Come addestrare un cane a non mordere

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'abitudine più pericolosa del cane è in assoluto il “mordere”. Addestrare il nostro amico a quattro zampe a gestire questo istinto del tutto naturale può davvero evitare spiacevoli ed imbarazzanti situazioni. Per il cane il mordere è un’azione del tutto normale. Inoltre, il morso è la sola arma di difesa in possesso di questo splendido animale. Di fatti, attraverso l’olfatto ed il gusto questi animali riescono a migliorare la loro percezione dell'intorno. Ecco, quindi, una guida utile per capire passo passo come addestrare un cane a non mordere.

25

Un’aggressività repressa

Per prima cosa, è assolutamente inutile sgridare il cane tanto meno picchiarlo. L’animale non capisce il linguaggio verbale ed, in modo particolare, non comprende i colpi che sono interpretati come attenzioni o, nel peggiore dei casi, causare un’aggressività repressa che peggiorerà soltanto il problema. È utile interrompere l’azione del morso distraendo il nostro amico, ad esempio, con un rumore improvviso e sconosciuto come battere le mani sul tavolo o usare un fischietto. Qualsiasi rumore “brusco” distoglierà il cane dalla sua occupazione e facendolo smettere di mordere senza minimamente turbarlo. Appena ottenuto l’effetto voluto potremo sostituire la nostra mano con un sostitutivo come, ad esempio, un osso di pelle da sgranocchiare.

35

Le attenzioni

È fondamentale, inoltre, far capire all’animale che l’azione del mordere comporterà un improvviso e immediato allontanamento del proprio compagno di giochi. Nel momento in cui il cucciolo morde allontaniamoci da lui, dandogli le spalle. Per il cane questo genere di comportamento ha un profondo significato di “distacco”. In questo modo il cane si renderà conto che se non vuol perdere le attenzioni del suo padroncino dovrà comportarsi bene.

Continua la lettura
45

I canoni della casa

I nostri comportamenti e le nostre conseguenti azioni dovranno essere molto coerenti ed, in modo particolare, costanti. Ricordiamo che un comportamento dell’animale accettato anche una sola volta, costituirà un precedente importante e il cane si sentirà autorizzato a ripeterlo ancora. Abituiamo il cane a riconoscere il prima possibile il suono della parola “no”. Di fatti, associare l’allontanamento del padrone ad un “no” pronunciato con tono di voce fermo, abituerà il cane a percepire quel suono come il segnale di un atteggiamento non conforme ai canoni della casa. Molta costanza, pazienza e soprattutto amore per i nostri amici a quattro zampe, porteranno ad “educare” il nostro cane e ad impedirgli comportamenti pericolosi nei nostri confronti.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I nostri comportamenti e le nostre conseguenti azioni dovranno essere molto coerenti ed, in modo particolare, costanti. 
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come insegnare al tuo cucciolo a smettere di mordere

I cuccioli trascorrono gran parte del loro tempo a giocare masticando oggetti, facendo diventare i loro denti sempre più aguzzi. Pertanto, quando giocano con gli esseri umani, spesso tendono a mordere le mani e i vestiti. Questo tipo di comportamento...
Cani

Cosa fare se il tuo cane fa danni in casa

Per i possessori di un cane risulta importante poterli addestrare. Ma addestrare un cane non è un'operazione semplice, soprattutto se abbiamo molto poco tempo da dedicare all'animale. Bisogna sempre ricordarsi che gli animali sono dotati di sentimenti...
Cura dell'Animale

Cosa fare se il furetto continua a mordere

Il furetto (Mustela putorios furo) è un animale domestico, da secoli è abituato a vivere con l'uomo, che appartiene alla specie dei mustelidi. È quindi un carnivoro che raggiunge le dimensioni - coda compresa - di circa 60 cm. Dotato di un carattere...
Gatti

5 modi per non farsi mordere dal gatto

Il gatto è uno dei migliori amici dell'uomo. Domestico ma anche selvatico ha un carattere solitamente indipendente, affettuoso e amante delle coccole alle quali solitamente reagisce con le fusa. È un animale territoriale: il territorio del gatto ha...
Animali da Compagnia

Come insegnare ad un furetto a non mordere

Tra i moltissimi animali da compagnia poco convenzionali che abitano le nostre case, fa la sua comparsa il furetto, un mustelide carnivoro molto simile alla puzzola. Vista l'indole a volte aggressiva di questo piccolo animale, la domanda che spesso sorge...
Gatti

5 modi per insegnare a un gatto a non mordere e graffiare

Il gatto è, dopo il cane, l'animale da compagnia preferito dalla maggior parte delle persone. Sebbene il gatto sia una creatura dall'indole indipendente non disdegna coccole e giochi. Ma a volte il "gioco" diventa molesto e le sue unghie possono graffiare....
Cani

Come addestrare un beagle

I beagle sono in origine cani da caccia, caratterizzati da olfatto estremamente sviluppato e energie instancabili. Sono tra le poche razze di segugi che hanno avuto successo anche come cani da compagnia per via del loro aspetto dolce e della taglia piccola,...
Animali da Compagnia

Come far smettere ai criceti di mordere

Quando decidiamo di adottare un animale, dovremo essere prima sicuri di poterlo sempre nutrire perfettamente, di potergli garantire tutte le cure di cui ha bisogno e di dedicargli quotidianamente un po' del nostro tempo in modo che possa sempre sentirsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.