Come allevare la raaganella litoria ceerulea

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Tra le varie specie di raganelle, la Litoria Cerulea è sicuramente la più interessante. Non solo per le elevate dimensioni (tra le più grandi della sua specie), ma anche perché è divertente e facile da allevare. Questo tipo di raganella “vive” in sostanza di notte, e riesce a cacciare le sue prede grazie alla forza delle proprie zampe, che gli permettono balzi notevoli. Per essere una raganella, si presenta molto socievole, e adora arrampicarsi su qualsiasi appiglio. Le dimensioni dell’esemplare maschio sono leggermente più piccole di quelle della femmina, e si distingue da quest’ultima anche per il suo caratteristico gracidio (che serve come richiamo proprio per le femmine).

27

Occorrente

  • Terrario con lampada
  • Insetti
  • Calcio in polvere
37

Viste le dimensioni (una Litoria Cerulea può arrivare anche a 12 cm di lunghezza), il terrario da preparare dovrà essere almeno 90x30x40 cm, pieno zeppo di rami e di qualsiasi altro appiglio su cui la raganella potrà arrampicarsi. È importante anche mettere una piccola pozza d’acqua (da pulire molto spesso) in cui la nostra amica potrà stare quando vorrà (occhio a non farla profonda perché non sa nuotare). Come terreno per il nostro terrario dobbiamo usare la torba, ed è anche importante aggiungere una lampada (o in ceramica o a infrarossi, in modo che non disturbi la raganella durante le ore notturne). La temperatura migliore è compresa tra i 26 e i 29 °C, ma non è fondamentale essere pignoli.

47

Per quel che riguarda l’alimentazione, questa deve essere solo a base di insetti. Tra i pasti preferiti dalla nostra amica vi sono i grilli (più grossi sono, meglio è), i kaimani e, di quando in quando, anche le camole di miele (quest’ultime sono più grasse). È opportuno spargere gli “alimenti” con calcio in polvere, per rafforzare le ossa della raganella (si può comprare in un qualsiasi negozio di animali). I piccoli di raganella devono mangiare ogni giorno, ma insetti di media grandezza. Quando diventano adulti, occorre nutrirli ogni due o tre giorni, ma con pasti abbondanti (o due grilli grossi o uno/due kaimani/camole).

Continua la lettura
57

Ricordiamo che il terrario deve essere sempre ben ventilato, affinché non si formi della muffa, e la torba va totalmente cambiata almeno ogni due o tre mesi. La raganella va tenuta in un ambiente molto umido, ed è per questo che è importante “irrigare” l’interno del terrario e la nostra amica con uno spruzzino.

67

Ogni tanto fai uscire la raganella e vedrai che presto imparerà a camminarti addosso, ad arrampicarsi ovunque, etc. Le prime volte potrebbe fare i bisogni fuori dal terrario, ma imparerà presto e da sola non farli. Non spaventarti di tenerla in mano (non salta all'improvviso), l'importante è maneggiarla con cura prendendola da sotto (le fai male se la accarezzi sopra) e con le mani sempre bagnate (o almeno umide).

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prendi la raganella in negozi specializzati per essere sicuro che sia importata in modo corretto. Inoltre sapranno darti terrario, cibo e calcio adatti.
  • Attento all'inappetenza prolungata o all'apparire di strane macchie sulla sua pelle. Non temere invece per il cambio del colore, è normale che in alcuni casi diventi marrone (si mimetizza).
  • Ogni tanto fa la muta (cambio di pelle), lasciala in pace in quei momenti. Lo capirai dalla momentanea inappetenza (poche ore) e dal fatto che comincia a gonfiarsi. Avrà finito quando avrà mangiato tutta la sua vecchia pelle e sarà tornata alle normali dimensioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come Allevare Le Lucertole

Possedere un'animale domestico è cosa piuttosto comune. Alcune volte però si scelgono animali piuttosto inusuali da tenere come compagnia. Serpenti, Iguana, e perfino lucertole, sono i rettili più scelti come animai domestici. Ma per poterli tenere...
Rettili e Anfibi

Come allevare i girini

Il termine "girino" identifica comunemente lo stadio larvale degli Anfibi e, tra questi, rientra il piccolo della rana. La struttura del girino è caratterizzata da un corpo globulare, che contiene gli organi vitali, e da una coda appiattita e lanceolata...
Rettili e Anfibi

Come allevare una tartaruga

Anfibi e rettili stanno sostituendo nelle case di molti italiani cani e gatti. La motivazione è piuttosto semplice: questi animali sono più semplici da gestire, non richiedono passeggiatine al parco, non sporcano, non perdono pelo e per alcuni sono...
Rettili e Anfibi

Come allevare rettili

I rettili sono un'insolita passione. La prima domanda da porsi è il tipo di investimento economico che possiamo permetterci a riguardo. Dopodiché l'esperienza insegna che è bene cominciare da un esserino più semplice nella gestione, che non sia soggetto...
Rettili e Anfibi

Consigli per allevare una iguana

Il mondo animale è molto ricco di esemplari. Tra questi è impossibile non annoverare l'iguana, rettile molto simile ad una lucertola ma dalle dimensioni nettamente maggiori. Il suo habitat si estende dal Messico meridionale fino al Brasile centrale,...
Rettili e Anfibi

Come allevare un serpente

Da qualche anno è possibile anche in Italia possedere ed allevare un serpente, ma le informazioni su come fare ad allevarlo e nutrirlo correttamente sono davvero poche. Con la presente guida vogliamo darvi delle indicazioni in merito, spiegandovi come...
Rettili e Anfibi

Come allevare dei gechi in casa

Ti piacciono i gechi e vuoi provare ad allevarli? Intanto devi sapere che i gechi sono rettili, di piccole o medie dimensioni. Sono molto simili alle lucertole. Si tratta di animaletti pacifici, innocui per gli umani. Particolare è la grandezza della...
Rettili e Anfibi

Come allevare rane e rospi

Gli anfibi appartengono ad una specie animale molto legata all'acqua ed è in questo luogo che avviene la loro riproduzione: l'etimologia della parola, "anfi" che significa doppio e "bio" vita, testimonia che il ciclo vitale degli anfibi prevede una fase...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.