Artiodattili: ambiente di vita e nutrizione

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Gli Artiodattili è un ordine di mammiferi erbivori ungulati, provvisti di arti le cui estremità (le dita) sono ricoperte da zoccoli. Quest'ordine di mammiferi si caratterizza per la particolare forma del piede. Essi, infatti, hanno un piede con dita di numero pari, di cui le esterne sono semplici e primitive e le interne, più sviluppate, sostengono il peso del corpo. Di queste dita però manca il primo dito. L'ordine degli Artiodattili è uno dei più ricchi in rappresentanti fossili. In questa guida spiegheremo la nutrizione di queste specie di animale e il loro ambiente di vita.

25

Gli Artiodattili sono divisi in tre tipo di sottordini: i ruminanti, i non ruminanti e i tilopodi. Dei ruminanti fanno parte, ad esempio, il cervo, lo stambecco. Dei non ruminanti fa parte il cinghiale. Dei tilopodi fanno parte dromedari, cammelli. I ruminanti sono diffusi in ogni parte del mondo, costituendo la maggioranza degli erbivori. Anche i non ruminati popolano quasi la maggior parte del mondo.
I tilopodi, invece, sono caratteristici di ambienti tropicali o subtropicali.

35

Per quanto riguarda le caratteristiche dei ruminanti, essi sono provvisti di una dentatura ridotta. Mancano, infatti, gli incisivi nella mandibola superiore. Per questo motivo, per cibarsi fanno uso della lingua. L'apparato digerente di questi animali è molto utile per una dieta abbastanza povera. Essi, infatti, dopo aver masticato il cibo, lo passano nel rumine, rappresentate l'80% dello stomaco. Da lì il cibo viene rigurgitato e viene masticato più finemente. Dopodiché passa nel resto dell'apparato digerente.

Continua la lettura
45

Per quanto riguarda i non ruminanti, parleremo del cinghiale. Esso è un animale molto svelto e agile, nonostante la sua grossa corporatura. Il cinghiale possiede una dentatura da onnivoro caratterizzata da 44 denti. Nei maschi (solengo) i canini sono particolarmente sviluppati e sono più lunghi di quelli della femmina (scrofa). Il cinghiale è onnivoro e la sua dieta è costituita da alimenti vegetali, sia animali, anche se quest'ultimi sono in misura minore. Si nutre di ghiande, radici, tuberi, larve, insetti, lombrichi e talvolta anche uccelli e piccoli mammiferi. Poiché fa parte della categoria dei non ruminanti, il cinghiale possiede uno stomaco semplice e la dentatura, come già detto, è poco sviluppata.

55

Per quanto riguarda, infine i tilopodi, essi, al contrario dei ruminanti sono privi di zoccoli e di corna. Essi presentano 30-34 denti, con un paio di incisivi superiori, incisivi inferiori lunghi e rivolti in avanti. Hanno, inoltre, canini robusti. Sottopongono il cibo a ruminazione, come i ruminanti, appunto. Si cibano di arbusti, alberi, e anche delle foglie delle specie di acacia, evitando le spine. Necessitano di molto sale, che può essere assunto con l'acqua.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Come allevare un puledro orfano

Quando per un qualsiasi motivo un puledro appena nato non può essere accudito dalla madre, o perché è morta durante il parte, o perché lo rifiuta, occorre porre in atto una serie di azioni per evitare di mettere in pericolo la vita stessa dell'animale....
Altri Mammiferi

Come aiutare animali in via d'estinzione

All'interno di questa guida, andremo a parlare di animali. Nello specifico, in questo caso, ci dedicheremo agli animali in via d'estinzione. Cercheremo di rispondere a quest'interrogativo: come si possono aiutare gli animali in via d'estinzione?Un interrogativo...
Altri Mammiferi

Come addestrare un lupo cecoslovacco

Il cane lupo cecoslovacco è una razza piuttosto recente, appartenente al gruppo dei cosiddetti bovari e pastori. È di taglia medio-grande e si fa risalire la sua origine ad una serie di incroci fatti in Cecoslovacchia nel 1955. L'intento era quello...
Altri Mammiferi

Alimentazione del purosangue inglese

Il purosangue inglese è un cavallo selezionato da tempo per le corse da galoppo. La sua fisionomia e forza fisica gli permette di contraddistinguersi per la sua potenza e velocità, è la razza equina più allevata al mondo. Le sue origini sono inglesi...
Altri Mammiferi

I mangimi nell’alimentazione del cavallo

Se siamo degli amanti dei cavalli ed in particolare stiamo pensando di allevarne qualcuno, per prima cosa dovremo ricercare delle informazioni sulle varie esigenze di questo animale, in questo modo potremo farlo crescere sempre in maniera perfetta. Su...
Altri Mammiferi

Come alimentare un cavallo in modo corretto

I cavalli sono degli animali molto robusti e presentano un notevole stile, infatti vengono spesso impiegati in gare, dove si scommettono cifre di denaro abbastanza elevate; la loro muscolatura richiede un accurato mantenimento, sia nell'attività fisica,...
Altri Mammiferi

Come tenere lontane le nutrie con metodi naturali

Quanto abbiamo sognato la suggestiva atmosfera di una casa in riva al lago o le acque fresche e limpide di un torrente gorgogliante? Eppure la magia di queste location può essere incrinata da un buffo e tozzo ospite. Le nutrie sono dei roditori che spesso...
Altri Mammiferi

Animali in via d'estinzione

Le specie in via di estinzione sono quelle categorie di animali maggiormente in pericolo, il più delle volte a causa dell'attività dell'uomo. Ciò significa che gli esemplari in vita sono in quantità sempre minori, tanto che potrebbero scomparire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.