Come aiutare un gatto timido

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il gatto a differenza di altri animali ha una sua natura riservata; scruta il territorio dall'alto o da lontano per controllare i pericoli o le prede da afferrare. Tuttavia può capitare che un gattino sia più timido del solito a causa di qualche trauma esterno che magari non si riesce a percepire. In questo caso occorre molta pazienza per cercare di stabilire un contatto di fiducia con piccoli passi utilizzando giochi e cibo preferito. In questa guida spiegherò come aiutare un gatto timido e imparare a gestire al meglio questo suo lato del carattere.

26

Occorrente

  • Una stanza tranquilla
  • Una lettiera
  • ciotola cibo preferito
  • acqua fresca
  • giochini vari
36

Osservare il gatto

Per prima cosa occorre sapere che un gatto ha l'abitudine di affezionarsi ad una sola persona in modo particolare, per questo motivo il mio consiglio sarà quello di controllare e osservare i movimenti dell'animaletto in questione. Questa persona diventerà il suo punto di riferimento, almeno per il periodo iniziale quindi osservare attentamente il comportamento del gatto. Ciò consente di rilevare eventuali disturbi o malattie. Dal modo in cui cammina, da come e quanto si alimenta, si può intuire il suo stato di salute. Anche il grado di attività fornisce segnali di allarme. Superato il primo periodo di adattamento nel nuovo ambiente, è opportuno sottoporlo a visita veterinaria.

46

Avere pazienza

Per aiutare un gatto timido, occorre lasciarlo libero di muoversi nello spazio domestico. Non bisogna disturbarlo né prelevarlo dai luoghi in cui si rifugia. È bene mettergli a disposizione una ciotola con acqua fresca e una con del cibo secco. Non dimenticare di allestire una lettiera pulita. Attendere che esca dal suo nascondiglio per chiamarlo affettuosamente e con dolcezza. In questa fase è importante evitare movimenti bruschi, toni di voce alti e forti rumori improvvisi. Qualunque forma di coercizione o di rimprovero è inutile e controproducente.

Continua la lettura
56

Gestire la convivenza

Un problema che potrebbe creare uno stress è la presenza di altri animali all'interno della famiglia. In questo caso occorre conoscere il modo giusto per introdurre e far accettare il nuovo membro. Successivamente, bisognerà gestire la convivenza, non sempre facile. Ogni animale deve disporre di una propria cuccia e di una ciotola personale.
Collocare le lettiere in un luogo tranquillo della casa, ma lontano dalle ciotole del cibo e dell'acqua in quanto il gatto è un animale molto pulito e questo potrebbe causare ulteriore disagio. Predisporne una in più rispetto al numero di felini all'interno della casa. Se il disturbo dovesse persistere per lungo tempo, sarebbe opportuno consultare il veterinario.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non forzare il carattere del gatto ma dagli tempo per ambientarsi e diventare fiducioso
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

5 consigli per aiutare il gatto quando fa caldo

Con la stagione estiva, le temperature possono raggiungere picchi molto elevati. Il gatto, come altri animali, ha una folta pelliccia, che durante i mesi più caldi può diventare un problema. Esistono alcuni sistemi ed accorgimenti, per mantenere adeguata...
Gatti

Come aiutare il gatto a perdere peso

Negli ultimi anni i nostri amici gatti, soffrono di una patologia che sta gradualmente aumentando in numeri e casi: l'obesità. Ad oggi, secondo le ultime statistiche un gatto su tre è obeso. Le motivazioni che portano a questa patologia possono essere...
Gatti

Come aiutare un gatto a partorire

Il momento del parto per le gatte arriva dopo circa 64 giorni di gestazione. Man mano che il parto si avvicina noterete che la gatta assumerà un atteggiamento irrequieto, cercherà un posto dove nascondersi e farà fusa più sonore e più insistentemente....
Gatti

Come Riconoscere Un Gatto Di Razza Bengala

Le razze dei gatti sono meno conosciute rispetto a quelle dei cani, più comuni e conosciute. Le più conosciute sono, sicuramente, il gatto siamese, il maine coon, il certosino, il persiano, lo sphynx (ovvero il gatto senza peli), ma, in realtà, sono...
Gatti

Come aiutare un gattino pauroso

Fin da cuccioli, i gatti mostrano un'innata curiosità, voglia di esplorazione dell'ambiente che hanno attorno. Tuttavia, può capitare di dover gestire un gatto che abbia timore di un nuovo ambiente dove non riesce a integrarsi nel migliore dei modi....
Gatti

Come aiutare i gatti randagi

Nonostante il gatto venga ritenuto un animale che ha come peculiarità la libertà e l'indipendenza, tante volte succede d'incontrare per strada delle colonie di felini che vagano alla ricerca di qualcosa da mangiare. In passato, riuscire a trovare qualche...
Gatti

Come far espellere al mio gatto le palle di pelo

Il gatto è un animale dall'indole particolare, molto attento alla propria igiene. È noto come il gatto sia restio a bere dell'acqua non abbastanza limpida. La pulizia, per i felini, è molto importante. Passano una buona parte del tempo a pulire il...
Gatti

Come scegliere un gatto

All'interno di questa guida andremo a concentrarci sul gatto. Nello specifico, come avrete sicuramente letto nel titolo della guida, andremo ad argomentare su come scegliere un gatto. La guida sarà piuttosto lunga, divisa in due parti; la prima di carattere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.