiope, definito altrimenti come "delfino naso di bottiglia". Animali dotati di un'intelligenza estrema, posseggono una magica attrattiva...
Altri Mammiferi

Come cavalcare un cammello

I cammelli sono ampiamente riconosciuti come degli efficienti animali da sella. Le loro lunghe falcate e le gobbe forti rendono la loro cavalcata un'esperienza unica. Se si ha il desiderio di cavalcare un cammello, bisogna sapere innanzitutto che è molto...
Altri Mammiferi

Come aiutare animali in via d'estinzione

All'interno di questa guida, andremo a parlare di animali. Nello specifico, in questo caso, ci dedicheremo agli animali in via d'estinzione. Cercheremo di rispondere a quest'interrogativo: come si possono aiutare gli animali in via d'estinzione?Un interrogativo...
Altri Mammiferi

Come Riconoscere Il Grillo Talpa

Il grillo talpa è un insetto appartenente alla famiglia dei Gryllotalpidae. Viene considerato come un animaletto dannoso per i terreni coltivati a prati e per gli orti: questo accade perché l'insetto scava delle gallerie sotterranee che danneggiano...
Altri Mammiferi

Consigli per allevare un toporagno

Il toporagno è una specie appartenente alla famiglia dei Soricidi, un' ordine di mammiferi molto simili ai topi. Questa specie è caratterizzata da un lungo muso appuntito e da una soffice pelliccia dalle tonalità marroni e grigie. A differenza dei...
Altri Mammiferi

Come capire se un cincillà è maschio o femmina

Se ti hanno appena regalato un cincillà ed intendi sapere qualcosa in più su di loro come ad esempio se è un esemplare maschio o femmina, allora il consiglio è di leggere i passi successivi della presente guida. Infatti, ti verranno sggeriti alcuni...
Altri Mammiferi

Come trovare un compagno al cincillà

Siete soli in casa e vi sentite isolati dal resto del mondo? Avete sempre avuto una passione per i piccoli animali domestici? Abbiamo la soluzione adatta a voi. Quanti resisterebbero alla semplice e tranquilla compagnia di un piccolo roditore a forma...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.