Come addestrare un gatto al guinzaglio e pettorina

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Abituare il vostro gatto ad uscire di casa con un particolare guinzaglio può rappresentare una soluzione per farlo sentire più sicuro quando si trova in uno spazio diverso da quello abituale di casa o del vostro giardino o terrazzo. Tuttavia questi dolcissimi animali sono paurosi e diffidenti per natura, quindi è tassativamente vietato insistere nell'uso del guinzaglio qualora il gatto, dopo alcuni tentativi, dimostri timore o riluttanza. Per tutti quei gatti che non dimostrano particolare timore nell'affrontare un'uscita "fuori casa", ecco come addestrarli al guinzaglio e pettorina.

26

Occorrente

  • Guinzaglio leggero per gatti, pettorina con cinghie regolabili, croccantini.
36

Scegliere un guinzaglio specifico

Per prima cosa dovrete sistemare il guinzaglio nel modo appropriato. Questo non va mai applicato al collo dell'animale (il gatto non è un cane), potreste danneggiare la sua gola. Il guinzaglio va quindi sempre agganciato ad una speciale pettorina che dovrete infilare all'animale, partendo dalle zampine. Effettuata così questa opportuna imbragatura, potete iniziare l'addestramento.

46

Applicare il guinzaglio sul dorso

Come prima cosa, dopo aver applicato delicatamente il guinzaglio al dorso dell'animale (mai al collo!) iniziate a farlo camminare in casa conducendolo con il guinzaglio. L'animale tenderà inizialmente a nascondersi o sarà piuttosto impaurito. Cercate di stargli vicino e di dargli tante coccole e carezze. Qualora, ripetendo questo esercizio per alcuni giorni, doveste notare che il gatto ha sempre paura, non insistete. Non tutti i mici, infatti, amano farsi portare al guinzaglio dal proprio padrone.

Continua la lettura
56

Svolgere esercizi di addestramento

Se il gatto dimostra in casa di gradire l'uso della pettorina e del guinzaglio, sarà allora possibile provare a portarlo fuori. In questo caso non dovrete fare altro che continuare a condurlo con il guinzaglio, assecondando inizialmente i suoi movimenti senza effettuare mai bruschi scossoni con il guinzaglio. Portate con voi, durante questo esercizio di addestramento, dei saporiti croccantini da porgere al gatto come ricompensa per il suo ottimo comportamento. Ricordate di portarlo fuori con regolarità, in modo che si possa abituare all'ambiente esterno e a camminare con il guinzaglio. Come detto, viceversa, se l'animale dimostra dopo pochi giorni una certa insofferenza, non insistete ed abbandonate per sempre l'idea di portarlo con il guinzaglio. In tutti gli altri casi, ecco descritto come fare per abituare il vostro micio a camminare con guinzaglio e pettorina. Davvero un modo simpatico per accrescere l'intesa e l'affetto con il vostro animale preferito.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' tassativamente vietato insistere nell'uso del guinzaglio qualora il gatto, dopo alcuni tentativi, dimostri timore o riluttanza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come Addestrare un Gatto

I gatti sono dei felini non molto facili da addomesticare, infatti rispetto ai cani sono abbastanza ribelli. Per addestrare i gatti esistono diversi esercizi che inducono il micio ad arrendersi e a sottoporsi agli insegnamenti dati. Gli esercizi sono...
Gatti

Come addestrare un gatto facendolo divertire

Riuscire ad addestrare un gatto può rivelarsi un compito molto impegnativo e di certo, richiede una buona dose di pazienza e di tenacia da parte dell'addestratore. Malgrado infatti si tratti di un animale molto intelligente non sempre si ottiene il massimo...
Gatti

Come addestrare il gatto all'uso della lettiera

Quando si accoglie un cucciolo di gatto nella propria casa è fondamentale che abbia la sua lettiera a disposizione, poiché il gatto è un animale che per natura ama fare i bisogni nella lettiera in maniera del tutto istintiva. Infatti, nella maggior...
Gatti

Come addestrare un Mau egiziano

Il Mau egiziano è uno dei gatti più antichi presenti sulla Terra, infatti la sua prima comparsa può essere fatta risalire al 2000 a. C. Questa tipologia di gatto di solito presenta un mantello dall'aspetto maculato con delle macchie più scure rispetto...
Gatti

Come evitare che il gatto corra pericoli fuori casa

Un gatto abituato a vivere in un ambiente domestico conduce una vita decisamente più agiata rispetto a quella di un randagio; d'altra parte, il nostro gatto ha bisogno di seguire anche gli stimoli che la natura gli fornisce. È difatti importante essere...
Gatti

Come fare un collare per il gatto

Il collare è un accessorio molto utile non solo per il cane, ma anche per il gatto. Naturalmente si parla di utilità dal punto di vista del proprietario, considerato che nessun animale in se ha bisogno di un collare. Molte volte però il collare è...
Gatti

Come addestrare un Bullmastiff

Se avete appena deciso di allevare un cucciolo di Bullmastiff, è importante sapere che ci sono tempi e modi ben precisi da rispettare affinché questo esemplare di cane possa essere addestrato correttamente. Si tratta infatti di un animale che essendo...
Gatti

Come addestrare un bengalese

Il gatto bengalese è una razza ibrida nata dall'incrocio tra un gatto domestico e un gattopardo. Nel 1973 il dottor Centerwall ebbe in mente di sperimentare un incrocio tra un gatto domestico e un esemplare di leopardo asiatico, in modo da rendere immuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.