Come affrontare la gestazione e il parto di una cagna

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La fase della gestazione e del parto sono attimi emozionanti e molto delicati della vita di tutti gli esseri viventi. Oggi parleremo di queste due importanti fasi della vita legate al proprio animale domestico. Se, ad esempio, la vostra cagnolina aspetta dei cuccioli, sarà essenziale la vostra partecipazione e dovrete imparare a gestire la cagnetta e la sua gravidanza nel modo più consono. Questa guida nasce proprio con l'intento di aiutarvi durante la gestazione e il parto della vostra cagnolina aiutandola e assistendola imparando come riuscire a mantenere un buon livello di salute della madre e dei suoi piccoli. Se vi ritrovate in questa situazione siete nel posto giusto, leggete la nostra guida su come affrontare la gestazione e il parto di una cagna e non avrete problemi!

26

La prima cosa da sapere per gestire questa fase della vita della cagnolina è che, la gravidanza nella cagna, dura tendenzialmente circa 58-63 giorni ma, a seconda della razza, è possibile un prolungamento anche fino ad arrivare al 70° giorno di gestazione. La gravidanza può essere diagnosticata dopo una visita ecografica dal veterinario dopo 40-42 giorni dalla data del presunto concepimento. La conferma della gravidanza può comunque essere individuata con una palpazione dell'addome al effettuata dopo 25/25 giorni dal veterinario di vostra fiducia.

36

La cagna gravida non mostra sintomi sin dai primi giorni ma, alcuni cambiamenti, potranno essere visibili verso l'ultima fase della gravidanza e, soprattutto, dopo il parto. Nell'ultima fase della gravidanza, infatti, l'animale potrebbe diminuire l'attività fisica, divenendo più tranquillo, ricercando costantemente le vostre coccole e manifestando un bel aumento di appetito. L'impedimento nei movimenti giungerà solo nelle ultime due settimane di gestazione per cui, in questo periodo, sarà bene, qualora la teniate in casa, portarla fuori più spesso per evitare che faccia i bisogni dentro casa.

Continua la lettura
46

Come già accennato precedentemente l'imminenza del parto sarà segnata da sintomi come inappetenza, inquietudine, tachipnea e un notevole aumento nella frequenza della minzione. Vi sembrerà di avere a che fare con un animale totalmente diverso. State tranquilli. È tutto normale! È anche possibile che la cagna vomiti a causa dell'irrequietezza e della pressione esercitata dall'utero sullo stomaco. Non allarmatevi ma siate tranquilli e non richiamatela durante questi giorni particolari. Quando giungerà il giorno del parto, la cagna tenderà a mettersi sdraiata sul fianco, si leccherà continuamente, gli arti posteriori tremeranno leggermente e saranno visibili anche delle contrazioni addominali. Il momento sarà quindi vicino, e, le espulsioni dei feti avverranno ad intervalli variabili, in media ogni 30 minuti e comunque non superiori ad un ora. Una volta espulso il feto, la cagna provvederà a strappare autonomamente la placenta che lo avvolge e a tagliare il cordone ombelicale con i molari. In questa fase dovrete limitarvi a supportare con la vostra presenza l'animale ed eventualmente a strappare delicatamente l'involucro fetale di un cucciolo "trascurato". Qualora eseguiste quest'operazione ricordatevi di passare, con dolcezza e cura, un dito sulle narici del cucciolo, in modo da aprirle e permettere al piccolo di respirare.

56

Dopo il parto, la cagna potrebbe comportarsi in modo diverso dal solito, manifestando, ad esempio, una certa aggressività nei confronti degli estranei qualora essi tentassero di avvicinarsi ai propri cuccioli. Non è escluso che ciò avvenga anche nei confronti dei padroni, per cui è consigliabile desistere dal toccare i cuccioli durante i loro primi giorni di vita. Dopo il parto, la madre si stenderà ed inizierà ad accudire i cuccioli leccandoli, in modo tale da poter pulire i cuccioli da eventuali tracce di sangue e dai liquidi da parto, aiutarli a stimolare il loro movimento e a stabilire un rapporto intimo con lei, permettendo ai piccoli di imparare a conoscere il proprio odore. Non invadete i loro spazi. Siate presenti ma non invadenti, cercando di far ambientare sia i cuccioli che la mamma stessa, facendoli abituare a questo nuovo importante cambiamento.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il comportamento materno è un comportamento innato, quindi nella maggior parte dei casi sia il parto che l'allattamento avvengono senza difficoltà. Per qualsiasi problema o dubbio NON ESITATE A CONTATTARE IL VETERINARIO!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come costruire una cassa da parto per la cagna

Se si possiede un cane femmina è molto probabile che, nel corso della sua vita, si decida di farle avere una cucciolata. In questa guida vi vogliamo insegnare come realizzare una cassa da parto per la propria cagna, in modo semplice e creativo, per far...
Cani

10 consigli per prepararsi al parto della nostra cagnolina

Anche se si tratta di un argomento piuttosto diffuso fra i proprietari di cagnette, pochi di essi realmente conoscono il funzionamento del ciclo di riproduzione delle loro pelosette e pertanto è consigliabile comprendere bene anticipatamente lo svolgimento...
Cani

Come capire se la tua cagnolina è incinta

Gli animali da compagnia occupano un posto particolarmente importante nella nostra vita. Essi, infatti, diventano dei veri e propri membri della famiglia e, per molti di noi, sono quasi come figli. I cani sono probabilmente gli amici di prima scelta,...
Cani

Come curare la cagnolina dopo il parto

Se la vostra amica a quattro zampe mette alla luce dei splendidi cuccioli, è fondamentale darle supporto e assistenza nelle settimane successive al parto. Nonostante gli animali sappiano gestire in autonomia i momenti che seguono la messa al mondo dei...
Cani

Come affrontare il primo giorno del cane in casa

Prima di permettere ad un animale di entrare nella vostra casa, occorre seguire delle regole che vi aiuteranno ad affrontare il suo primo giorno in casa. Questa è una guida che vi darà dei consigli su come imparare a convivere con il vostro cane perché...
Cani

Come nutrire un cane durante la gravidanza e l'allattamento

Ho scoperto da poco che la mia "migliore amica" è in attesa, sto parlando della mia piccola Betty la mia fidata cagnolina. L' arrivo di un nuovo cucciolo è sempre motivo di grande gioia, non vedo l'ora di avere un piccolo scodinzolino da coccolare....
Cani

Come accudire una cucciolata di cani

Accudire e vedere crescere i cuccioli, è una esperienza molto gratificante. Per occuparsene in maniera adeguata è però necessario conoscere alcune regole fondamentali, semplici comportamenti che ti permetteranno di accudire una cucciolata di cani nel...
Cani

Cosa fare se un cane abbandona i cuccioli

Quando decidiamo di adottare un animale, dobbiamo prima di tutto essere sicuri di potergli garantire sempre tutte le cure di cui ha bisogno, oltre ad alimentarlo correttamente e dedicargli quotidianamente un po' del nostro tempo. Tuttavia ci sono alcuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.