Come abituare cane e gatto insieme

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Molte persone hanno un animale domestico, i più diffusi sono sicuramente cani e gatti. Di solito si tende ad evitare di tenerli in casa entrambi. È opinione comune che cani e gatti non possano convivere e che quindi chi cerca di adottare un gatto quando ha già un cane o viceversa, va sicuramente incontro ad alcuni inconvenienti. Con alcuni accorgimenti è invece possibile abituare ad una convivenza pacifica un cane e un gatto, vediamo come.

26

Occorrente

  • cane
  • gatto
36

Per creare una felice coabitazione tra questi due animali è necessario conoscerne differenze di comportamento. Innanzitutto non è vero che si odiano, hanno semplicemente due codici comunicativi differenti, ciò non riguarda soltanto i suoni emessi. Abbaiare e miagolare sono pur diversi, ma è il linguaggio del corpo e quindi la posizione di orecchie, coda, zampe e il modo di fissare e guardare a presentare problemi di comunicazione. Se il gatto si avvicina con la coda in posizione eretta manifesta a modo suo di voler iniziare la conoscenza, ma tale segnale viene interpretato dal cane come un gesto di sfida poiché nel comportamento canino chi tiene la coda alzata in quel modo è il membro dominante.

46

La migliore strategia per far coabitare i nostri animali è quella di adottarli entrambi da cuccioli: i piccoli sono per natura curiosi e socievoli, nonché propensi al gioco in eguale misura. Sarà nostra premura garantire interazioni graduali e non aggressive. Entrambi hanno una naturale predisposizione a proteggere il loro territorio dagli intrusi, in particolare il cane tende a marcare ripetutamente il proprio spazio con l'urina. È necessario predisporre spazi in cui possa avvenire una progressiva abitudine ai reciproci odori, di modo da far familiarizzare l'uno con l'altro ed evitare contese per il territorio. Un elemento da tenere in considerazione è costituito dalle taglie dei due animali. Una grande differenza aumenta i rischi per la specie più piccola, che può essere ferita gravemente in un innocente momento di gioco.

Continua la lettura
56

Bisogna tener presente che alcuni comportamenti sono istintivi e rappresentano il ruolo assunto a seconda dei casi di predatore o preda, in cui si alternano azioni di fuga a quelle di attacco. Gli incontri devono sempre avvenire con tempi e modi giusti che variano da caso a caso: inizialmente è saggio usare una gabbia o una recinzione per evitare che gli animali si provochino al primo incontro, evitando cosi liti e inseguimenti. Successivamente, dopo un primo periodo di vicinanza vincolata, si può passare ad un incontro faccia a faccia, restando sempre presenti per garantire serenità ad entrambi ed evitare scontri. Potrebbe richiedere molto tempo e grande pazienza costruire una felice coesistenza, ma i nostri sforzi saranno ripagati dall'avere in casa due specie animali, che nella loro diversità sanno dare molto affetto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • i risultati saranno visibili a lungo termine, occorre costanza e pazienza nell'educare i due amnimali
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come evitare le zuffe tra cane e gatto

La maggior parte delle persone considera cani e fatti come acerrimi nemici. Eppure, questi deliziosi animali possono convivere in maniera pacifica, specialmente se qualcuno sceglie di unirli ancora cuccioli. Coloro che adorano gli animali hanno il sogno...
Animali da Compagnia

Come gestire la convivenza tra cane e gatto

Se pensate di ospitare presso la vostra famiglia un esemplare di cane e uno di gatto, dovrete anche essere al corrente che si tratta di specie diverse fra di loro. La convivenza non sempre potrà quindi risultare del tutto pacifica. Ecco perché prima...
Animali da Compagnia

Cane e gatto: come fare amicizia

Si dai tempi più antichi, si è avuto la convinzione che i gatti e i cani non avrebbero mai potuto fare amicizia, visto che sono nemici naturali da sempre. Tutte e due le specie, comunicano attraverso il linguaggio corporale, e proprio perché si esprimono...
Animali da Compagnia

Come adottare un cane o un gatto

Adottare un animale domestico rappresenta senza dubbio una buona azione che vi invitiamo a compiere almeno una volta nella vita. Cani e gatti, si sa, sono tra i migliori amici dell'uomo e come tali vanno trattati. L'adozione di un amico a quattro zampe...
Animali da Compagnia

Come abituare un coniglio ad essere preso in braccio

Se decidiamo di allevare un coniglio come animale domestico, è importante sapere che possiamo fare in modo che si comporti come un gatto, e che abbia le medesime abitudini. Questo discorso è valido dal momento che si tratta di un animale abbastanza...
Animali da Compagnia

Come abituare il coniglio ad utilizzare la lettiera

Allevare un coniglio non è affatto difficile, in quanto si tratta di un animale che sotto molti aspetti somiglia tantissimo ad un gatto e non solo dal punto di vista fisico, ma anche dal modo di agire e di muoversi. Se dunque avete deciso di tenerlo...
Animali da Compagnia

Come abituare il coniglio a fare i bisogni in cassetta

I conigli sono ottimi animali da compagnia me richiedono particolari attenzioni e cure, come un qualsiasi amico a 4 zampe. Il coniglio, solitamente, è un animale pulito. Sceglie uno o due posti per i bisogni. Pertanto, la cassetta è un accessorio indispensabile...
Animali da Compagnia

Come abituare il coniglio nano alla lettiera

Tra gli animali domestici più diffusi tra le famiglie italiane, oltre cani, gatti e pesci rossi, trova sempre più diffusione il coniglio nano. A dispetto di quanto si pensa, questa razza di coniglio e facilmente addomesticabile e riesce a farsi volere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.