Come addestrare un Mau egiziano

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il Mau egiziano è uno dei gatti più antichi presenti sulla Terra, infatti la sua prima comparsa può essere fatta risalire al 2000 a. C. Questa tipologia di gatto di solito presenta un mantello dall'aspetto maculato con delle macchie più scure rispetto al colore dell'animale. Di solito possono avere tre colori ossia il black, il silver e il bronze. Si tratta di un gatto che ha un portamento elegante nonostante sia molto scattante nei suoi movimenti, in quanto trae le sue origini lontane da un ghepardo. Vediamo all'interno di questa guida qual è il suo comportamento, il suo carattere e come addestrare un Mau egiziano.

24

Il carattere

Il Mau egiziano è tendenzialmente un gatto dolce e affettuoso, molto spesso fin troppo! Tende a socializzare con tutta la famiglia, anche se si affeziona ad un soggetto in particolare dal quale difficilmente si stacca. Infatti lo segue ovunque, gli salta addosso fino a quando non gli saranno date le giuste attenzioni! Si tratta di un gatto giocherellone, per cui ama gli spazi aperti, mal si adatta agli appartamenti, infatti potrebbe rovinarvi la casa se rinchiuso. Gatto molto goloso!

34

L'allevamento

Il cucciolo di questa razza è un animale coccolone e molto tenero, infatti se non è al centro dell'attenzione farà di tutto per diventarlo fino a quando non vi accorgerete di lui e deciderete di prenderlo in braccio. Per quanto concerne il suo allevamento è necessario tenerlo all'aria aperta in quanto ama cacciare, giocare con i suoi giochi, inoltre se decidete di tenerlo in casa non dimenticate di acquistare e di tenere a portata di mano un tiragraffi. Si tratta di un gatto con una grande personalità, che richiede molta attenzione ma che saprò ripagare il padrone con tanto affetto!

Continua la lettura
44

Addestramento

Prima di imparare ad addestrare questa razza di gatto a non graffiare ovunque nella propria casa, cosi come ad utilizzare correttamente la lettiera è importante addestrarlo ad obbedire. Non usate mai lo stesso tono o le stesse parole, non usate versi l'animale potrebbe non capirvi e di conseguenza non obbedirvi. Inoltre, evitate di chiamarlo continuamente per nome a lungo andare non vi risponderà più o farà finta di non sentirvi. Potrete usare un vezzeggiativo che richiami la sua attenzione. Chiamatelo quando entrate o uscite dalla propria abitazione solo cosi potrete mantenere l'attenzione. Sopratutto nei primi giorni, quando miagola rispondetelo cosi capirà che voi lo ascoltate e sarà propenso ad creare un forma di rapporto con voi di reciproca fiducia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come Addestrare un Gatto

I gatti sono dei felini non molto facili da addomesticare, infatti rispetto ai cani sono abbastanza ribelli. Per addestrare i gatti esistono diversi esercizi che inducono il micio ad arrendersi e a sottoporsi agli insegnamenti dati. Gli esercizi sono...
Gatti

Come addestrare un gatto facendolo divertire

Riuscire ad addestrare un gatto può rivelarsi un compito molto impegnativo e di certo, richiede una buona dose di pazienza e di tenacia da parte dell'addestratore. Malgrado infatti si tratti di un animale molto intelligente non sempre si ottiene il massimo...
Gatti

Come addestrare un Bullmastiff

Se avete appena deciso di allevare un cucciolo di Bullmastiff, è importante sapere che ci sono tempi e modi ben precisi da rispettare affinché questo esemplare di cane possa essere addestrato correttamente. Si tratta infatti di un animale che essendo...
Gatti

Come addestrare il gatto all'uso della lettiera

Quando si accoglie un cucciolo di gatto nella propria casa è fondamentale che abbia la sua lettiera a disposizione, poiché il gatto è un animale che per natura ama fare i bisogni nella lettiera in maniera del tutto istintiva. Infatti, nella maggior...
Gatti

Come addestrare un bengalese

Il gatto bengalese è una razza ibrida nata dall'incrocio tra un gatto domestico e un gattopardo. Nel 1973 il dottor Centerwall ebbe in mente di sperimentare un incrocio tra un gatto domestico e un esemplare di leopardo asiatico, in modo da rendere immuni...
Gatti

Come addestrare un gatto al guinzaglio e pettorina

Abituare il vostro gatto ad uscire di casa con un particolare guinzaglio può rappresentare una soluzione per farlo sentire più sicuro quando si trova in uno spazio diverso da quello abituale di casa o del vostro giardino o terrazzo. Tuttavia questi...
Gatti

Come evitare che il gatto corra pericoli fuori casa

Un gatto abituato a vivere in un ambiente domestico conduce una vita decisamente più agiata rispetto a quella di un randagio; d'altra parte, il nostro gatto ha bisogno di seguire anche gli stimoli che la natura gli fornisce. È difatti importante essere...
Gatti

Come educare un gatto domestico

Educare un gatto è assolutamente possibile, diversamente da ciò che si pensa. Infatti, quando si parla di "addestrare" o di educare un animale, si pensa sempre ad un cane, ma in realtà, se si ha una certa pazienza, è possibilissimo anche addestrare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.