Caratteristiche principali degli anfibi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli anfibi sono divisi in numerose specie e comprendono anche rane, rospi e anuri. I rospi si differiscono dalle rane perché possiedono una pelle più asciutta e verrucosa e la maggior parte di essi vive sulla terra ferma. Le specie viventi sono circa 3200 e hanno origine circa 400 milioni di anni fa, nascendo come animali acquatici e poi adattandosi anche a vivere sulla terra. Nei prossimi paragrafi analizzeremo le caratteristiche principali degli anfibi. Come ordine principale degli anfibi, gli anuri presentano caratteristiche molto varie che sono un incrocio tra un rettile e un pesce.

26

Tra rettili e pesci

Gli anfibi sono un incrocio tra rettili e pesci e nell'evoluzione delle specie si sono sviluppati dall'acqua alla terra subendo un rinforzo della colonna vertebrale e un allargamento della scatola cranica, oltre a un irrobustimento della parte ossea posteriore, utile per la caccia e la cattura delle prede. Infatti la maggior parte degli anfibi sono animali cacciatori.

36

Osservare e saltare

Gli anuri si presentano di solito come animali privi di coda, soprattutto nella fase adulta. Il cranio appiattito e gli occhi "fuori dalle orbite" permettono di ottenere una visione a quasi 360°. Le zampe lunghe e flettenti, e i piedi palmati, permettono di spiccare salti tra le acque paludose, non sempre facilmente percorribili. La lingua è ricoperta da una sostanza appiccicosa ed è allungabile per cacciare insetti e trovare nutrizione.

Continua la lettura
46

La comunicazione degli anuri

Di solito gli anfibi comunicano con strani versi forzando l'aria dei polmoni attraverso le corde vocali, producendo suoni gracchiati e gravi che ricordano un trattore in lontananza, questo tipo di suono è amplificato dalle specie maschio che posseggono una sacca vocale. Gli organi si gonfiano maggiormente quando l'esemplare richiama la propria compagna. La lingua degli anuri è attaccata anteriormente alla bocca.

56

La struttura fisica che si adatta all'ambiente

Durante il percorso del ciclo vitale gli anuri subiscono una vera e propria metamorfosi, partendo dallo stadio di semplice uovo, per passare ad uno stato completamente larvale simile a un pesce, per arrivare allo stadio adulto in cui l'animale prende le sembianze di un rettile. Vivendo in luoghi principalmente umidi, la struttura fisica si adatta man mano all'ambiente circostante, così come dall'alba dei tempi della loro evoluzione.

66

Il processo di nascita e crescita

Per quanto riguarda il processo di nascita, gli anuri depongono le proprie uova in acqua e a inizio primavera o estate si schiudono liberando delle larve, i cosiddetti girini. In questo stato primordiale l'animale è dotato di branchie coda e trae nutrimento dalle alghe e altre sostanze di origine vegetale. Quando il girino matura la coda viene piano piano riassorbita, le bramchie scompaiono man mano che si iniziano a formare i polmoni. Al comparire delle zampe l'animale è pronto a vivere sulla terra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come distinguere una rana da un rospo

Sapete come distinguere una rana da un rospo? Se la risposta fosse negativa, allora siete arrivati nel posto giusto al momento giusto. Nella seguente guida, infatti, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come distinguere questi due animali all'apparenza...
Rettili e Anfibi

I principali abitanti dello stagno

Il pianeta Terra è la casa dell'umanità e di una serie numerosissima di specie animali e vegetali. Nella biosfera della Terra sono presenti molti ecosistemi in perfetto equilibrio. Al loro interno, animali e piante vivono e interagiscono in un ambito...
Cura dell'Animale

I principali gruppi di animali

Un gruppo di animali è costituito da animali che sono tutti uguali in modo importante, che gli scienziati hanno raggruppato per rendere più facile studiarli. Ci sono molti gruppi di animali diversi e ognuno di essi in tutto il mondo appartiene ad uno...
Rettili e Anfibi

Anfibi: gestione in cattività

Al giorno d'oggi, sono in aumento le persone che "adottano" come animali domestici gli anfibi e li tengono in cattività all'interno della propria abitazione o del proprio giardino. Gli anfibi costituiscono una classe animale, che racchiude al suo interno...
Rettili e Anfibi

Le principali specie di anfibi presenti in Italia

Al contrario di ciò che si pensa, in Italia esistono una varietà notevole di anfibi. Grazie anche al territorio alquanto favorevole per questi particolari animali sospesi tra la terra ferma e l'acqua, i quali possono vivere e riprodursi in totale tranquillità....
Rettili e Anfibi

Come allestire un terrario per rane

Il terrario è una struttura che permette di ospitare differenti specie di animali, come serpenti o alcuni roditori, e anche piante; tra questi sicuramente può accogliere le rane, degli anfibi che molte persone decidono di acquistare come animali domestici....
Rettili e Anfibi

Le abitudini più buffe dei girini

Il ciclo vitale della rana assume per struttura diverse forme e quindi diversi comportamenti. Il girino rappresenta l'infanzia della rana, con il suo faccione buffo e arruffato, e una bocca che man mano che cresce e si allarga fino a coprire tutto...
Volatili

Airone: le differenti specie

L'airone è un uccello della famiglia degli ardeidi dell'ordine dei Pelecaniformes. Il nome di questi uccelli, secondo la leggenda narrata da Ovidio, viene dalla cittadina di Ardea, dalla quale un airone spiccò il volo dopo che Enea la distrusse completamente....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.