Come allestire un acquario di coralli marini

Tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

I coralli marini hanno una bellezza incredibile, affascinante, che conquista. Allestire un acquario di coralli marini non è certo cosa facile, ma neanche impossibile. Nonostante non consigli questa esperienza a persone completamente a digiuno di nozioni sull'acquariologia, seguendo alcuni fondamentali passaggi, si può riuscire ad ottenere un piccolo pezzetto di barriera corallina direttamente nella vostra abitazione, e la soddisfazione che otterrete nell'osservare tale meraviglia ripaga tutti gli sforzi in termini di tempo ed economici che saremo costretti ad affrontare. Vediamo come allestire un acquario di coralli marini.

29

Occorrente

  • Acquario in vetro con filtro interno o esterno
  • Lampade al neon per acquario marino
  • Schiumatoio di proteine
  • Sabbia corallina
  • Rocce vive
  • Lana vetro
  • Sali per acquariologia
  • Densimetro
  • Termometro
  • Riscaldatore
39

La prima considerazione da fare è inerente la differenza che c'è tra coralli molli e coralli duri. Trattasi di splendidi animali marini e l'approfondimento della tassonomia idi questi animali esula dall'obiettivo di questa guida, pertanto si descrivono soltanto le caratteristiche principali con riferimento all'acquariologia. Anche se può sembrare un animale "unico", i coralli sono in realtà composti da tanti piccoli animali, detti polipi. Essi si riuniscono formando una colonia. I coralli molli, a differenza dei duri, non sono dotati di uno scheletro carbonatico o calcareo. Questa caratteristica comporta una importante facilitazione ai fini dell'allevamento. Infatti per allevare i coralli duri, è essenziale uno strumento particolare, noto come reattore di calcio, non necessario nel caso dei coralli molli.

49

Dopo aver fatto la prima importante distinzione tra coralli duri e coralli duri, atteso che sceglieremo coralli molli, il passo successivo consiste nel preparare l'ambiente giusto per ospitare tali animali marini. La scelta delle dimensioni della vasca è molto importante. Un principio molto importante nella creazione e per la conseguente gestione di un acquario è che tanto più piccolo sarà l'acquario quanto più difficile sarà gestirlo. Ciò è spiegabile osservando che se è piccolo, minore è la quantità dell'acqua presente e più facilmente si inquina. Un ambiente più grande, con una quantità maggiore di acqua è certamente più stabile. Questo è un parametro importantissimo. Pertanto è consigliabile, specie se si è principianti, di partite con una vasca dalla capacità non inferiore a cento litri.

Continua la lettura
59

Una volta scelta la vasca, si passa all'inserimento del materiale di fondo. Esso deve deve essere costituito da sabbia corallina e non deve essere molto alto. Un'altezza di 2 centimetri può bastare, e ne facilita la pulizia. Poi si passa all'inserimento delle "Rocce Vive", acquistabili in tutti i negozi specializzati. Le "Rocce Vive" sono esse stesse dei coralli, o alternativamente pezzi di roccia ricoperti da coralli, batteri, alghe e microorganismi filtranti. Costituiscono il cuore pulsante dell'acquario. Queste rocce simulano la presenza della barriera corallina e ne conservano tutte le caratteristiche pertanto saranno la base di appoggio di tutti i coralli molli. Dato che le rocce vive sono ricche di microorganismi, esse assolvono al ruolo di "filtro biologico" del nostro acquario marino pertanto non saranno necessari gli attivatori batterici, comunemente impiegati negli acquari d'acqua dolce.

69

In ogni caso l'acquario necessita di un filtro. Si consiglia l'impiego di un filtro esterno, ma in mancanza andrà bene anche il classico filtro interno munito di relativa pompa. Tale filtro sarà composto di lana di vetro e spugne per il filtraggio meccanico. Esse andranno pulite e sostituite regolarmente. È importante prevedere l'utilizzo di uno schiumatoio di proteine, preferibilmente con sistema venturi. Tale strumento è indispensabile perché cattura i rifiuti prodotti dai coralli. Una volta posizionato il tutto, si procede col salare l'acqua. Il sale da utilizzare è quello che si acquista nei negozi specializzati e non quello da cucina. Ricordate che va dosato nella misura di 1 chilogrammo per ogni trenta litri di acqua. Con l'aiuto di un densimetro a galleggiante regoleremo il valore salinità, aggiungendo acqua dolce o sale. La temperatura deve essere compresa tra 25 e 26 gradi centigradi e va mantenuta con un riscaldatore a provetta adeguato. Per l'illuminazione, è preferibile utilizzare un neon T5.

79

La maturazione dell'acquario marino ha una tempistica molto relativa. L'inserimento delle rocce vive aiuterà sicuramente a velocizzare il procedimento. In ogni caso, è consigliabile inserire i primi coralli non prima di un mese. L'inserimento deve essere graduale e proporzionato alla capienza della vasca. Come per i pesci, bisogna evitare di sovraffollare l'acquario. I coralli molli sono animali relativamente resistenti ed oltre alla luce hanno bisogno di nutrirsi. A tal proposito si trovano i commercio diversi preparati specifici che si possono reperire nei negozi specializzati ed hanno differenti modalità di somministrazione. L'accostamento a pesci ed altri invertebrati deve essere oculato, perché molti di questi danneggiano o addirittura si nutrono di coralli. Viceversa, se si inseriscono anemoni, questi possono nutrirsi o ferire i pesci. Si ricorda che molti anemoni sono urticanti, quindi si raccomanda attenzione nel maneggiarli.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I coralli hanno bisogno di acqua ben movimentata, quindi oltre ad una pompa potente per il filtro, consiglio di aggiungerne qualcuna così detta "di movimento"
  • E' bene attendere almeno un mese prima di inserire i primi coralli.
  • Non utilizzare sale da cucina o altri materiali o prodotti non specifici per l'acquariologia.
  • Alcuni coralli e le rocce vive sono specie protette quindi devono essere accompagnate da un documento CITES al momento dell'acquisto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come allestire un acquario per ciclidi

I Ciclidi si differenziano dai comuni pesci d'acquario per la varietà cromatica e per il carattere. I maschi, in modo particolare, si mostrano molto più territoriali durante il corteggiamento e l'accoppiamento. I Ciclidi sono benevoli soprattutto con...
Pesci

Allestire un acquario: consigli per l'acquisto e la preparazione

Se avete deciso di allestire un acquario di tipo tropicale prima di procedere all'acquisto, è necessario valutare le dimensioni della vasca, per poi dedicarvi scrupolosamente alla preparazione dell'habitat. Successivamente bisogna poi inserire alcuni...
Pesci

10 passi per allestire un acquario d’acqua dolce

Se intendiamo allestire un acquario di acqua dolce, è importante sapere che ci sono delle regole ben precise da seguire, per ottenere un ecosistema tale da favorire la sopravvivenza di pesci e piante. A tale proposito ecco una lista in cui in 10 passi,...
Pesci

Come costruire delle decorazioni per un acquario

È sufficiente entrare in un negozio che vende prodotti per animali per rendersi conto della bellezza e della maestosità dei moderni acquari; negli ultimi anni, infatti, questi rifugi per pesci sono diventati sempre più un modo per dimostrare le abilità...
Pesci

Come allestire un caridinaio

Le caridine sono un genere di gamberetti d'acqua dolce che presentano delle bellissime colorazioni. Questo fatto le ha portate a diventare degli ospiti molto ambiti per un acquario il quale, per questi fantastici animaletti, prende il nome di caridinaio....
Pesci

Consigli per curare i pesci nell'acquario

Se intendiamo allestire un acquario tropicale è importante sapere che oltre all'aspetto estetico, bisogna curare attentamente l'habitat, allo scopo di salvaguardare la salute delle piante e soprattutto dei pesci. A riguardo di questi ultimi, ci sono...
Pesci

Come eliminare le diatomee da un acquario marino

Se siamo degli amanti del mondo marino sicuramente ci piacerebbe poterlo riprodurre in casa nostra in piccolo, realizzando un bellissimo acquario con moltissimi tipi di pesci differenti. Tuttavia avere un acquario richiede molta cura ed attenzione per...
Pesci

Le principali minacce per i pesci marini

L'ecosistema marino negli ultimi decenni soffre di vari problemi, si sa. Purtroppo alla base ci sono fattori negativi che vedono come responsabile l'uomo. La situazione, allo stato attuale, mostra un'evoluzione che non promette miglioramenti, anzi. Le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.