Come addestrare un bracco ungherese

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se avete deciso di allevare un cucciolo di cane e precisamente un bracco ungherese, è importante sapere che si tratta di un esemplare particolarmente adatto per la caccia, e che quindi necessita di uno specifico addestramento. Tale insegnamenti li potete fare voi stessi, seguendo però delle linee guida ben precise. A tale proposito, ecco dunque alcuni consigli su come addestrare questo esemplare di cane.

24

Tenere il bracco ungherese più spesso in casa

L'addestramento se viene eseguito in tenera età, può rivelarsi fondamentale per ottenere in futuro un ottimo compagno di caccia. Più tempo trascorrerete con il vostro animale, e più veloce e facile risulterà formarlo. Di fondamentale importanza specie quando diventa adulto, è di tenerlo più spesso in casa durante il primo periodo di addestramento; infatti, non dovrà avere distrazioni e soprattutto riesce meglio a comprendere le vostre abitudini e comandi che man mano gli impartite. Questa condizione in genere richiede poco più di una settimana, ma a volte si può arrivare anche ad un mese.

34

Far passeggiare spesso il cane

Alla base degli insegnamenti di un cucciolo di bracco ungherese, ci sono tuttavia alcuni importanti fattori a cui prestare attenzione; infatti, ad esempio non bisogna mai lasciarlo da solo in casa, per evitare che possa espletare i suoi bisogni dappertutto venendo meno alle vostre aspettative, e nel contempo vanificare i tentativi fatti per indicargli come comportarsi in merito. Confinarlo in una piccola area della casa, serve tra l’altro a fargli ricordare meglio le lezioni impartite. La vostra attenzione nei suoi confronti è la chiave del successo; infatti, ad esempio, entro un minuto dopo aver completato il suo pasto, il cucciolo dovrebbe essere immediatamente portato fuori per una passeggiata. Farlo camminare significa in un certo senso ricompensarlo, e ciò serve come punto base per tutto ciò che intendete poi intimargli successivamente.

Continua la lettura
44

Portare il bracco ungherese in campagna

Un altro aspetto importante da considerare quando si intende addestrare una razza di cane come questa, è valutare la frequenza con cui espleta i suoi bisogni e la capacità di tenere a bada la vescica. In tal modo riuscirete a capire e a programmare al meglio le vostre quotidiane uscite, e soprattutto percepire quando è il momento giusto per portarlo a passeggio. Al termine di questo lungo ma indispensabile tirocinio, il vostro bracco ungherese può definirsi pronto per la prima grande uscita in una zona di campagna, dove proseguirete i vostri addestramenti che saranno di carattere tecnico, quindi essenziali affinché diventi un ottimo cacciatore e soddisfi appieno le vostre aspettative.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come addestrare un Bracco Tedesco

Il Bracco Tedesco è un cane da caccia che, una volta localizzata la preda, la indica al cacciatore o al suo proprietario rimanendo immobile, per questo è una razza cosiddetta "da ferma". Questo cane è anche detto "kurzhaar" e si distingue per il...
Cani

Tutto sul bracco

Il bracco è uno dei migliori cani da caccia originali; ne esistono diversi gruppi, che si distinguono per quantità di diversità e per caratteristiche comportamentali e fisiche. In particolare, gli esemplari appartenenti a questa razza sono noti per...
Cani

Tutto sul Bracco Italiano

I Bracco Italiano è un cane da caccia; questa razza è abbastanza apprezzata in Italia ed all'estero per le sue attività venatorie. L'animale viene selezionato negli allevamenti in quanto deve diventare il compagno affidabile di ogni cacciatore. È...
Cani

10 consigli per addestrare un cane da tartufo

La ricerca dei tartufi è un'attività molto redditizia ma anche decisamente complicata se non si ha al proprio fianco un buon animale da fiuto. Il cane, che per il suo grande fiuto si contraddistingue da millenni, è generalmente molto indicato per questa...
Cani

Le migliori razze canine per la ricerca dei tartufi

I tartufi sono tra le prelibatezze più costose del mondo e simili ai funghi, con la differenza che crescono nel sottosuolo in prossimità delle radici di diverse specie di alberi. Trovarli non è facile, per cui c'è bisogno dell'aiuto di cani che nello...
Cani

Tutto sul bracco francese

Il Bracco Francese è una razza canina molto particolare, utilizzata principalmente per le battute di caccia. Stando alla classificazione fatta dalla Federazione Internazionale Canina, è ulteriormente differenziabile in 2 sottotipi: il Gascogne ed il...
Cani

Tutto sul bracco tedesco

Esistono tantissime teorie circa l'origine di questa razza; molti ritengono che essa discenda direttamente dal quella del bracco belga, le cui selezioni risalgono già al diciassettesimo secolo, mediante l'incrocio con un esemplare spagnolo.Tale razza...
Cani

Tutto sul Bracco Slovacco

In questo articolo cercheremo di spiegare e dire tutto sul Bracco Slovacco. Iniziamo subito con il dire che il bracco slovacco altro non è che uno di quei cani che sono nati proprio per cacciare! La sua indole di vero e puro cacciatore è impressa nel...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.