Come allevare la falena Tiger Moth

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nel periodo autunnale, soprattutto ad ottobre, i prati si riempiono dei bruchi delle falene Tiger Moth. Puoi "adottarne" uno e prendertene cura fino a che non diventa una falena, così da ammirare da vicino il suo caratteristico colore bianco e nero. Farlo non è difficile: ecco alcuni consigli pratici su come allevare al meglio la falena Tiger Moth.

27

Occorrente

  • Bicchiere di plastica con coperchio
  • Oggetto appuntito per creare i fori
  • Terriccio
  • Erba
  • Foglie
  • Rametti
  • Flacone spray
  • Acqua
  • Gabbietta
  • Zanzariera
37

Il suo habitat

Prima di prelevare il bruco, prepara il barattolo in cui vivrà fino a quando non diventerà falena. Ti serve un bicchiere di plastica con coperchio; con un oggetto appuntito crea dei fori sul coperchio e sulla parte alta delle pareti del bicchiere, per permettere la circolazione dell'aria. Riempilo con del terriccio, in quantità sufficiente da riempire la base: il bruco, nel suo processo di sviluppo, ha bisogno di un contesto simile al prato; proprio per questo, aggiungi anche delle foglie tagliate in piccoli pezzi e un po' di erba e trifogli. Inoltre, aggiungi anche dei rametti di dimensioni ridotte appoggiati alle pareti del bicchiere, abbastanza lunghi da permettere al bruco di arrampicarsi, ma non così tanto da raggiungere il livello dei fori sul bicchiere, per evitare che strisci fuori.

47

Il bruco

Ora che hai preparato il posto in cui tenerlo, dovrai soltanto trovare il bruco: nel periodo autunnale puoi cercarne nei prati, sui balconi o in qualunque luogo contenga un po' di natura. Prelevalo con cura e delicatezza, e allo stesso modo riponilo nel bicchiere. L'ideale è tenerne soltanto uno: da bruco non avrà troppi problemi a convivere con un altro esemplare, ma in fasi più avanzate dello sviluppo, vicino alla sua presentazione da falena, condividere lo spazio con un altro esemplare potrebbe creare problemi. Se proprio ne vuoi tenere più di uno, tienine al massimo due.

Continua la lettura
57

Le cure

Il bruco non ha bisogno di particolari attenzioni durante il suo sviluppo, oltre ad un ambiente umido. Per ricrearlo, ogni tre giorni vaporizza uno spruzzo d'acqua nel bicchiere, usando un flacone spray ben pulito dai contenuti precedenti (un solo spruzzo d'acqua, anche se andrà a coprire anche il bruco, non creerà problemi). Per controllare se l'ambiente è abbastanza umido, cerca la striscia nera sulla schiena del bruco: con l'aggiunta dello spruzzo d'acqua dovrebbe diventare più evidente. Ricordati, però, di non esagerare con l'acqua: basta, appunto, uno spruzzo ogni due/tre giorni.

67

La falena

Una volta arrivata la primavera, quando generalmente il bruco completa il suo sviluppo e diventa falena, puoi posizionare il bicchiere in una gabbietta, coperta con materiali simili alle zanzariere, per poterlo vedere senza che scappi via una volta compiuta la trasformazione. Quando l'avrai posizionato all'interno della gabbia, lascia il coperchio del bicchiere appoggiato, ma non chiuso, così che il bruco non possa scappare ma la falena, che ha bisogno di spazio per volare, possa farlo nell'intera gabbietta. Ora, però, dovrai liberare la falena, che in una gabbia non può sopravvivere.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non bagnare troppo il bicchiere: basta uno spruzzo d'acqua con il flacone spray ogni due/tre giorni
  • Una volta che il bruco è diventato falena, lasciala in libertà

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come allevare lumache da compagnia

Tantissime persone nutrono un hobby davvero particolare, ovvero allevare lumache da compagnia. Ebbene sì, grazie a semplici ed utili consigli è possibile prendersi cura di questi animaletti favorendo la loro riproduzione. In questo modo, inoltre, non...
Invertebrati e Insetti

Come allevare i vermi coreani

Molti sono i pescatori che, trovando difficoltà nel reperire esce fresche prediligono allevare in modo proprio i vermi per poter pescare il pesce senza alcuna difficoltà. Esistono svariate tecniche per allevare i vermi coreani e, tramite questa guida,...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le farfalle

La farfalla è senza ombra di dubbio uno degli esseri viventi più affascinanti che popolano la Terra. La sempre maggiore urbanizzazione, però, rischia di distruggere il loro habitat naturale e, di conseguenza, di mettere a rischio la stessa sopravvivenza...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le coccinelle

Il termine coccinella deriva dal greco "Kòkkinos" o latino "Coccinus", che significa "rosso scarlatto". È proprio da tale caratteristica che deriva il nome di tali insetti. Fin dall'antichità sono considerate simbolo di buon auspicio, reputazione dovuta...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le lumache in giardino

In anni recenti non sono pochi a chiedersi come allevare le lumache in giardino. L'elicicoltura, infatti, è un'idea interessante per mettere a frutto un piccolo appezzamento verde inutilizzato. Le chiocciole fanno parte della gastronomia tradizionale,...
Invertebrati e Insetti

Come allevare i granchi di mare

Il mondo marino è sicuramente molto affascinante per via dei suoi scenari ed anche della sua fauna. L'acqua non è il vostro elemento naturale ma almeno una volta nella vita ne sarete rimasti affascinati ed avrete osservato non solo come si presenta...
Invertebrati e Insetti

Come allevare farfalle e falene

Sia le farfalle che le falene appartengono alla famiglia dei lepidotteri e ne esistono più di 150 mila specie, ma solo una piccola parte sono farfalle diurne, mentre tutte le altre vivono di notte (le falene). Entrambe le specie hanno una vasta gamma...
Invertebrati e Insetti

Come allevare lumache

Al giorno d'oggi esistono numerose attività che sono in costante crescita e che possono diventare a lungo andare piuttosto redditizie per chi le pratica. Una di questa è sicuramente l'elicicoltura, ossia l'allevamento delle lumache per fini gastronomici....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.