Come allevare i pappagalli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I pappagalli sono degli animali socievoli e molto intelligenti e se trattati bene riescono a vivere anche 60-80 anni. Dovete però sapere prima di prenderne uno in casa, magari per il vostro bambino, che allevarli non è molto semplice. In questa guida vi darò qualche indicazione su come allevare i pappagalli.

26

Occorrente

  • Gabbia capiente
  • Trespolo
  • Alimentazione adeguata e mista
36

Per prima cosa, per tenere un pappagallo in casa è necessario possedere una gabbia abbastanza grande, cosi si muoverà liberamente. Inoltre dovete procurarvi anche un trespolo, poiché avrà bisogno di uscire dalla gabbia per sgranchirsi le ali e per poter adattarsi all'ambiente. Infatti il pappagallo rispetto agli altri animali possiede capacità intellettive particolari (diverse a seconda della specie) e per questo sarà in grado di interagire maggiormente con l'uomo.

46

Preferite una gabbia (pappagalliera) in acciaio o in ferro verniciato. State attenti che non si scrosti o che la pittura non contenga sostanze tossiche, poiché il pappagallo tende ad usare molto il becco. Inoltre posizionatela in un luogo illuminato, areato e frequentato della casa (evitate di metterlo in cucina mentre cucinate). Invece quando ha bisogno di riposarsi spostate la gabbia in una zona della casa buia (per 11-12 ore).

Continua la lettura
56

All'interno della gabbia dovrà esserci una griglia sollevata, in modo che il pappagallo non venga in contatto con le sue feci (oppure mettete del fieno per conigli sul fondo). Dentro alla gabbia, oltre ai contenitori per l'acqua e il cibo in acciaio, aggiungete posatoi e una recipiente con l'acqua in cui il pappagallo potrà fare il bagno e giocare. Se volete potete mettere anche rametti freschi, perché con il becco tende a mordere, sminuzzare e distruggere qualsiasi cosa. La gabbia deve essere chiusa con un lucchetto, perché il pappagallo riesce facilmente ad aprire ganci e mollette.

66

Per quanto riguarda l'alimentazione non dategli solo semi, ma prediligete alimenti freschi quale frutta, germogli, bacche e verdura insieme a semi adatti per pappagalli (non più del 20-25% dell'alimentazione totale). Come dolcino potete dargli la frutta secca. Se prendete un pappagallo piccolo lo dovete svezzare tramite una miscela adatta per lo svezzamento da comprare in negozio. La miscela dovrà essere sciolta in acqua e data al pappagallino con un cucchiaio o con una siringa (a cui ovviamente avrete tolto l'ago). Infine, affinché, il vostro pappagallo possa vivere a lungo è bene fare delle visite di controllo dal veterinario ogni 2-3 anni, per evitare l'insorgenza della psittacosi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come scegliere una gabbia per pappagalli di ogni specie

Esistono varie specie di pappagalli domestici, che si differenziano per forme e dimensioni. È tuttavia possibile allestire voliere che abbiano i requisiti idonei a soddisfare le esigenze proprie di ciascun tipo di questi fantastici uccelli e quelle comuni...
Volatili

Come affrontare la muta dei pappagalli

Nella guida che introdurremo tramite questo passo iniziale, ci concentreremo su un animale molto interessante: il pappagallo. Andremo a spiegarvi in soli tre passi, come riuscire ad affrontare nel migliore dei modi la muta dei pappagalli. Incominciamo...
Volatili

5 regole d'oro per la cura dei pappagalli

I pappagalli sono animali di compagnia molto simpatici, oltre ad essere bellissimi dal punto di vista estetico, con il loro piumaggio colorato. Tuttavia sono animali molto delicati e in quanto tali hanno bisogno di cure particolari, soprattutto durante...
Volatili

L'alimentazione dei pappagalli

I Pappagalli sono animali, oltre che belli e variegati, anche molto intelligenti ed è sicuramente molto piacevole godere della loro compagnia. Sono però anche piuttosto delicati, quindi è fondamentale conoscere le loro esigenze, sia per quanto riguarda...
Volatili

5 modi per proteggere i pappagalli dal caldo

Nel momento in cui scegliamo di adottare degli animali in casa, dobbiamo essere certi che questi sicuramente ci precluderanno tantissime cose: basti pensare a quanti viaggi rinunciati per via dei nostri animali a quattro zampe, per esempio, nelle località...
Volatili

Pappagalli: le razze più colorate

Per molte persone, la prima cosa da cui vengono attirate per quanto riguarda gli uccelli è senz'altro lo splendido piumaggio colorato di un pappagallo. Ma il piumaggio dai colori vivaci di certo non è l'unica caratteristica che un proprietario potenziale...
Volatili

Come allestire una gabbia per pappagalli

Quando decidiamo di adottare un animale, dobbiamo prima di tutto essere in grado di garantirgli tutte le cure necessarie, dovremo dargli sempre da mangiare e dedicargli un po' del nostro tempo. È molto importante che ogni animale abbia uno spazio dedicato...
Volatili

5 consigli per scegliere una gabbia per pappagalli

Scegliere un animale da compagnia non è sempre facile, e ognuno di voi avrà sicuramente scelto in base a dei criteri di vario genere. Tra i tanti animali domestici e da compagnia che potreste scegliere, c'è il pappagallo.Il pappagallo è un animale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.