Come allevare le dafnie

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se per i pesci del vostro acquario marino avete bisogno di cibo vivo, allora vi conviene organizzare la coltura delle dafnie. Si tratta di piccolissimi esemplari appartenenti alla famiglia dei crostacei, e per riprodurle basta soltanto un minimo di tempo ed alcuni materiali. In riferimento a ciò, ecco dunque una guida su come procedere per allevare le dafnie.

26

Occorrente

  • Dafnie
  • Recipiente di plastica o di vetro
  • Lievito di birra
  • Residui di cibo
36

Procurare un recipiente di plastica o di vetro

Per prima cosa vi dovete recare in un centro di acquariologia ed acquistare alcuni esemplari di dafnie, e nel contempo procurarvi un recipiente di almeno 25 litri sia di plastica che di vetro ma non di metallo. Un altro particolare in merito riguarda il colore; infatti, se optate per una tonalità sul blu, al momento della schiusa delle uova vi sarà più facile monitorarne il quantitativo. Il contenitore che deve essere di forma cilindrica (va bene anche un secchio) una volta riempito d’acqua va posizionato in penombra, evitando quindi i raggi diretti del sole che riscaldandola eccessivamente potrebbero farla risultare letale per le dafnie, che si riproducono ad una temperatura ottimale che oscilla tra 14 ed i 30 gradi.

46

Usare acqua oligominerale

Sempre a riguardo dell’acqua, è importante sottolineare che prima di utilizzarla vi dovete accertare che sia pulita ed oligominerale, per cui potete usare sia quella da tavola con queste caratteristiche, oppure acquistare delle taniche di tipo distillata normalmente in uso proprio per il cambio parziale o totale dell’acquario. Una volta completato l’allestimento, vi basterà attendere soltanto una settimana per notare la formazione di alcune alghe e di batteri indispensabili per alimentare le dafnie una volta nate. Tuttavia per ottemperare a ciò, si possono adottare anche altri due metodi; infatti, ad esempio si può lasciare l’acqua esposta al sole, in modo che il calore possa generare delle alghe, oppure basta inserire nel contenitore del lievito.

Continua la lettura
56

Creare una miscela con i residui di cibo

Oltre a questa alimentazione basata sui microrganismi per allevare le vostre dafnie, potete anche integrare dell’altro cibo, attingendo ai residui di quello che normalmente consumate in casa. A tale proposito vale la pena citare il latte, l’insalata, le carote, la crusca ed il fegato o altri mix di carne come ad esempio degli omogeneizzati per bambini. Una volta creata una miscela con questi prodotti, potete riporla nel congelatore adagiandola nelle formine per il ghiaccio, tenendo conto che la somministrazione deve essere minima per evitare che l’acqua si possa contaminare. Quando questi preziosi crostacei raggiungono la grandezza ottimale, si possono somministrare ai pesci di un ecosistema perfetto come quello di un acquario marino o tropicale.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come allevare i vermi coreani

Molti sono i pescatori che, trovando difficoltà nel reperire esce fresche prediligono allevare in modo proprio i vermi per poter pescare il pesce senza alcuna difficoltà. Esistono svariate tecniche per allevare i vermi coreani e, tramite questa guida,...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le coccinelle

Il termine coccinella deriva dal greco "Kòkkinos" o latino "Coccinus", che significa "rosso scarlatto". È proprio da tale caratteristica che deriva il nome di tali insetti. Fin dall'antichità sono considerate simbolo di buon auspicio, reputazione dovuta...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le farfalle

La farfalla è senza ombra di dubbio uno degli esseri viventi più affascinanti che popolano la Terra. La sempre maggiore urbanizzazione, però, rischia di distruggere il loro habitat naturale e, di conseguenza, di mettere a rischio la stessa sopravvivenza...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le lumache in giardino

In anni recenti non sono pochi a chiedersi come allevare le lumache in giardino. L'elicicoltura, infatti, è un'idea interessante per mettere a frutto un piccolo appezzamento verde inutilizzato. Le chiocciole fanno parte della gastronomia tradizionale,...
Invertebrati e Insetti

Come allevare i granchi di mare

Il mondo marino è sicuramente molto affascinante per via dei suoi scenari ed anche della sua fauna. L'acqua non è il vostro elemento naturale ma almeno una volta nella vita ne sarete rimasti affascinati ed avrete osservato non solo come si presenta...
Invertebrati e Insetti

Come allevare lumache

Al giorno d'oggi esistono numerose attività che sono in costante crescita e che possono diventare a lungo andare piuttosto redditizie per chi le pratica. Una di questa è sicuramente l'elicicoltura, ossia l'allevamento delle lumache per fini gastronomici....
Invertebrati e Insetti

Come allevare farfalle e falene

Sia le farfalle che le falene appartengono alla famiglia dei lepidotteri e ne esistono più di 150 mila specie, ma solo una piccola parte sono farfalle diurne, mentre tutte le altre vivono di notte (le falene). Entrambe le specie hanno una vasta gamma...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le formiche in un terrario

Le formiche sono dei particolari animali dalle dimensioni molto ridotte, appartenenti alla famiglia degli insetti. Esistono moltissime specie di formiche che variano a seconda della zona di appartenenza del pianeta. Se siamo degli amanti di questo insetto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.