Come addestrare un gatto facendolo divertire

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Riuscire ad addestrare un gatto può rivelarsi un compito molto impegnativo e di certo, richiede una buona dose di pazienza e di tenacia da parte dell'addestratore. Malgrado infatti si tratti di un animale molto intelligente non sempre si ottiene il massimo risultato in poco tempo. In ogni modo procedere nell'intento, può essere un esperienza molto divertente non solo per il padrone ma anche per il felino. Ecco una breve ma utile guida, ricca di spunti, per scoprire come addestrare un gatto facendolo divertire, in modo che sia anche un importante momento di condivisione tra un padrone ed il suo amico a quattro zampe!

25

Stimolare il gatto con il gioco

Adottare una tecnica basata sul gioco e divertimento, può stimolare maggiormente il gatto a rispondere attivamente alle richieste del suo padrone. In questo modo, il felino parteciperà con più entusiasmo all'addestramento considerandolo non più un obbligo ma momento di gioco. Il primo modo per addestrare il gatto in modo valido e giocoso, può essere quello di eseguire le strategie di addestramento in un momento di coccole e carezze all'animale. Inoltre, aiutatevi con giocattoli, palline e pupazzi in modo da attirare l'attenzione dell'animale.

35

Addestrate con dolcezza

Aggendo con dolcezza, riusciremo ad ottenere il meglio dal nostro gatto! Durante l'addestramento, il felino va coccolato e accarezzato affettuosamente in modo da spingerlo ad associare positivamente il momento dell'addestramento e quello del gioco. In questo modo, quando il gatto riceverà delle istruzioni, l'associazione positiva tra richiesta e coccole lo stimolerà a rispondere volentieri, nell'attesa di ricevere il suo premio affettuoso. Inoltre, un consiglio che sicuramente darà i suoi frutti, è quello di utilizzare un semplice gioco stimolante, come un bastoncino piumato da inserire all'interno delle precise richieste al gatto. Il gatto seguirà il bastoncino piumato e, nel tentativo di afferrarlo, seguirà il percorso suggerito dal suo padrone.

Continua la lettura
45

Premiatelo a richiesta eseguita

In fine, ma non in termini di importanza, per raggiungere efficacemente lo scopo prefissato è molto importante non dimenticare mai il fondamentale ruolo del rinforzo positivo. Rinforzare positivamente le reazioni obbedienti del gatto alle richieste del suo padrone significa, semplicemente, premiare in modo concreto il buon comportamento del gatto docile. Sarà possibile, dunque, premiare ogni buona risposta del gatto con delle coccole speciali, come una carezza sulla pancia e sulla testa, oppure con un regalo speciale, ad esempio un bocconcino succulento, un piccolo piatto di croccantini. Questo ulteriore accorgimento, permetterà al gatto obbediente di seguire le istruzioni del padrone, allo scopo di ricevere presto il suo premio.

55

Conclusioni

Ovviamente, i consigli forniti fin ora vanno alimentati con maggiori informazioni del campo. Quindi il consiglio, è quello di avvalersi di una corso di addestramento reperibile in qualunque libreria o di prendere spunto dai numerisi video disponibili su YouTube!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come addestrare il gatto all'uso della lettiera

Quando si accoglie un cucciolo di gatto nella propria casa è fondamentale che abbia la sua lettiera a disposizione, poiché il gatto è un animale che per natura ama fare i bisogni nella lettiera in maniera del tutto istintiva. Infatti, nella maggior...
Gatti

Come addestrare un gatto al guinzaglio e pettorina

Abituare il vostro gatto ad uscire di casa con un particolare guinzaglio può rappresentare una soluzione per farlo sentire più sicuro quando si trova in uno spazio diverso da quello abituale di casa o del vostro giardino o terrazzo. Tuttavia questi...
Gatti

Come addestrare un Mau egiziano

Il Mau egiziano è uno dei gatti più antichi presenti sulla Terra, infatti la sua prima comparsa può essere fatta risalire al 2000 a. C. Questa tipologia di gatto di solito presenta un mantello dall'aspetto maculato con delle macchie più scure rispetto...
Gatti

Come addestrare un bengalese

Il gatto bengalese è una razza ibrida nata dall'incrocio tra un gatto domestico e un gattopardo. Nel 1973 il dottor Centerwall ebbe in mente di sperimentare un incrocio tra un gatto domestico e un esemplare di leopardo asiatico, in modo da rendere immuni...
Gatti

Come evitare che il gatto corra pericoli fuori casa

Un gatto abituato a vivere in un ambiente domestico conduce una vita decisamente più agiata rispetto a quella di un randagio; d'altra parte, il nostro gatto ha bisogno di seguire anche gli stimoli che la natura gli fornisce. È difatti importante essere...
Gatti

Come allenare l'intelligenza del tuo gatto

Tra gli animali domestici più intelligenti che esistono, senza ombra di dubbio, c'è il gatto. Il gatto è un felino domestico, adottato sia per la compagnia che per cacciare via i topi. Questo delizioso animaletto, infatti, non richiede molta cura,...
Gatti

Come addestrare un Bullmastiff

Se avete appena deciso di allevare un cucciolo di Bullmastiff, è importante sapere che ci sono tempi e modi ben precisi da rispettare affinché questo esemplare di cane possa essere addestrato correttamente. Si tratta infatti di un animale che essendo...
Gatti

Come insegnare al gatto a fare il morto

Sono sempre di più le persone che hanno in casa un animale domestico. Questi piccoli amici ci danno affetto incondizionato e ci rallegrano la vita. Può essere molto divertente poi addestrare un gatto a fare cose che stupiranno i nostri amici. Molti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.