Come allestire una gabbia per camaleonti

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nelle abitazioni, oggi è possibile accudire animali esotici, spesso considerati pericolosi da molti. Non fa parte di questa categoria il camaleonte, rettile che riesce a mutare il proprio colore per mimetizzarsi con l'ambiente che lo circonda. Se avete acquistato un esemplare di questa specie, saprete sicuramente che la spesa per il suo habitat è davvero onerosa. Tuttavia è bene sapere che questi rettili non devono essere considerati animali domestici da compagnia, si innervosiscono facilmente e, non facili da allevare, in quanto necessitano di particolari cure. Se quindi volete provare a realizzare in casa un terrario, e volete sapere come allestire una gabbia per camaleonti, continuate la lettura dei passi successivi.

27

Occorrente

  • Assi di legno
  • Chiodi e martello
  • Plexiglass o rete metallica
  • Vaschetta
  • Terra, arbusti e piante
  • Bottiglia di plastica
37

Se avete deciso di prendervene cura, c'è da sapere che questo rettile ha bisogno di spazio per muoversi e di arbusti sui quali salire ed aggrapparsi, nonché di terra sulla base del terrario. Pensando all'habitat di un camaleonte, non è corretto parlare di gabbia: infatti le sbarre riuscirebbero a trattenere il rettile all'interno, ma lascerebbero scappare via grilli e piccoli insetti, animali che devono essere dati in pasto, rigorosamente vivi, al camaleonte. Per questo motivo è consigliato l'uso di materiali plastici e trasparenti come il plexiglass o, in alternativa una rete metallica a maglia molto fitta, per evitare che gli insetti si disperdano nell'ambiente casalingo.

47

Per realizzare la struttura portante del terrario, potete utilizzare delle assi di legno disponibili in ogni attività commerciale di fai-da-te e bricolage; con chiodi e martello, unitele a una forma di parallelepipedo e chiudete la faccia posteriore e una laterale con pannelli in legno, inchiodati alla struttura. Per le altre due facce utilizzate vetro, plexiglass o rete metallica a vostra scelta.

Continua la lettura
57

Posizionate sul fondo una vaschetta di contenimento, che entri perfettamente nella struttura in legno e che possa essere smontata con facilità per permetterne la regolare pulizia. Dividete la base in due, prevedendo una zona libera ed una arboricola, dove posizionare arbusti e piante, vere o finte. Tuttavia è opportuno prevedere il posizionamento di almeno una pianta vera, in modo da migliorare la qualità dell'habitat in termini di umidità. Inserite all'interno del terrario un gocciolatoio, che potete ricreare con una semplice bottiglia di plastica, e per completare realizzate la copertura della gabbia con un pezzo di rete metallica, inserito in una cornice di legno.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come realizzare un terrario all'aperto per camaleonti

In questo articolo ci dedicheremo la nostra attenzione ad un argomento molto particolare. Parleremo di un animale non proprio comune, ovvero, parleremo del camaleonte. Si tratta di un animale esotico, che cambia il colore della sua superficie in base...
Rettili e Anfibi

Come costruire una gabbia per iguane

Le iguane sono dei rettili estremamente particolari. Sono come delle grosse lucertole, ma più lente e con delle creste sul dorso. Sono degli animali che tipicamente vivono in Sudamerica allo stato liberto, diffuse nel resto del mondo in cattività. Infatti...
Rettili e Anfibi

Come allestire un acquario per le tartarughe

Quando si decide di prendere un animale è bene conoscere per bene tutto ciò di cui ha bisogna per soddisfare le sue esigenze. Diventa quindi fondamentale, per quanto ovviamente possibile, garantire un ambiente che possa farle crescere serenamente. In...
Rettili e Anfibi

Come allestire l'acquario per un tritone

I tritoni sono anfibi appartenenti alla stessa famiglia delle salamandre, quindi è un animale a sangue freddo, perfettamente adatto alla vita in un acquario, perfetta alternativa ai classici pesci. Alle volte gli acquariofili scelgono la coesistenza...
Rettili e Anfibi

Come allestire l'habitat per una tartaruga

Il modo più efficace per tutelare gli animali è di proteggerne l'habitat perché questo gli fornisce tutto il necessario per sopravvivere. Infatti, se decidiamo di allevare, per esempio, una tartaruga, dobbiamo innanzi tutto documentarci sulle sue abitudini,...
Rettili e Anfibi

Come allestire un terrario per grilli

Siete appassionati di insetti e ne conoscete tutte le specie e tutte le peculiarità, tanto da essere disposti a tenerli in casa propria? Bene, allora sicuramente vi interesserà questo articolo dedicato al mondo degli insetti, ed in particolare ad una...
Rettili e Anfibi

Come allestire un terrario per rane

Il terrario è una struttura che permette di ospitare differenti specie di animali, come serpenti o alcuni roditori, e anche piante; tra questi sicuramente può accogliere le rane, degli anfibi che molte persone decidono di acquistare come animali domestici....
Rettili e Anfibi

Come allestire il terrario per un camaleonte

La passione per gli animali sembra proprio non conoscere confini: fino a qualche anno fa, infatti, gli unici animali domestici che venivano adottati dagli esseri umani erano solo ed esclusivamente il cane e il gatto; poi si è passati via via con conigli,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.