Cane depresso: come riconoscere i sintomi e cosa fare

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

I cani sono degli animali dal temperamento forte e deciso. Ma delle volte possono cadere in uno stato profondo di tristezza. Le cause scatenanti possono essere molte e legate a cambiamenti. Uno dei più frequenti viene attribuito a un eventuale trasloco. In questo modo può accadere che il cane non riconoscendo l'ambiente che lo circonda cambia il suo umore. Oppure una nuova persona è entrato a far parte della famiglia. Quindi riconoscere questo comportamento non è difficile. Ma basta semplicemente osservarlo. Per poi potere intervenire nel migliore dei modi per il vostro cane depresso. Nella seguente guida spiego come riconoscei sintomi e cosa fare.

27

Occorrente

  • Calma
  • Pazienza
37

Le cause scatenanti della depressione del cane si possono attribuire a moltissime cause. Le due maggiori cause scatenanti di una depressione sono la perdita di un compagno animale o la perdita di un padrone. In quest’ultimo caso però, il cane potrebbe semplicemente rispecchiare le emozioni di chi lo circonda. Il cane è un animale molto empatico e, in questo caso particolare, potrebbe assumere un atteggiamento triste. Spesso i periodi di depressione vengono causati anche da cambiamenti. Un bambino, una moglie o un marito che entrano a fare parte della famiglia possono causare questa reazione. Anche un cambiamento nelle abitudini dell’animale (ad esempio se il padrone trova lavoro e ha meno tempo per stare a casa) è una possibile causa. Se avvengono cambiamenti in casa, dategli qualche giorno per abituarsi alla nuova situazione. Il problema potrebbe scomparire così come è apparso, ma se così non fosse potrebbe trattarsi di depressione.

47

Non si può individuare la depressione in un cane come si farebbe con un essere umano, soprattutto perché, per ovvi motivi, non puoi semplicemente chiederglielo. Quindi è fondamentale prestare attenzione ai comportamenti del cane. I sintomi della depressione di un cane sono molto simili a quelli della depressione umana. In questo caso il cane diventa sempre più inattivo e schivo. In questo caso inizia a cambiare le proprie abitudini alimentari. Mangiando sempre meno e partecipa di meno a quelle attività che una volta lo rendevano felice. Ma fate attenzione se il vostro cane presenta questi sintomi, non allarmatevi! Poiché potrebbe anche trattarsi di un problema fisico più che psicologico.

Continua la lettura
57

La maggior parte dei cani superano la depressione da soli, in tempi più o meno brevi.
Per aiutarli dedicategli più tempo, tenetelo occupato. Facendogli fare esercizio e fate insieme le attività che ha sempre amato. Inoltre, ricordatevi di ricompensarlo quando mostra segni di felicità. Ma non dategli cibo o carezze per “confortarlo” quando si dimostra schivo ed ha atteggiamenti negativi. Quello che noi intendiamo come un gesto di conforto, l’animale lo interpreta come una ricompensa per il comportamento poco salutare che sta tenendo.

67

Se le vostre attenzioni non portano miglioramenti, l’unica soluzione è rivolgersi ad un veterinario.
Il vostro veterinario di fiducia, dopo un'attenta analisi, potrà prescrivere al cane dei farmaci per combattere la depressione. Solitamente sono gli stessi farmaci usati per la depressione negli esseri umani. La cosa più importante è cercare di trattare il problema prima che diventi troppo serio. Se si agisce in tempo, con le giuste modifiche al comportamento e arricchimento dell’ambiente, nella stragrande maggioranza dei casi il problema si può risolvere senza ricorrere ai medicinali.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Analizzate bene la situazione e controllare lo stato del vostro cane con attenzione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

I più comuni sintomi di malattie nei cani

Osservare il comportamento dei nostri cani è sicuramente il modo migliore per capire immediatamente se qualcosa non va. Ogni piccolo sintomo va preso seriamente in modo da curare sin dal principio ogni disturbo. Eviteremo così un peggioramento oppure...
Animali da Compagnia

Le più comuni patologie del cane

Il cane è un animale generalmente molto forte e resistente, ma anche lui può ammalarsi in modo più o meno grave. Per fortuna molte malattie vengono scongiurate dai vaccini, ma a volte non basta. Alcune patologie purtroppo colpiscono ugualmente i nostri...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere la malmignatta

La malmignatta è uno dei pochi ragni velenosi presenti sul territorio italiano. Il suo nome scientifico è Latrodectus tredecimguttatus, ed è un aracnide della famiglia dei Terididi. È conosciuto anche come "vedova nera mediterranea", in quanto parente...
Altri Mammiferi

Le più comuni patologie equine

Le patologie equine sono quelle malattie che colpiscono i cavalli tramite un vettore, come una zanzara e, successivamente, possono essere trasmesse non solo da cavallo a cavallo ma, in rari casi, anche dal cavallo all'uomo. I cavalli possono essere vaccinati...
Volatili

Come capire se il pappagallino sta male

Scegliendo di portare in casa un pappagallo, ci si fa carico anche della grossa responsabilità di mantenerlo e prendersene cura nel migliore dei modi. E per quanto questo sia vero per tutti gli animali da compagnia, per i pappagalli diventa ancora più...
Cani

I benefici della vitamina K sui cani

Quando si decide di adottare un cane, si deve considerare che si dovrà avere cura di lui coccolandolo, nutrendolo e somministrandogli dei farmaci qualora dovesse stare male. Preso atto di tutto ciò, e certi di non mancare a nessuna di queste attenzioni,...
Gatti

Le piante velenose per i gatti

Se il vostro micio, oltre ad essere un pantofolaio che cerca posticini in cui dormire indisturbato, è un brillante e coraggioso esploratore ed entra in contatto con le piante del terrazzo o, addirittura, è libero di sgattaiolare nel giardino, prestate...
Gatti

Guida alle piante tossiche per il gatto

Qualunque persona abbia un gatto è ha conoscenza del fatto che questi simpatici animali sono molto attratti da alcune tipologie di erbe: quando hanno l'opportunità d'esplorare un giardino o anche semplicemente un ambiente domestico, essi si ritrovano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.