Cane e gatto: come farli convivere

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se è nostro desiderio tenere in casa cane e gatto, il nostro compito sarà quello di riuscire a farli andare d'accordo. È consigliabile comunque prenderli quando sono ancora in tenera età, in quanto i cuccioli amano giocare insieme e avranno la possibilità di dividere l'affetto e le attenzioni del padrone. Nel caso in cui sia il cane che il gatto sono già adulti, non c'è problema: occorre lasciarli liberi di studiarsi e non avere fretta. Non dimentichiamo che il cane è un animale sociale e, vive la vicinanza con gli altri animali come una cosa naturale. Se il cane incontra il gatto, gli si avvicina normalmente, magari annusandolo; se il gatto si sottrae e si allontana, è molto probabile che il cane possa lasciarsi andare ad un gioco predatorio. Il gatto è un animale discreto e riservato che, tollera il contatto fisico solo da individui selezionati. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo come riuscire a far convivere cane e gatto.

26

Essere pazienti

È utile distinguere tra animali adulti e cuccioli: due cuccioli, infatti, sono naturalmente predisposti al gioco, ed alla sua condivisione, non identificano l’altro come un nemico, ma ne sono incuriositi. Anche due individui adulti, comunque, possono vivere sotto lo stesso tetto, anche se per loro sarà probabilmente necessario un tempo maggiore per conoscersi e rispettarsi. Alla base di questo tipo di ‘coabitazione’ c’è, quindi, la pazienza. Il carattere e la psicologia delle due razze è difatti estremamente differente: questo vuol dire che un invito al gioco di un cane all’inizio non verrà interpretato correttamente dal felino di casa.

36

Non costringerli al contatto

Per agevolare la conoscenza reciproca sarà importante non forzarla, dando ad entrambi il tempo di capirsi, di prendersi i propri spazi: per questo motivo il consiglio è quello di non costringerli al contatto, di farli mangiare e bere in ciotole divise, dormire in cucce differenti e di comprare per ognuno i propri giocattoli, di modo che entrambi esercitino territorialità e possesso su oggetti che possono definire di loro unica e legittima proprietà.

Continua la lettura
46

Rivolgersi ad un veterinario

L’avvicinamento vero e proprio tra i due avviene, infine, solitamente dopo circa sei o sette mesi. Nel caso, però, che il tempo trascorso non abbia portato ai risultati sperati o che gli atteggiamenti aggressivi tra i due risultino eccessivamente pericolosi, il consiglio è quello di rivolgersi ad uno specialista in problemi comportamentali, lo stesso al quale richiedere un consulto anche solo per migliorare i propri personali rapporti con l’animale d’affezione di casa.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come abituare cane e gatto insieme

Molte persone hanno un animale domestico, i più diffusi sono sicuramente cani e gatti. Di solito si tende ad evitare di tenerli in casa entrambi. È opinione comune che cani e gatti non possano convivere e che quindi chi cerca di adottare un gatto quando...
Animali da Compagnia

Come gestire la convivenza tra cane e gatto

Se pensate di ospitare presso la vostra famiglia un esemplare di cane e uno di gatto, dovrete anche essere al corrente che si tratta di specie diverse fra di loro. La convivenza non sempre potrà quindi risultare del tutto pacifica. Ecco perché prima...
Animali da Compagnia

Cane e gatto: come fare amicizia

Sin dai tempi più antichi, si è avuta la convinzione che i felini ed i canidi non avrebbero mai potuto fare amicizia, visto che, nell'immaginario comune, appaiono nemici naturali. Entrambe le specie comunicano sia attraverso l'emissione di versi che...
Animali da Compagnia

Come adottare un cane o un gatto

Adottare un animale domestico rappresenta senza dubbio una buona azione che vi invitiamo a compiere almeno una volta nella vita. Cani e gatti, si sa, sono tra i migliori amici dell'uomo e come tali vanno trattati. L'adozione di un amico a quattro zampe...
Animali da Compagnia

10 cose da fare quando in casa arriva un gatto

L'arrivo di un gatto in casa è un'importante novità per i nuovi padroni, ma anche e soprattutto per il gattino stesso. Sono necessari dei cambiamenti nelle abitudini di tutti i giorni, che considerano le esigenze del nuovo arrivato. Bisogna ridurre...
Animali da Compagnia

5 cose da fare con il tuo cane

Il cane è un animale particolarmente docile che si affeziona con facilità al proprio padrone. Ovviamente esistono delle differenze sostanziali tra le varie razze per quanto riguarda natura, comportamento e carattere. Tendenzialmente tuttavia, si può...
Animali da Compagnia

Le più comuni patologie del cane

Il cane è un animale generalmente molto forte e resistente, ma anche lui può ammalarsi in modo più o meno grave. Per fortuna molte malattie vengono scongiurate dai vaccini, ma a volte non basta. Alcune patologie purtroppo colpiscono ugualmente i nostri...
Animali da Compagnia

3 giochi da fare all'aperto con il cane

Giocare è per i cani un'attività che non ha solo finalità ludiche. Attraverso il gioco Fido impara a socializzare, ad essere obbediente, a reagire ai comandi e ad assecondare il proprio istinto, ragion per cui non può e non deve farne a meno. Chiunque...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.