Adottare un gatto: 10 errori da non commettere

Tramite: O2O 18/10/2016
Difficoltà: media
112

Introduzione

Quando si desidera adottare un gatto, occorre tenere nella giusta considerazione molteplici fattori. Solo in questo modo si potrà sempre realizzare una scelta corretta, matura e consapevole. Nessuna approssimazione, dunque, nell'adozione di questo simpatico animale domestico. In questa guida vogliamo illustrarvi come adottare un gatto e quali sono i 10 errori assolutamente da non commettere.

212

Non rispettare lo svezzamento

Un errore molto frequente è quello di adottare un gatto non ancora svezzato. È fondamentale che il micio rimanga in compagnia della mamma per tutto il periodo dello svezzamento. Spetterà a mamma gatta, infatti, alimentarlo e curarlo nella giusta maniera. Solo trascorso il periodo dello svezzamento e quando il gattino sarà finalmente indipendente, sarà quindi possibile adottarlo ed ospitarlo in casa.

312

Alimentare in modo sbagliato

Rappresenta assolutamente un errore quello di alimentare un gatto appena adottato in modo frettoloso e inappropriato. L'animale dovrà mangiare in modo sano e corretto, con una dieta pensata apposta per lui e composta da cibi umidi e secchi nella stessa quantità e perfettamente bilanciati tra loro. Non è opportuno dare da mangiare al gatto ciò che mangia l'uomo e neppure alimenti riservati ad altri animali come, ad esempio, il cane. Il gatto adottato, infatti, dovrà avere una sua specifica ed esclusiva alimentazione.

Continua la lettura
412

Preparare una cuccia insicura

Un gatto appena adottato nella maggior parte dei casi sarà un animale un po' impaurito e che dovrà abituarsi a vivere in un nuovo ambiente che ancora non conosce. Sarebbe quindi sbagliato preparagli una cuccia insicura o collocarlo in un luogo della casa poco tranquillo o addirittura inospitale. Il gatto dovrà avere a sua disposizione un giaciglio caldo, spazioso e dove si possa sentire totalmente al sicuro e sempre a suo agio.

512

Dimenticare la ciotola dell'acqua

Molto spesso si commette l'errore, quando arriva un nuovo micio in casa, di mettergli a disposizione soltanto del cibo ma mai dell'acqua. Questo è un errore frequente che tuttavia va sempre evitato. Anzi, la prima cosa che dovrete fare dopo aver adottato un felino è quella di mettergli a disposizione un'ampia ciotola con dell'acqua. I gatti non bevono molto spesso ma l'acqua è fondamentale nella loro alimentazione e consente loro di mantenersi tonici e idratati anche in presenza di cibo scarso o di prolungati periodi di digiuno forzato.

612

Lavare il pelo in modo scorretto

Quando si adotta un gatto, magari uno raccolto in strada, si cerca sempre di pulirlo a dovere ed il pelo è la prima cosa che va curata. Tuttavia, lavare il pelo dell'animale immergendolo in una vasca o lavandolo con del semplice sapone è una della abitudini più sbagliate che si possano assumere. Il gatto non ama affatto l'acqua, pertanto dovrete cercare di evitargli questo inutile disagio. Il pelo del vostro "nuovo ospite" va lavato adeguatamente, magari avvalendosi di apposite lozioni in vendita nei negozi di animali.

712

Non vaccinare

Adottare un gatto è anche un'azione che implica una precisa responsabilità. Si dovrà, ad esempio, subito pensare alla sua salute. L'errore che di frequente si commette è però quello di trascurare le più elementari norme igienico sanitarie, mettendo a rischio la salute del felino. Per non commettere questa imperdonabile leggerezza è quindi necessario vaccinarlo, ripetendo periodicamete tale profilassi in accordo con le indicazioni dello specialista veterinario.

812

Evitare di andare dal veterinario

Il discorso relativo alle vaccinazioni è strettamente collegato a quello più generale riguardante la salute del gatto adottato. Le sole vaccinazioni "una tantum" non possono bastare: sarà opportuno andare dal veterinario periodicamente, segnalando allo specialista tutti i comportamenti anomali dell'animale o l'insorgere di particolari patologie. Molto spesso, invece, si ritiene che un gatto apparentemente sano sia in effetti sempre un gatto in buona salute: alle volte, purtroppo, non è così. Una periodica "visita di controllo" sarebbe sempre utile e necessaria, soprattutto quando si adotta un nuovo animale.

912

Scartare un esemplare troppo gracile

Al momento della scelta del gatto da adottare, alcune persone preferiscono prendere in casa un gatto che appaia in buona salute, con un buon aspetto e fisicamente a posto. Ma scartare un esemplare piccolino o troppo gracile è un errore da non commettere. Spesso l'essere gracile non è sinonimo di cattiva salute ma solo di metabolismo o costituzione ereditaria. Anzi, scegliere l'animale che maggiormente appare in difficoltà può davvero rappresentare la classica, apprezzabile buona azione.

1012

Tagliare le unghie

I gatti, come si sa, hanno nelle unghie la loro "arma" preferita. Quando si adotta un gatto si opta spesso, per renderlo innocuo o affinché non rovini mobili e salotti di casa, tagliargli le unghie. La pratica della recisione completa delle unghie ad un gatto è operazione assolutamente scorretta. Le unghie possono essere accorciate, ma mai tagliate completamente. Un gatto senza unghie si sentirà menomato ed indifeso. Meglio provvedere periodicamente alla semplice accorciatura, in modo che l'animale possa vivere tranquillo ed in armonia con il suo corpo.

1112

Adottare solo esemplari di razza

Frequentemente si ritiene che adottare un gatto di razza sia elemento di distinzione. Questo è uno dei più grandi errori di concetto che si possano commettere, perché anche un gatto senza "pedigree" sarà lo stesso in grado di fornire affetto, fedeltà e compagnia al proprio padrone. I gatti quindi non andrebbero scelti in base alla razza. Anzi, nell'adottare un gatto di strada si compirà una buona azione davvero degna di lode. E non vi sono dubbi che lui vi ripagherà senz'altro con tanta, tanta riconoscenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Gatto: i cibi da evitare

Tra gli animali domestici che si possono adottano, troviamo i gatti. I gatti sono felini molto semplici da poter addomesticare. Infatti non hanno bisogno di molte cure. Una delle prime cose da fare quando si adotta un gatto, è di controllarne la salute....
Gatti

Come costruire un sistema di tunnel per il proprio gatto

Il gatto è notoriamente un animale molto indipendente. È anche una creatura curiosa, che ama esplorare l'ambiente in lungo e in largo. Non è raro, infatti, sorprendere questi affascinanti felini durante qualche "indagine" per casa. E in simili occasioni...
Gatti

10 consigli per insegnare al gatto ad usare la lettiera

Se ci apprestiamo ad adottare un gatto, è importante sapere che la lettiera è un accessorio indispensabile, per evitare che l'animale possa imbrattare la casa con i suoi bisogni quotidiani; infatti, per massimizzare il risultato, è dunque necessario...
Gatti

Come prendersi cura di un gatto abbandonato

La scelta di adottare un animale è un passo molto importante in quanto il cucciolo scelto entrerà a far parte della famiglia. Tra gli animali domestici più conosciuti vanno annoverati senza dubbio i cani e i gatti: questi ultimi spesso vengono abbandonati...
Gatti

Come fare se il gatto vi sveglia all'alba

Il gatto è un animale crepuscolare; l'alba ed il tramonto sono i momenti della giornata in cui egli deve svolgere le attività. Questi periodi di tempo sono ideali per il gioco, la caccia oppure per una sana e rilassante passeggiata. L'orologio biologico...
Gatti

Come adottare una colonia di gatti

Le colonie feline, ovvero gatti randagi in libertà, sono molto diffuse in Italia. Si osservano in ogni piccola o grande città, nei quartieri e nelle strade di campagna. Questi agglomerati felini godono di una speciale tutela, sancita dalla legge 281...
Gatti

Cosa fare se il gatto non vuole rimanere solo in casa

Molte persone tra gli animali domestici preferiscono scegliere il gatto poiché è indipendente e può stare da solo in casa mentre si è a lavoro. Tuttavia va sottolineato che se il vostro gatto non ama la solitudine, è necessario adottare alcune...
Gatti

Come far espellere al mio gatto le palle di pelo

Il gatto è un animale dall'indole particolare, molto attento alla propria igiene. È noto come il gatto sia restio a bere dell'acqua non abbastanza limpida. La pulizia, per i felini, è molto importante. Passano una buona parte del tempo a pulire il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.