Come allevare farfalle e falene

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sia le farfalle che le falene appartengono alla famiglia dei lepidotteri e ne esistono più di 150 mila specie, ma solo una piccola parte sono farfalle diurne, mentre tutte le altre vivono di notte (le falene). Entrambe le specie hanno una vasta gamma di dimensioni e colori e sono molto amate dai collezionisti e dai cultori. A tale proposito, ecco una guida con alcuni consigli su come allevare farfalle e falene.

26

Occorrente

  • Contenitori adeguati ai cicli di vita
  • Cibo a seconda della specie
  • Termostato ed umidificatore
36

Usare frutta zuccherina

Le farfalle si riconoscono per i loro colori intensi, le antenne clavate ed il corpo esile. In stato di riposo, posizionano le ali sopra al dorso, a libro. Le falene, invece, sono quasi tutte notturne ed hanno colori più sbiaditi. Le antenne sono sottili e filiformi, le ali posteriori si incastrano su quelle anteriori, a tetto. Le farfalle adulte si nutrono del nettare dei fiori, della linfa fermentata, dei frutti e delle carcasse in decomposizione. Per fornirgli del cibo potrai usare della frutta zuccherina molto matura, come ad esempio banane, pesche, albicocche e quant'altro.

46

Procurare piccole scatole di plastica

Per allevare farfalle o falene parti dalle uova. Puoi procurartele da altri allevatori o negozi di animali specializzati, per iniziare procurati delle piccole scatole di plastica con alcuni rametti di quercia. Il primo bruco, va prelevato e separato dalle altre uova. Collocalo in un contenitore insieme ad alcune foglie fresche e della carta assorbente. Queste ultime vanno sostituite spesso. Non maneggiare il bruco. Tuttavia se necessario, usa un pennello morbido e molto fine. Non muoverlo durante il periodo della muta, per non compromettere il processo di sviluppo. Successivamente, trasferisci il bruco di farfalle e falene in un involucro più grande o in terrario della misura di 120x80x80. Collocaci un piccolo vaso con dell'acqua ed alcuni rami della pianta prediletta dall'insetto. Fai attenzione all'imboccatura del recipiente, per evitare che il bruco anneghi. La temperatura ideale per le specie autoctone, tropicali o temperate oscilla tra i 22 ed i 25 gradi. L'umidità, non è inferiore ai 75 gradi. Pertanto, procurati un termostato ed un umidificatore.

Continua la lettura
56

Utilizzare un vaporizzatore

Nel periodo primaverile, le tue farfalle o falene va utilizzato un vaporizzatore, specialmente nelle giornate più calde. Rispetta però i parametri di umidità. Pulisci ogni giorno e con costanza il loro nido e metti a disposizione, un preparato di miele e zucchero in egual misura. Questo composto fornirà un apporto nutritivo più sostanzioso alle tue farfalle o falene. Tra le specie da allevare, ti consiglio le “Lycaenidae”. Sono farfalle molto piccole e colorate. Per salvaguardare la sopravvivenza di questi esemplari e la loro riproduzione, assicura loro un clima adeguato, un'alimentazione corretta, un ambiente pulito e spazioso e un habitat ideale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come allevare le farfalle

La farfalla è senza ombra di dubbio uno degli esseri viventi più affascinanti che popolano la Terra. La sempre maggiore urbanizzazione, però, rischia di distruggere il loro habitat naturale e, di conseguenza, di mettere a rischio la stessa sopravvivenza...
Invertebrati e Insetti

I differenti tipi di farfalle

Le farfalle sono sicuramente gli insetti più belli ed ammirati al mondo, soprattutto per la loro varietà di colori. Ne esistono di moltissime specie e tutte nascono da un uovo e variano in dimensioni, forma e aspetto generale a seconda della specie....
Invertebrati e Insetti

Come allevare il ragno crociato

I ragni nella catena alimentare sono molto più importanti di quanto si possa immagginare. Sono sostanzialmente animali predatori con due precise caratteristiche: anno una forte capacità di adattamento, anno una marcata diversità fra specie e famiglia....
Invertebrati e Insetti

Come allevare la falena Tiger Moth

Nel periodo autunnale, soprattutto ad ottobre, i prati si riempiono dei bruchi delle falene Tiger Moth. Puoi "adottarne" uno e prendertene cura fino a che non diventa una falena, così da ammirare da vicino il suo caratteristico colore bianco e nero....
Invertebrati e Insetti

Come allevare lumache da compagnia

Tantissime persone nutrono un hobby davvero particolare, ovvero allevare lumache da compagnia. Ebbene sì, grazie a semplici ed utili consigli è possibile prendersi cura di questi animaletti favorendo la loro riproduzione. In questo modo, inoltre, non...
Invertebrati e Insetti

Come allevare i vermi coreani

Molti sono i pescatori che, trovando difficoltà nel reperire esce fresche prediligono allevare in modo proprio i vermi per poter pescare il pesce senza alcuna difficoltà. Esistono svariate tecniche per allevare i vermi coreani e, tramite questa guida,...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le coccinelle

Il termine coccinella deriva dal greco "Kòkkinos" o latino "Coccinus", che significa "rosso scarlatto". È proprio da tale caratteristica che deriva il nome di tali insetti. Fin dall'antichità sono considerate simbolo di buon auspicio, reputazione dovuta...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le lumache in giardino

In anni recenti non sono pochi a chiedersi come allevare le lumache in giardino. L'elicicoltura, infatti, è un'idea interessante per mettere a frutto un piccolo appezzamento verde inutilizzato. Le chiocciole fanno parte della gastronomia tradizionale,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.