Come addestrare un beagle

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I beagle sono in origine cani da caccia, caratterizzati da olfatto estremamente sviluppato e energie instancabili. Sono tra le poche razze di segugi che hanno avuto successo anche come cani da compagnia per via del loro aspetto dolce e della taglia piccola, ma la selezione di esemplari estremamente concentrati nel seguire le tracce olfattive delle prede ne fa dei cani piuttosto complessi da addestrare. Ecco quindi qualche consiglio su come fare.

25

Premiatelo con il cibo

Essendo un cane molto testardo e incline a lasciarsi distrarre (soprattutto dagli odori forti ed insoliti), è opportuno cominciare ad addestrarlo fin da molto piccolo. Ricordate però che il cucciolo può concentrarsi solamente per brevi periodi di tempo alla volta, perciò siate pazienti. È importante non colpirlo mai e sostituire le urla con un secco “no”, puntando invece a lodare il comportamento corretto e a premiarlo con bocconcini del suo cibo preferito e tante coccole.

35

Insegnategli i comandi verbali

Estremamente importante è insegnare al beagle i comandi verbali di base, che devono essere impartiti con tono deciso. Il primo, e più semplice, è “Seduto”: tenete in mano un bocconcino di cibo, portatelo in alto per fargli alzare il muso e poi indietro, dando il comando, in modo che, seguendolo, si sieda e possa ricevere il premio. Col tempo potrete togliere il cibo e rendere più rari i premi, sempre però lodandolo per il suo impegno. Proseguite poi con “Fermo”, facendolo prima sedere e poi allontanandovi man mano mostrandogli il palmo della mano, e “Vieni”, pronunciando il comando mentre si avvicina o attirandolo con un bocconcino. Siate pazienti, premiate anche i piccoli progressi e non associate alcuno di questi comandi con una punizione.

Continua la lettura
45

Fategli fare attività fisica

Il beagle è un cane estremamente energico, tenace e testardo, per cui non è semplice addestrarlo senza stancarlo un po'. Fatelo correre e sfogare per almeno un paio d'ore ogni giorno, facendo jogging tenendolo al guinzaglio o giocando con lui a palla o al riporto. Poi sarà molto più semplice farvi ascoltare e ubbidire, soprattutto impegnandolo in cose nuove ed evitando di annoiarlo.

55

Scoraggiate le cattive abitudini

Essendo un cane molto attivo e selezionato per la caccia, il beagle può assumere alcune cattive abitudini che è meglio scoraggiare fin da subito. Dovrete ad esempio insegnargli a non saltare (allontanandovi quando lo fa o utilizzando i comandi “Fermo” e “Seduto”) e a non mordere (basterà smettere di giocare con lui quando lo fa). Un altro problema può essere il rumore: come molti cani, il beagle abbaia quando è eccitato o quando provocato da elementi esterni, come il postino o il campanello. Potrete prevenire il problema eliminando la fonte di disturbo oppure leggendo le sue espressioni e anticipandolo, distraendolo con un giocattolo quando lo vedete concentrarsi per abbaiare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come far divertire un beagle

Il beagle è un cane simpaticissimo, che sotto un'aria apparentemente sempre pensierosa nasconde un animo giocherellone e molto socievole. Proprio in virtù di questa sua inclinazione al gioco, è importante tenerlo spesso occupato facendolo divertire...
Cani

Tutto sul beagle

I cani, è scientificamente provato, aiutano molto gli umani. Non a caso sono definiti i migliori amici degli umani: sono spesso compagni di gioco dei bambini, fanno compagnia alle persone anziane ed aiutano tutti quanti nei momenti tristi o quando ci...
Cani

Tutto sul Beagle-harrier

Accogliere un animale nella propria vita è un gesto nobile che richiede però consapevolezza e responsabilità. Sono esseri viventi che dovranno essere amati e rispettati fino all'ultimo giorno della loro esistenza. Non sono giocattoli da esibire e abbandonare...
Cani

I 10 cani più difficili da addestrare

I cani sono, senza dubbio, i migliori amici dell'uomo. I cani si rivelano gli amici a quattro zampe più fedeli, affezionati e docili tra tutti gli animali da compagnia. Alcuni cani, però, sono molto difficili da addestrare e tendono spesso a non obbedire...
Cani

Come addestrare un cane per non vedenti

Addestrare un cane per non vedenti è un compito che richiede molto tempo. Addestrare un cane però non è molto difficile. Questo compito di solito viene svolto da professionisti di scuole specializzate. Questi si occupano di addestrare l'animale e poi...
Cani

I 10 cani più facili da addestrare

È difficile poter scrivere una lista di quali sono i cani più facili da addestrare. Sotto certi aspetti questo potrebbe voler dire che ci sono cani più intelligenti di altri. In realtà ogni cane può tranquillamente essere addestrato ma per ogni razza...
Cani

Come addestrare un pastore tedesco

I cani della razza "pastore tedesco" sono notoriamente tra i più intelligenti, oltre che essere molto belli. Essi hanno una intelligenza particolarmente sviluppata, oltre che una grande sensibilità e spirito di intraprendenza. Proprio per questo motivo,...
Cani

Come addestrare un cane guida per non vedenti

Il cane è stato il primo animale ad essere addomesticato dall’uomo, è stato addirittura nel periodo Neolitico, infatti, che i cani hanno iniziato a vivere e collaborare con gli uomini. Non ci sorprende quindi che essi siano diventati i nostri migliori...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.