Come alimentare un gattino orfano

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Ci sono tanti gatti di strada che se la cavano ogni giorno. I più fortunati si ambientano in colonie all'interno di un parco, quelli più a rischio invece stanno vicino ai cassonetti. Questi ultimi, sono sempre esposti alle auto e può succedere che i piccoli restino orfani. A questi incidenti, si sommano i casi di abbandono di intere cucciolate di gattini. Come possiamo aiutarli? Vediamo come alimentare un gattino orfano.

28

Occorrente

  • Un panno caldo
  • Una borsa dell'acqua calda o una bottiglia di plastica avvolta in un asciugamano
  • Siringa da 1 ml
  • Latte in polvere per gattini
  • Biberon per gattini
  • Garze sterili
38

Accertati che il gattino stia bene

Prima di nutrirlo, devi assicurarti che il gattino stia bene. Problemi di ipotermia o ipoglicemia impedirebbero al gattino di mangiare normalmente. Il gattino dovrà quindi essere caldo al tatto e rispondere agli stimoli avvicinando la testolina alla mano. In caso di ipotermia, strofina il suo corpicino delicatamente con panno riscaldato e tienilo vicino a una borsa d'acqua calda. Se il gattino è in ipoglicemia, dovrai prima dargli 1 ml di acqua e zucchero tiepida ad intervalli di 15 minuti. Ripeti finché non tornerà ad essere reattivo.

48

Usa il latte giusto

Non usare il latte di mucca! È assolutamente inadeguato: il gattino avrà problemi digestivi e non verrebbe nutrito a dovere. Recati in farmacia e chiedi il latte in polvere specifico per gattini. Segui precisamente le istruzioni riportate sulla confezione, anche se, per le prime due poppate, ti consiglio di aggiungere un po' d'acqua in più. Così il gattino avrà modo di abituarsi e non avrà problemi di diarrea. Non riutilizzare il latte rimasto, quindi cerca di preparare la dose giusta.

Continua la lettura
58

Dosi, frequenza e temperatura del latte

È bene far visitare il gattino da un veterinario per stabilirne l'età. Per i primi 14 giorni, il gattino mangia poco e spesso. Dovrai quindi allattarlo ogni 3 ore, anche durante la notte. La dose giusta è di circa 5-10 ml, dipende dal gattino. Un gattino sazio resterà tranquillo. Capirai che ha ancora fame se dovesse miagolare in modo insistente. Con il passare dei giorni, il gattino richiederà più latte e potrai diradare le poppate. La temperatura ideale per il latte è di circa 38°, dovrai quindi sentirlo appena più caldo al tatto.

68

Biberon e posizione per la poppata

Per la poppata, procurati un piccolo biberon che troverai in farmacia. Puoi anche usare una siringa da 5 ml in caso di emergenza, ma rischi di far affogare il gattino. Il buchino sulla tettarella del biberon dovrà avere una dimensione tale da far scendere una goccia di latte in modo regolare, senza fare pressione. Ricorda che il gattino non va allattato come un neonato, a pancia in su, perché rischierebbe di soffocare. La posizione ideale è invece a pancia sotto.

78

Stimola i bisognini e controlla il peso

Fino alle tre settimane d'età, il gattino ha bisogno delle leccate della mamma per stimolare l'espulsione della pipì e delle feci. Puoi simulare questo comportamento massaggiando la zona genitale e anale con una garza umida e tiepida. L'assenza di questo massaggio, potrebbe provocare un blocco intestinale al gattino. Controlla il peso giornalmente, quando il gattino è a digiuno. Se vedrai il peso aumentare, potrai essere sicuro che lo stai alimentando bene.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tieni i gattini sempre vicino alla borsa calda e cambia l'acqua ogni 3 ore per averla sempre calda
  • Fatti seguire da un veterinario e chiedi a lui quando hai qualche dubbio
  • I gattini nelle prime settimane sono fragili, tienili sempre ben puliti e al caldo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Gattino appena nato: consigli su latte e cure

Soprattutto per chi abita in campagna, ma ormai anche nei centri cittadini, è molto facile trovare dei gattini neonati che non hanno più la loro mamma a prendersi cura di loro e che necessitano di nutrimento e attenzioni. Molto spesso i gatti randagi...
Gatti

Come prendersi cura di un gattino

Sia gli amanti degli animali che tutti gli altri, dovrebbero sapere che nel momento in cui si decide di tenere un gattino in casa, ed in generale un qualsiasi altro animale, bisognerà prendersi ben cura di lui. Sarà necessario infatti anche avere numerose...
Gatti

10 consigli per accudire un gattino

Cosa c'è di più tenero e morbido di un gattino? Ci sciogliamo subito di tenerezza di fronte ad una cucciolata di micetti. Ed è irresistibile la voglia di tenerne in mano almeno uno. Giusto per accarezzarlo e vezzeggiarlo. Che sia un trovatello o il...
Gatti

Come accudire un gattino di un mese

Quando si adotta un gattino di un mese, occorre prendersene cura senza alcuna riserva, dedicandosi totalmente a lui ed accudendolo passo dopo passo. Oltre a ciò, è necessario sapere che il primo mese di vita è quello più delicato. In questo caso,...
Gatti

10 consigli pratici per far ambientare il nuovo gattino

Se in casa per la gioia dei nostri bimbi abbiamo deciso di introdurre un gattino, è importante fare in modo che si ambienti il più possibile. Per ottimizzare il risultato, ci sono quindi una serie di accorgimenti da adottare, ed è per questo motivo...
Gatti

Come scegliere il gattino giusto da tenere in casa

Arrivare alla decisione di avere un animale in casa è un passo molto importante da compiere. La decisione va ben ponderata, soprattutto analizzando il proprio carattere e la disponibilità che si è in grado di dare alla cura del proprio amico a quattro...
Gatti

Come educare un gattino in casa

Chi di voi non ha mai sognato di aver a che fare con un gattino durante l'arco della vostra vita? Sembrerebbe che continua ad esistere qualcuno che nutre un po' di timore o di astio nei confronti degli amici a quattro zampe, ma probabilmente il tutto...
Gatti

Come accudire un gattino di pochi giorni che ha perso la mamma

Purtroppo ogni tanto capita di trovare un piccolo gattino rimasto solo. Questo può essere causato da più di un motivo: qualcuno lo ha abbandonato, la mamma lo ha perso oppure lo ha abbandonato perché debole. Come comportarsi allora in questi casi?...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.