British Shorthair: caratteristiche e cura

Tramite: O2O 21/10/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il British Shorthair è un bellissimo e robusto gatto dagli occhi dolci che catturerà sicuramente la vostra attenzione, regalandovi tante soddisfazioni. Come tutti i gatti, necessita di una particolare cura e di un'alimentazione equilibrata che lo aiuti nella crescita. La guida che segue vi fornirà delle utili informazioni sulle caratteristiche che contraddistinguono questa meravigliosa razza felina, sul suo carattere e sulle cure che dobbiamo adottare, in modo da poter vivere con noi senza problemi. Buona lettura!

28

Occorrente

  • Alimentazione adeguata
  • Spazzolatura quotidiana
38

Caratteristiche fisiche

Il gatto British Shorthair si presenta piuttosto massiccio. Gli occhi sono rotondi e molto espressivi, di solito colore rame e giallo oro, ma possono essere anche verde e blu, tendendo a scolorire con l?età. Così come gli occhi, anche la testa è rotonda con guance paffute, soprattutto se maschio. Il collo è corto e massiccio, le orecchie sono piccole, il naso corto e il corpo robusto e muscoloso, con gambe corte, torace importante, e una coda con un bel pelo. Si tratta di un gatto medio-grande: i maschi arrivano anche a 8 kg e le femmine a 5 kg. La vita media è di circa 14-20 anni, se ben curati. Quello che più colpisce in questo gatto, è il mantello, folto ma soffice. I suoi colori sono il blu, il più frequente, nero, bianco, rosso, crema, cioccolato, lilla, cannella e daino, e può presentarsi monocolore, bicolore, multicolore, tigrato o sfumato. Quando è monocolore, ha occhi che vanno dal bronzo all?arancione dorato, a parte nel caso del bianco che li può avere anche azzurri o impari.

48

Carattere

Questo gatto è adatto alla vita d?appartamento. Possiede un carattere molto particolare, con un umore stabile e un?indole accomodante rare per un felino. Non esige molte attenzioni ed è in grado di rimanere a casa da solo senza combinare guai, preferendo poltrire. Dunque, non è iperattivo ma quando c?è il padrone in casa diviene un po' persecutorio, seguendo le persone che ama, in cerca di coccole e compagnia, senza mai essere invadente. Il miagolio è riservato ai momenti di gioco o quando ha fame ma, per il resto, non reca fastidio, convivendo perfettamente con tutti gli umani e gli altri felini. È perfetto anche con i bambini perché non graffia e non morde, dimostrandosi sempre dolce e affettuoso. Non di rado, ama anche cacciare, prediligendo lucertole e uccellini, mentre in casa si accontenta di palline da rincorrere.

Continua la lettura
58

Cura

Il gatto British Shorthair è perfetto per chi lavora molto e ama essere accolto da una presenza discreta ma intelligente e affettuosa. Egli, grazie al suo fisico possente e alla forte muscolatura, non richiede particolari cure, se non un'accurata toelettatura periodica, seguita da una spazzolatura quotidiana ed energica del mantello, in particolare durante il periodo della muta. Il British Shorthair, come per la maggior parte dei gatti, non ama essere lavato ma, se si abitua sin da piccolo, si potranno ottenere degli ottimi risultati. Per ogni tipo di problema che potrebbe insorgere al proprio gatto, è fondamentale contattare prima possibile il proprio veterinario. Un altro aspetto a cui dare un occhio è l?alimentazione, perché è un gatto che tende a essere obeso, soprattutto se sterilizzato o tenuto al chiuso. È consigliabile optare per un?alternanza di cibo secco e cibo umido di qualità premium in quanto ricchi di indicazioni circa le materie prime utilizzate, i principi nutritivi contenuti e le dosi giornaliere consigliate. Come tutti i felini a pelo compatto e denso, la sua alimentazione deve includere dei particolari prodotti anti-bolo necessari a evitare la formazione di boli di pelo nello stomaco.

68

Curiosità

Il gatto British Shorthair ha alle spalle una bella leggenda: si dice che il progenitore di questo micio abitasse in Egitto e fosse il preferito del generale Gasthelos e della sua consorte Scota. Quando Gasthelos inseguì gli Ebrei in fuga fino al Mar Rosso e le sue truppe furono imprigionate nelle acque, il generale, per salvarsi dalla furia del faraone, riunì i militari sopravvissuti e decise di fuggire per fondare un nuovo regno. Il gatto antenato del nostro British Shorthair lo seguì, diventando il portafortuna. Al di là della leggenda, questo gatto sarebbe un incrocio tra quelli portati in Gran Bretagna dai Romani e i gatti selvatici nativi. Fino al 1800, il British Shorthair ha vissuto in uno stato selvatico, ed è solo grazie a Mr. Harrison Weir, il quale ne ha selezionato la razza partendo dalla tinta blu, che questo gatto è diventato domestico.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate una spazzola di setola e un pettine a denti stretti per la spazzolatura.
  • Dal punto di vista genetico, le maggiori patologie presenti nel British Shorthair sono: sindrome del rene policistico e cardiomiopatia ipertrofica. Un particolare test genetico consente di individuare gli esemplari affetti dalla sindrome del rene policistico e di evitare che essi possano dar vita al proseguo della malattia.
  • In linea generale, la razza felina gode di buona salute. È chiaro che per mantenere un esemplare di British Shorthair in buona salute rimane essenziale seguire un fitto programma di visite dal veterinario curante, di vaccinazioni (gastroenterite virale, rinotracheite virale, calicivirus, leucemia felina, immunodeficienza felina e rabbia) e di indispensabili operazioni antiparassitarie (per evitare leishmaniosi e filariosi).
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Certosino: caratteristiche e cura

Il Certosino è sicuramente uno dei gatti più incantevoli che esistano: è una razza di felina molto nota proprio per l'aspetto massiccio e forte che, al tempo stesso, conserva una grande eleganza grazie al suo splendido mantello grigio. In questa guida,...
Gatti

Caratteristiche e cura del gatto Sphynx

Il Canadian Sphynx è un felino dalle origini canadesi. Dall'aspetto singolare è completamente glabro, ovvero nudo, senza pelo. Le rughette sul corpo sono estremamente evidenti da cucciolo. Ha grandi orecchie triangolari a punta ed occhi molto espressivi....
Gatti

Savannah: caratteristiche e cura

Il Savannah è un gatto ibrido, cioè nasce dall'incrocio tra un servalo (specie di gattopardo africano) e un gatto domestico. Non per niente è un gatto molto agile nel fare lunghi salti quindi ha la necessità di stare molto all'aperto e di avere molto...
Gatti

Le 5 caratteristiche del gatto persiano

Le razze feline sono infinite, ma solo alcune sono effettivamente riconosciute dalle federazioni internazionali. Nella loro infinita maestà, ve ne sono alcune che spiccano più di altre. Una di queste è la razza persiana. Il gatto persiano viene spesso...
Gatti

Come prendersi cura di un maine coon

Il Maine Coon è un gatto estremamente affascinante capace di colpire grandi e piccini sia per il suo aspetto maestoso che per il suo carattere riflessivo ma allo stesso tempo giocoso. Nonostante il lungo pelo e le grandi dimensioni possano far pensare...
Gatti

Come prendersi cura di un gatto persiano

Il gatto persiano ha un pelo davvero folto e lungo e un musetto "schiacciato". Non è una razza sorta spontaneamente ma appartiene ad una specie voluta e selezionata dall'uomo. Proprio per questo non è dotata di difese innate per i piccoli "inconvenienti"...
Gatti

Come prendersi cura di un gattino

Prendersi cura di un gattino non è affatto semplice, in particolare se lo si adotta molto piccolo. In questo caso bisognerà tener conto delle cure neonatali di cui necessita e di come portarlo allo svezzamento per poterlo immettere poi gradualmente...
Gatti

Come prendersi cura del pelo del gatto

In questo articolo vedremo oggi come prendersi cura del pelo del gatto. Esso è veramente molto importante, in quanto ha il compito di proteggere l'animale dall'umidità, dal freddo e dagli sbalzi della temperatura. Perciò, è fondamentale prendersi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.