Come allevare i calopsite

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

I calopsite sono graziosi pappagallini appartenenti alla famiglia dei cacatua. Socievoli e colorati, allietano le giornate con il loro canto. Di piccole dimensioni (raramente superano i 30 cm) e con un piumaggio tra le tonalità del grigio, giallo e bianco, vengono apprezzati per il loro carattere pacifico, giocoso ed affettuoso. Allevare i calopsite è molto semplice ma, come per ogni animale, è sempre bene procedere nella giusta maniera, per evitare di commettere errori, a volte anche molto banali, che possono però creare non pochi problemi ai nostri piccoli amici. Ecco dunque qualche utile consiglio su come allevarli ed accudirli nel migliore dei modi.

29

Occorrente

  • Gabbia abbastanza grande
  • Semi di girasole, miglio, riso e frutta
  • Paziena e passione
39

Un giusto acquisto

Già al momento dell'acquisto sarà opportuno verificare accuratamente il piumaggio del calopsite prescelto. Ad occhio nudo dovrà apparire lucido, luminoso e compatto, sintomo che il pappagallino è sano ed in buona salute. Sarà meglio evitare, invece, l'acquisto di esemplari che mostrano piume rovinate oppure con chiazze. Un'altra verifica importante da effettuare riguarda le unghie. Molti allevatori le tagliano, ma vi consigliamo di optare per calopsite con le unghie perfettamente integre. A questo punto, potrete decidere se prendere un maschio oppure una femmina. Per effettuare una scelta giudiziosa vi informiamo che i maschi sono più vivaci ed imparano più velocemente piccoli motivetti musicali, mentre le femmine sono più affettuose e meno aggressive. A seconda delle vostre preferenze e anche della vostra indole potrete scegliere per l'esemplare più giusto per tenervi compagnia. Ma come distinguere il sesso in questi graziosi uccellini? Potreste fidarvi ovviamente della parola del negoziante, ma non è raro che questi possano sbagliarsi o indurvi ad acquistare un determinato esemplare invece di un altro per chissà quali loro motivi. Per distinguere voi stessi il sesso dei calopsite, vi basterà osservare il ciuffo sulla loro testa: giallo nei maschi, grigio nelle femmine.

49

Un habitat adatto

Per quanto riguarda l'habitat da destinargli, potrete scegliere di allevare i calopsite in gabbia oppure in una voliera. Non dovrete temere la convivenza con altri volatili in quanto sono animali molto socievoli e si adattano facilmente alla compagnia di altre specie. La gabbia dovrà essere spaziosa per permettere un adeguata capacità di movimento del pappagallino. La voliera, invece, dovrà possedere una scatolina che il calopsite potrà usare come casetta. Questi uccellini adorano fare il bagno, pertanto sarà opportuno lasciare una vaschetta con dell'acqua all'interno della gabbia (oltre ovviamente quella per l'abbeveraggio).

Continua la lettura
59

Una opportuna compagnia

Uno dei pochi difetti del calopsite è l'abitudine naturale di mangiare le proprie feci. Per cui dovrete pulire frequentemente la gabbia oppure utilizzare un apposito foglio assorbente. Questo simpatico volatile si abitua facilmente alla compagnia dell'uomo. Tuttavia, nei momenti di solitudine, può diventare rumoroso per richiamare l'attenzione, creando fastidi e problemi nel vicinato. Sarà bene, quindi, cercare di non lasciarlo mai troppo solo, vista la sua indole socievole e vivace.

69

Una corretta alimentazione

I calopsite apprezzano particolarmente i semi di miglio, il riso, la pasta cotta senza condimento ed i semi di girasole. Questi ultimi sono però piuttosto grassi, quindi sarà meglio non abusarne. Non dovrete, inoltre, mai far mancare al vostro pappagallino la frutta e la verdura fresca. Evitate assolutamente, infine, dolci e cioccolata.

79

Una riproduzione moderata

I calopsite sono molto facili da allevare ed addomesticare. Considerano il padrone come un proprio pari. Con molta cautela e pazienza, potrete abituarli all'ambiente esterno alla gabbia, ma non prendeteli mai in mano, poiché potrebbero beccarvi per liberarsi. Inoltre, questi pappagalli sono molto prolifici, ma sarà preferibile non far riprodurre la femmina più di tre volte l'anno per evitarle pericolosi danni da stress.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non prendere mai in mano un calopsite. Potrebbe beccarti per divincolarsi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come addestrare una calopsite allevata a mano

La calopsite è una specie di pappagallo originario dell'Australia che per le sue ridotte dimensioni è tra i più piccoli al mondo. Si tratta di un esemplare con una forma corporea allungata, una lunga coda e il classico ciuffetto sulla fronte. Vediamo...
Volatili

Come allevare i parrocchetti

La schiusa delle uova e la nascita dei piccoli sono il momento più bello e più emozionante che la passione per i pappagalli possa dare. Per la loro riproduzione e per il loro allevamento occorre tenere conto di alcuni accorgimenti, sia in tema di alimentazione...
Volatili

Le specie di pappagalli parlanti

I pappagalli appartengono all'ordine Psittaciformi. Si differenziano in circa 353 specie distribuite in America centrale e meridionale, Asia, Africa, Australia e Oceania. I pappagalli sono un gruppo molto vario, con dimensioni che vanno dai 10 cm al metro...
Animali da Compagnia

Come scegliere il cucciolo che fa per voi

Avete voglia di trovare un nuovo compagno con cui condividere la vostra vita e i vostri momenti più belli, ma non sapete come scegliere il cucciolo che fa per voi? Qui sotto potrete trovare una guida con dei consigli utili per aiutarvi a decidere quale...
Volatili

Come allevare i pappagalli

I pappagalli sono degli animali socievoli e molto intelligenti e se trattati bene riescono a vivere anche 60-80 anni. Dovete però sapere prima di prenderne uno in casa, magari per il vostro bambino, che allevarli non è molto semplice. In questa guida...
Volatili

Come allevare i fringuelli

Il fringuello crea il suo nido in Europa, nelle Isole Atlantiche e in Asia Occidentale. Questo uccello sverna nel bacino del Mar Mediterraneo ed ha un peso compreso fra i "19 gr" e i "23 gr". Il suo corpo risulta costituito da forme piccole e slanciate....
Volatili

Come allevare l'uccello granatino violaceo

Il Granatino Violaceo chiamato anche Granatino Purpureo, è uno degli Estrildidi di maggiore bellezza ed eleganza. L'uccello maschio in particolare non passa inosservato dentro una voliera. Generalmente questo uccello proviene dalla Tanzania e dal nord...
Volatili

Come allevare i lucherini

Se ami gli uccelli e decidi di allevare in particolare i lucherini, devi sapere quali sono i metodi più indicati ed efficienti per l'allevamento affinché questi tipi di uccelli possano vivere in modo salutare. In questa guida ti sarà spiegato in modo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.