Come addestrare un Akita inu

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

L'Akita inu è un cane di antiche origini giapponesi: era in antichità un cane da combattimento e quindi è portato naturalmente all'aggressività. Tende inoltre ad instaurare un rapporto paritario con il padrone. Ed è proprio per questo motivo che necessita di un addestramento ed un'educazione specifica e particolare. In questa guida vogliamo dunque illustrarvi come addestrare nel modo giusto un Akita inu. Vediamo quali sono le cose da fare.

26

Occorrente

  • Crocchette secche
  • Ciotola
36

Essere coerenti

Quando si possiede un cane bisogna tenere sempre presente che bisogna essere coerenti in ogni cosa. Se questo consiglio vale per un cane mite e obbediente, tanto più è valido per un Akita Inu che tende a essere ribelle e indipendente. Ricordate: con un Akita Inu il 'no' deve essere sempre 'no'. Quando il vostro cucciolo sta facendo qualcosa che non deve fare, dovete dire con voce ferma e sicura un 'no' e far sì che a quel comportamento sbagliato segua sempre un diniego netto da parte vostra. Per l'Akita Inu la coerenza è fondamentale: se capisce che riguardo ai comandi siete morbidi, si assumerà il ruolo di capobranco e non vi obbedirà più. Fate dunque molta attenzione.

46

Educare al richiamo

Un altro punto importante per l'addestramento dell'Akita Inu è il richiamo. Visto che questo cane giapponese dall'incrollabile fedeltà tende comunque ad essere piuttosto indipendente, è bene insegnargli fin da subito il richiamo. Come? Scegliete innanzitutto una parola chiave a vostra discrezione come, ad esempio, il termine "Qui!". Una volta scelto, dovrete mantenerlo sempre. Il metodo migliore è quello di associare il "qui!" con i pasti per premiarlo: quando preparate il cibo della ciotola tenetelo a distanza. Poi, quando il pasto è pronto, ditegli "qui!" e fatelo venire. Il cane assocerà il termine al cibo. Continuate in seguito a fare questo piccolo esercizio ricompensandolo con delle crocchette (il cosiddetto rinforzo positivo).

Continua la lettura
56

Rispettare l'orario dei pasti

Come terzo e ultimo passo, dovete insegnare al vostro Akita Inu ad essere obbediente ai pasti. Il concetto è sempre lo stesso: questo cane giapponese ha la tendenza a credere che lui stesso sia il capobranco. Ed è per questo motivo, dunque, che dovete sempre farlo mangiare dopo di voi. Se seguirete questi piccoli consigli di addestramento, avrete educato il vostro Akita inu in modo adeguato, facendo risaltare in lui l'indole tranquilla, buona, giocosa ed ubbidiente. Ed allora questo simpaticissimo cane vi sarà fedele per sempre, proteggendovi in modo deciso ed esclusivo. Una volta educato, l'Akita inu potrà anche stare assieme ai bambini.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non sgridate eccessivamente un Akita Inu: sono cani molto orgogliosi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Tutto sullo Shiba Inu

Se state pensando di adottare uno Shiba Inu cucciolo o adulto ed intendete giustamente scoprire tutto su di lui, siete arrivati nel posto giusto. In questa guida infatti, offriremo tutte le informazioni che dovete sapere su questo bel cagnolino di origine...
Cani

Come addestrare un cane per non vedenti

Addestrare un cane per non vedenti è un compito che richiede molto tempo. Addestrare un cane però non è molto difficile. Questo compito di solito viene svolto da professionisti di scuole specializzate. Questi si occupano di addestrare l'animale e poi...
Cani

I 10 cani più difficili da addestrare

I cani sono, senza dubbio, i migliori amici dell'uomo. I cani si rivelano gli amici a quattro zampe più fedeli, affezionati e docili tra tutti gli animali da compagnia. Alcuni cani, però, sono molto difficili da addestrare e tendono spesso a non obbedire...
Cani

I 10 cani più facili da addestrare

È difficile poter scrivere una lista di quali sono i cani più facili da addestrare. Sotto certi aspetti questo potrebbe voler dire che ci sono cani più intelligenti di altri. In realtà ogni cane può tranquillamente essere addestrato ma per ogni razza...
Cani

Come addestrare un pastore tedesco

I cani della razza "pastore tedesco" sono notoriamente tra i più intelligenti, oltre che essere molto belli. Essi hanno una intelligenza particolarmente sviluppata, oltre che una grande sensibilità e spirito di intraprendenza. Proprio per questo motivo,...
Cani

Come addestrare un cane guida per non vedenti

Il cane è stato il primo animale ad essere addomesticato dall’uomo, è stato addirittura nel periodo Neolitico, infatti, che i cani hanno iniziato a vivere e collaborare con gli uomini. Non ci sorprende quindi che essi siano diventati i nostri migliori...
Cani

Come addestrare il cane al richiamo

Addestrare il proprio cane ad obbedire ai comandi è una pratica fondamentale. Non è opportuno rivolgersi a un educatore cinofilo se esso viene allevato da cucciolo. Nei primi mesi di vita gli insegnamenti importanti, quali "Seduto", "Vieni" vanno proposti...
Cani

Come addestrare un bull terrier

Il Bull Terrier è un cane intelligente, socievole, esuberante e giocoso. È piuttosto potente, prestante ma molto testardo. Pertanto, addestrare un Bull Terrier non è cosa semplice. Devi mostrarti dominante, chiaro e diretto, per una completa gestione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.