Come addestrare una cocorita a posarsi sulla spalla

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Entrare in alchimia con gli animali domestici è l'esperienza più bella che tutti gli amanti degli animali possano provare: che sia un cane, un gatto, una cocorita è dovuto solo all'amore che noi umani riusciamo a donare loro. Tutti gli animali domestici sono estremamente sensibili ai nostri atteggiamenti e non dobbiamo deluderli e soprattutto dobbiamo rispettare le loro esigenze e i loro bisogni. Come noi, anche ogni animale ha il proprio carattere e il proprio stile e sta a noi interpretarlo e dare loro un senso di adeguata educazione. Parlando di cocorita pensiamo subito a un pappagallino ondulato, che vuole posarsi sulla spalla, nonostante la sua statura ridotta, ha un proprio linguaggio, e solo la nostra sensibilità può cogliere le loro richieste. Ecco per voi una guida su come addestrare una cocorita a posarsi sulla spalla.

26

Conoscere la cocorita

Prima di tutto è molto importante conoscere bene il tipo di animale. Quindi, prima di intervenire dobbiamo capire i suoi comportamenti: quando, per esempio, la sentiamo cantare, vuol dire che è in ottima salute, quando, al contrario, sta più in silenzio vuol dire che si sente un po' sola. Nel quotidiano in diversi momenti, si adoperano per pulire le loro piume, quando lo fanno, vuol dire che sono piuttosto tranquilli. Aprire le ali è un modo per apparire più grandi, nei confronti del nemico e lo fanno anche per arieggiare sotto di esse.

36

Acquistare sicurezza

Prima di avviarci ad addestrare la cocorita, dobbiamo fare alcuni passi: giorno dopo giorno, e gradualmente, avviciniamoci alla gabbia e infiliamo la mano per pulire oppure per cambiare l'acqua, porgiamo verso di lei il nostro dito fino a quando gli diamo sicurezza e fiducia. Quando avrà acquisito sicurezza, la vedremo salirci su. Rimaniamo fermi sino a quando si abitua e sente la morbidezza del nostro dito, comincerà ad accettare con più tranquillità la nostra presenza. Dal momento che acquisisce fiducia, teniamo la gabbia aperta, affinché da sola esca e comincia a cercarci, per poi appoggiarsi sulla nostra spalla. Con dolcezza porgiamo il nostro dito, continuerà a svolazzare per tutta la casa.

Continua la lettura
46

Tenere le finestre chiuse

Per evitare che si faccia del male oppure, peggio ancora, per non permettere che scapi fuori di casa in balia di tutti i pericoli esterni, teniamo sempre le finestre chiuse, magari con delle tendine colorate così che non sbatti contro il vetro pensando che la finestra fosse aperta. Capiremo che la cocorita ha acquistato totale fiducia, solo quando uscirà dalla gabbia, e la vedremo appoggiarsi sulla nostra spalla, e il suo cicaleccio, che sarà senz'altro più acuto, ci farà capire della felicità di aver preso libertà.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Cosa fare se la cocorita ha gli occhi gonfi e arrossati

La cocorita è un uccello, noto anche come parrocchetto ondulato, ondulato di colore o parrocchetto australiano. In effetti questo animale proviene proprio dall'Australia, ma negli ultimi 2 secoli si è diffuso in tutto il mondo. In natura la cocorita...
Volatili

Come prendersi cura di una cocorita

La cocorita è un uccello domestico adatto a chi desidera una compagnia piacevole nella propria casa ma che, per motivi differenti, (spazio, mobilità o altro) non può sostenere l'impegno di un cane o di un gatto. Tuttavia, bisogna tenere presente che,...
Volatili

Come riconoscere il sesso del pappagallino cocorita

Questi simpatici e tenerissimi animali domestici, noti a tutti anche con il nome di cocorita o di parrocchetti ondulati, sono molto socievoli nonché i volatili più allevati al mondo, proprio grazie alle loro straordinarie capacità di adattarsi ai climi...
Volatili

Come addestrare una calopsite allevata a mano

La calopsite è una specie di pappagallo originario dell'Australia che per le sue ridotte dimensioni è tra i più piccoli al mondo. Si tratta di un esemplare con una forma corporea allungata, una lunga coda e il classico ciuffetto sulla fronte. Vediamo...
Volatili

Come addestrare una calopsite

Per chi non la conoscesse, la calopsite è un pappagallo di piccole dimensioni (raggiunge i 33 centimetri) diffuso soprattutto in Australia. Aggiungiamo che è uno degli esemplari più richiesti nei negozi di animali di tutto il mondo per il colore del...
Volatili

Come addestrare il merlo indiano

Il merlo indiano è un uccello socievole, proveniente dall'Asia. È caratterizzato da un becco giallo e un piumaggio lucente. Ha un carattere vivace e curioso. Infatti è facile da addestrare se si alleva fin da piccolo. Vediamo come fare se abbiamo deciso...
Volatili

Come addestrare un pappagallo cocorito

Anche i volatili, al pari di cani, gatti e conigli, sono ormai considerati degli eccellenti animali da compagnia, specialmente i pappagalli. La maggior parte di questi, infatti, è facile da allevare e da addestrare. Una delle specie più amate è il...
Volatili

Come addestrare un barbagianni

Molti amanti degli animali, adorano prendersi cura non del solito gattino e del fedele cane, ma anche di un affascinate rapace. Gli uccelli rapaci, appartengono alla famiglia dei Titonidi e sono dei magnifici predatori. Se avete la possibilità di stare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.